WRC | Rally d'Argentina 2019 - Anteprima

WRC
Rally d'Argentina 2019 - Anteprima

Cinque punti a separare i primi tre della classifica, Neuville al comando di 24 Aprile 2019, 15:26

Il quinto round del WRC 2019 porta il Circus del fuoristrada in Sud America, per una trasferta che quest'anno sarà doppia dopo l'inserimento del nuovo Rally del Cile. Gli sterrati argentini saranno il nuovo palcoscenico della sfida mondiale tra Thierry Neuville, Sébastien Ogier e Ott Tänak, che in Corsica hanno ulteriormente rafforzato il loro ruolo di unici veri pretendenti al titolo. Appena cinque punti dividono i piloti di Hyundai, Citroën e Toyota e il loro vantaggio sul resto del gruppo è già piuttosto importante.

Con la vittoria in Francia, propiziata dalla foratura di Elfyn Evans a pochi chilometri dal traguardo finale, Neuville si è portato al comando della generale mettendosi però nelle condizioni peggiori per affrontare il rally di questo weekend. Dopo la pioggia di questi giorni, venerdì il cielo dovrebbe aprirsi sopra la zona di Villa Carlos Paz e tutto ciò renderà inevitabilmente difficile la prima tappa del belga. Per il vincitore dell'edizione 2017, peraltro sempre ai danni di Evans per soli sette decimi di secondo, non si prospetta un fine settimana facile.

Il Tour de Corse ha lasciato emergere qualche fragilità anche in casa Citroën, con una C3 che per diventare una forza maggiormente adatta ad ogni tipo di superficie ha perso la sua predominanza sull'asfalto. Per tutto il rally francese, sia Ogier che Esapekka Lappi hanno faticato a governare le loro vetture ma il campione del mondo è comunque riuscito a portare a casa punti pesanti per il mondiale. Il pilota di Gap si accinge ad affrontare uno dei pochi rally rimasti per lui tabù, avendo solo tre secondi posti come miglior risultato, ma la ritrovata competitività della Citroën sui terreni più accidentati potrebbe essere d'aiuto per sfatare finalmente questa maledizione sudamericana. Atteso ad una riprova anche lo stesso Lappi, che fino ad ora non ha impressionato al volante della C3.

Dominatore assoluto dodici mesi fa, Tänak dovrà riscattare in Argentina l'ennesima sfortunata "caduta" rimediata in Corsica. La foratura di sabato pomeriggio gli ha tolto un'altra possibile vittoria, oltre la leadership del campionato, ma l'estone può contare su una Yaris che a livello prestazionale è ormai riferimento assoluto. Le temperature non troppo elevate di questo weekend, mai sopra i 25°C a quanto si apprende dalle previsioni meteo, dovrebbero costituire un'ulteriore aiuto ad una vettura che invece ha mostrato di patire le condizioni di calura estrema.

Reduce da due podi difficilmente pronosticabili, Elfyn Evans è riuscito a risollevare il morale del team M-Sport Ford, che dopo avere perso Tänak e Ogier nello spazio di un anno sembrava destinato a ricoprire un ruolo da comprimario. Il gallese ha confermato la bontà della Fiesta WRC, vettura non più da titolo ma sicuramente capace di giocarsi ancora dei successi singoli, e anche in Argentina potrà lottare per una top 3 al netto di incidenti di percorso. Il quinto posto della Corsica ha ridato linfa anche a Teemu Suninen, decisamente scoraggiato dai tanti errori di inizio stagione ma tornato competitivo sulla superficie asfaltata; su un terreno maggiormente adatto al finlandese, che nella prima tappa partirà dalla nona posizione, anche la Fiesta #3 potrebbe essere della partita.

Attesa anche per Kris Meeke, che nel 2015 in Argentina ha portato alla vittoria la Citroën DS3. Il nordirlandese può persino permettersi di recriminare per punti persi senza colpe particolari, situazione a dir poco impensabile un anno fa, e in Toyota sembra avere ritrovato la velocità che negli ultimi anni era andata scemando per mancanza di fiducia. L'obiettivo dell'ex campione intercontinentale sarà quello di trovare finalmente il primo podio con la Yaris, sin qui solo sfiorato, anche per dare ulteriore spinta al mondiale costruttori della Casa giapponese. Discorso analogo per Jari-Matti Latvala, che nelle prime gare di questo 2019 è tornato a mostrare il lato più "falloso" e ha incamerato appena 15 punti in quattro rally, compromettendo in largo anticipo la sua stagione: il finlandese dovrà sfruttare al massimo la sua posizione di partenza, che venerdì sarà l'ottava, per rilanciare il suo campionato.

