WRC | Portogallo: Neuville e Ogier recuperano sulle Toyota

WRC
Portogallo: Neuville e Ogier recuperano sulle Toyota

Tänak mantiene 5"1 su Latvala, analogo vantaggio per Meeke su Neuville di 01 Giugno 2019, 13:51

La classifica del Rally del Portogallo si è quasi totalmente ricompattata dopo il giro mattutino del sabato. Alle spalle del trio Toyota, rimasto al comando e anche invariato nelle posizioni, la lotta tra Thierry Neuville e Sébastien Ogier ha aiutato i due contendenti a riavvicinarsi alla zona podio, ora distante appena cinque secondi.

Il belga e il francese hanno continuato a scambiarsi le posizioni, con Ogier passato al quarto posto dopo la PS9 ma subito superato da Neuville dopo la PS10 di Amarante, la più lunga del rally. Non sono mancati i giochi di tattica, con Hyundai che ha appositamente attardato Daniel Sordo e Sébastien Loeb alla partenza per svantaggiare ulteriormente Ogier, il quale partiva già davanti a Neuville trovandosi alle sue spalle in classifica. Ciononostante i tempi dei due pretendenti al titolo hanno continuato ad equivalersi e ora il belga della Hyundai è avanti di 1"9.

La tripletta Toyota ha iniziato a vacillare poiché Kris Meeke, dopo l'ottimo scratch della PS8, ha cominciato a perdere terreno. Il nordirlandese ha appena 5"3 su Neuville e l'andamento del rally sembra ora a svantaggio dell'ex pilota Citroën, che nel pomeriggio dovrà cambiare passo per mantenere le sue chance di conquistare il primo podio al volante della Yaris.

Si è riaperta anche la lotta per la vittoria tra Ott Tänak e Jari-Matti Latvala. L'estone ha perso secondi preziosi nella PS8 a causa di un'avaria ai freni ma anche il finlandese ci ha messo del suo, dimezzando il gap dal compagno di squadra nella sola, vincente prova di Amarante. 5"1 tra le due Yaris per quello che si preannuncia essere un giro pomeridiano molto appassionante.

Una buona mattinata anche per Esapekka Lappi, che ha recuperato due posizioni risalendo in sesta. Il pilota della Citroën ha approfittato anche di un problema al motore patito da Teemu Suninen nella PS9, che si è poi riflettuto nella lunga e insidiosa PS10; dopo l'avaria ai freni che lo ha tolto dalla lotta per il podio ieri, il giovane alfiere del team Ford sta proseguendo in quella che ormai è diventata una via crucis. 9"1 separano i due finnici. Seguono le altre due Ford ufficiali, con Gus Greensmith ed Elfyn Evans separati da tre minuti.

La classe WRC-2 ha visto tornare al comando Kalle Rovanperä, che ha scavalcato Ján Kopecký mettendo poi un gap di 37"2 sul compagno di squadra in Škoda. Per quanto riguarda i privati, la situazione si è rivoluzionata nella PS10 con il ritiro di Ole Christian Veiby (a causa dell'ennesimo incendio che ha visto protagonista una Volkswagen Polo) e lo stop di Nikolay Gryazin, che ha perso più di due minuti; ne ha approfittato Takamoto Katsuta, ora leader con 11 secondi netti su Eerik Pietarinen e 21"7 su Pierre-Louis Loubet. Stop anche per la Ford Fiesta ufficiale di Łukasz Pieniązek, che pur rientrando in gara con la Rally2 domani dovrebbe perdere il gradino più basso del podio della categoria Pro a vantaggio di Mads Østberg.

La ripetizione delle tre prove mattutine prenderà il via alle 16:08, ora italiana.

Classifica:

Immagine copertina: Red Bull

Condividi