WRC Rally di Corsica - Anteprima

Sul veloce asfalto francese Ogier cerca di difendere la leadership, Hyundai in caccia del primo successo
WRC | Rally di Corsica - Anteprima
di 04 aprile 2017, 16:32

Il WRC torna in Europa questo weekend per la 60esima edizione del Tour de Corse, uno dei rally più famosi del mondo e parte del cosiddetto "Grande Slam" insieme a Montecarlo, Safari, 1000 Laghi e RAC. Per la prima volta dal 2006, la corsa ritrova collocazione in calendario nella seconda domenica di aprile. Sull'asfalto dell'isola mediterranea si svolge il quarto round di una stagione ancora molto incerta, per quanto riguarda la classifica generale.

Le prime tre prove hanno visto trionfare tre piloti differenti, di tre Case diverse. Sébastien Ogier su Ford a Montecarlo, Jari-Matti Latvala su Toyota in Svezia, Kris Meeke su Citroën in Messico. Il leader del campionato è proprio il quattro volte iridato, giunto sempre a podio sinora ma spesso chiamato a correre in difesa a causa di una vettura competitiva ma ancora un passo indietro rispetto alle rivali. 

Ma oltre a essere la gara di casa, per Ogier questa è una grande occasione per tornare al successo, essendo proprio l'asfalto la superficie dove storicamente emerge il 100% del suo talento. Solo l'anno passato, tuttavia, il campione alsaziano ha sfatato il tabù corso, vincendo davanti a Thierry Neuville: i suoi precedenti riguardavano dapprima solo un secondo posto nella categoria JWRC datato 2008 e un 15esimo, a causa di un problema al cambio, nel 2015.

L'unica Casa mancante all'appello alla voce "vittorie" è Hyundai, proprio quella parsa più preparata dal punto di vista prestazionale, ma al tempo stesso maggiormente sprecona. Tuttavia, il team tedesco-coreano ha tutte le carte in regola per sbloccarsi proprio in Corsica, avendo due specialisti dell'asfalto come Neuville e Sordo. Entrambi hanno dimostrato una buona regolarità in Messico e Neuville è riuscito a portare almeno sul podio la i20 WRC, col terzo posto. Sia il francese che lo spagnolo hanno già all'attivo un successo finale qui, quando il rally valeva per il campionato intercontinentale, rispettivamente nel 2011 e nel 2012. Terzo incomodo è Hayden Paddon, che ha cercato di colmare le sue ancora decise lacune su asfalto partecipando al leggendario Rally di Sanremo, lo scorso weekend: per il neozelandese, alla guida di una i20 in versione R5, un secondo posto finale, alle spalle del pluricampione italiano Paolo Andreucci.

Dopo un Rally del Messico molto difficile, Toyota cercherà di rifarsi in Corsica, pur avendo invece due piloti che senza sterrato hanno più difficoltà a eccellere. Secondo in campionato, Jari-Matti Latvala è riuscito addirittura a oltrepassare le aspettative della squadra diretta da Tommi Mäkinen, ma per tentare il colpaccio mondiale all'esordio con la Yaris sarà necessario mantenere le prestazioni costanti lungo tutta la stagione. In chiaroscuro invece Juho Hänninen, veloce ma ancora piuttosto falloso. 

Il successo (con brivido) messicano ha riportato il sorriso sotto la tenda Citroën, che in occasione del rally di casa porta al debutto anche il terzo esemplare della C3. Kris Meeke ha conquistato il suo quarto successo in carriera nel WRC, ma ora si trova a dover affrontare una corsa che non gli ha mai nemmeno portato particolarmente fortuna, soprattutto l'anno scorso quando vinse tre prove speciali ma venne messo fuori gioco da una foratura e da un problema a una ruota. Come detto, terminerà invece l'alternanza sulla seconda vettura tra Craig Breen e Stéphane Léfèbvre, i quali ora hanno la possibilità di prendere davvero confidenza con la C3, carenza questa che finora ha piuttosto pesato sulle prestazioni dell'irlandese e del francese.

Senza dimenticare gli altri due alfieri del team FordOtt Tänak non è mai sembrato davvero intenzionato a svolgere un ruolo di scudiero per Ogier, essendosi preso il lusso di insidiarlo a più riprese a Montecarlo e addirittura di batterlo in Svezia. L'estone arriva in Corsica come terza forza del campionato, almeno in termini di punti: per quanto riguarda i precedenti storici in questo rally, si può applicare lo stesso discorso di Meeke, visto che in due apparizioni alla guida della Fiesta RS non è andato oltre due decimi posti. Sicuramente più a suo agio sarà il gommato DMACK Elfyn Evans, clamorosamente secondo qui due anni fa e battuto solo dalla Volkswagen Polo di Latvala.