Nuovo cambio di formazione in casa Hyundai, che in Argentina riproporrà Andreas Mikkelsen al fianco di Neuville e Daniel Sordo. La terza i20 è reduce da un Rally di Corsica alquanto sfortunato con Sébastien Loeb, ancora lontano dai livelli che più gli competono. Mikkelsen, quarto in Svezia più per demeriti altrui che per meriti propri, sarà l'ultima WRC ufficiale al via nella prima tappa e avrà l'ennesima occasione per girare a suo favore una sorte che non gli ha mai arriso, da quando è sbarcato alla corte di Alzenau. Sordo, quarto senza sussulti in Corsica, cercherà di conquistare il quarto podio in Argentina dopo essere arrivato terzo l'anno scorso, a nove anni di distanza dalla piazza d'onore del 2009.

Interessante lo schieramento delle WRC-2, con nove vetture al via di cui tre ufficiali. Škoda darà l'assalto alla vittoria di categoria con il giovane boliviano Marco Bulacia, già in grande evidenza in Messico, ma dovrà fare i conti con la Citroën di Mads Østberg e con la Ford di Gus Greensmith. Tra i privati spicca la presenza del tre volte campione europeo Kajetan Kajetanowicz, su una Volkswagen Polo, mentre sulle Ford ci saranno Takamoto Katsuta e i fratelli Pedro e Alberto Heller; anche due Škoda al via, con Benito Guerra e il brasiliano Paulo Nobre. Assenti i due leader di campionato, rispettivamente Łukasz Pienązek tra gli ufficiali e Ole Christian Veiby tra i privati.

Nella pausa tra Corsica e Argentina, le notizie provenienti dal mondiale rally hanno riguardato soprattutto il calendario 2020. Nel corso di quest'anno, infatti, la FIA ispezionerà ufficialmente il Rally del Safari e il Rally di Aichi, quest'ultimo candidato per riportare nel mondiale il Giappone, al fine di valutare l'adeguatezza ad ospitare un rally iridato. Il ritorno del Kenya nel calendario del WRC sarebbe particolarmente importante anche perché, finalmente, riporterebbe sotto lo stesso tetto tutti i rally del Grande Slam. Infine è allo studio la possibilità di riproporre già dal 2020 l'alternanza tra Australia e Nuova Zelanda per quanto riguarda il rally in Oceania.

Tornando all'Argentina, il percorso del rally 2019 si presenta analogo a quello del 2018, eccezion fatta per l'accorciamento di alcune prove speciali. L'unica sostanziale differenza riguarda la PS17 tra Mina Clavero e Giulio Cesare, invertita rispetto al 2018 e dunque riportata al senso di marcia del 2017. Per quanto riguarda la copertura live dell'evento, DAZN trasmetterà ben cinque prove speciali: la PS1 nella notte tra giovedì e venerdì, il doppio passaggio della Mataderos - Cuchilla Nevada di sabato e il doppio passaggio della Copina - El Cóndor di domenica.

39° Xion Rally Argentina
Round 5/14
25-28 aprile 2019

INFO PERCORSO

Distanza totale: 347,5 km
Numero prove speciali: 18
Prova speciale più lunga: Cuchilla Nevada - Chacarato, 33,65 km
Prova speciale più breve: Villa Carlos Paz, 1,9 km

RECORD

Vittorie pilota: 8 - Sébastien Loeb
Vittorie costruttore: 10 - Citroën
Podi pilota: 10 - Carlos Sainz
Podi costruttore: 18 - Lancia, Citroën
Presenze: 20 - Gabriel Raies, Jorge Recalde
Vittorie prove speciali: 80 - Carlos Sainz

ALBO D'ORO

PROGRAMMA

Giovedì 25 aprile
10:00 (15:00) Shakedown
19:08 (venerdì 27/4, 0:08) PS1 Villa Carlos Paz - DAZN

Venerdì 26 aprile
8:08 (13:08) PS2 Las Bajadas - Villa del Dique 1
8:55 (13:55) PS3 Amboy - Yacanto 1
10:08 (15:08) PS4 Santa Rosa - San Agustín 1
12:03 (17:03) PS5 Villa Carlos Paz Parque Temático 1
14:51 (19:51) PS6 Las Bajadas - Villa del Dique 2
15:38 (20:38) PS7 Amboy - Yacanto 2
16:51 (21:51) PS8 Santa Rosa - San Agustín 2

Sabato 27 aprile
7:47 (12:47) PS9 Tanti - Mataderos 1
8:38 (13:38) PS10 Mataderos - Cuchilla Nevada 1 - DAZN
9:25 (14:25) PS11 Cuchilla Nevada - Chacarato 1
11:26 (16:26) PS12 Villa Carlos Paz Parque Temático 2
13:17 (18:17) PS13 Tanti - Mataderos 2
14:08 (19:08) PS14 Mataderos - Cuchilla Nevada 2 - DAZN
14:55 (19:55) PS15 Cuchilla Nevada - Chacarato 2

Domenica 28 aprile
9:08 (14:08) PS16 Copina - El Cóndor - DAZN
10:31 (15:31) PS17 Mina Clavero - Giulio Cesare
12:18 (17:18) PS18 Copina - El Condor (Power Stage) - DAZN

NB: tra parentesi gli orari italiani.

Immagine copertina: Red Bull

Condividi