La Casa più vincente in Corsica, tra quelle in attività, è Citroën, che ottenne il suo primo successo già nel 1961 prima di sbancare dalla fine degli anni '90 in poi, grazie ad autentici specialisti dell'asfalto quali Bugalski, Puras e, soprattutto, Sébastien Loeb, trionfatore per quattro anni consecutivi. Molto lontano è tuttavia il record di Renault, con 14 vittorie delle quali però l'ultima è datata 1996, sempre con il compianto Philippe Bugalski. Con sei vittorie, i piloti più vincenti sono Bernard Darniche, ricordato soprattutto per i suoi successi con Fiat e Lancia dalla seconda metà degli anni '70 ai primi '80, oltre al successo del 1970 su Renault, e Didier Auriol, a sua volta vincitore con tre marchi diversi: Ford, Lancia e Toyota.

Tornando alla entry list, che conta ben 81 vetture, in Corsica saranno di scena anche WRC-2 e WRC-3, oltre alla RGT Cup e al debutto del mondiale junior. In WRC-2 vi sarà il rientro di Andreas Mikkelsen, dominatore a Montecarlo sulla Škoda Fabia R5 e assolutamente intenzionato a ripetersi. La squadra di Boleslav riproporrà anche Ján Kopecký oltre al giovane norvegese Ole Christian Veiby, mentre su un'altra Fabia R5 che però non concorrerà per il mondiale salirà Stéphane Sarrazin, di ritorno dall'ePrix di Città del Messico. Assente, invece, il leader del campionato dopo i successi di Svezia e Messico, Pontus Tidemand. L'équipe Ford sarà composta dai piloti di casa Camilli e Bouffier, oltre al finnico Teemu Suninen, mentre tornerà della partita anche Citroën con cinque DS3 private.

La classe WRC-3 riproporrà il mattatore del Montecarlo, Raphaël Astier, sempre su Peugeot 208, mentre non saranno presenti le Renault Clio R3T ufficiali. Tra i protagonisti di questa categoria anche l'italiano Enrico Brazzoli. In RGT Cup la sfida sarà tra la Fiat 124 Abarth di François Delecour e la Porsche 997 di Romain Dumas. Il mondiale junior, infine, vedrà dieci piloti al volante delle Ford Fiesta R2T, che concorreranno anche per la WRC-3, su un calendario di sei prove al fine di conquistare l'accesso diretto a due gare del WRC-2 per il campionato 2018.

La diretta televisiva per il Rally di Corsica sarà garantita nella PS8 e nella PS10, quest'ultima valida come Power Stage. La prima sarà visibile in differita su SkySport Plus, mentre la seconda sarà trasmessa live dallo stesso canale.

60ème Che Guevara Enerdy Drink Tour de Corse
Round 4/13

7-9 aprile 2017

INFO PERCORSO

Distanza totale: 316,76 km
Numero prove speciali: 10
Prova speciale più lunga: Antisanti - Poggio di Nazza, 53,78 km
Prova speciale più breve: Porto Vecchio - Palombaggia, 10,42 km

RECORD

Vittorie pilota: 6 - Bernard Darniche, Didier Auriol
Vittorie costruttore: 14 - Renault
Podi pilota: 9 - Didier Auriol
Podi costruttore: 37 - Renault
Presenze: 35 - Jean-Pierre Manzagol
Vittorie prove speciali: 80 - Didier Auriol

ALBO D'ORO

PROGRAMMA

Giovedì 6 aprile
8:00 Shakedown

Venerdì 7 aprile
9:22 PS1 Pietrosella - Albitreccia 1
11:14 PS2 Plage du Liamone - Sarrola Carcopino 1
14:11 PS3 Pietrosella - Albitreccia 2
16:03 PS4 Plage di Liamone - Sarrola Carcopino 2

Sabato 8 aprile
9:10 PS5 La Porta - Valle di Rostino 1
10:47 PS6 Novella 1
15:12 PS7 La Porta - Valle di Rostino 2
16:49 PS8 Novella 2 - SkySport Plus (20:30)

Domenica 9 aprile
8:58 PS9 Antisanti - Poggio di Nazza
12:08 PS10 Porto Vecchio - Palombaggia (Power Stage) - SkySport Plus

Condividi