WRC Montecarlo: Ogier controlla il vantaggio dall'assalto di Tänak

33"5 a vantaggio del francese, con quattro prove speciali da disputare di 27 gennaio 2018, 17:51 Condividi
WRC | Montecarlo: Ogier controlla il vantaggio dall'assalto di Tänak

Un'altra giornata segnata fortemente dal maltempo non solo non ha condizionato la leadership di Sébastien Ogier nel Rally di Montecarlo, ma ha addirittura dato modo al cinque volte iridato di incrementare il proprio bottino su Ott Tänak. Questo grazie soprattutto alla PS9, la prima di giornata, che verrà molto probabilmente ricordata come una delle prove speciali più difficili degli ultimi anni: neve, fango e in alcuni tratti anche nebbia hanno costituito un menu sicuramente poco appetibile per i piloti in gara, ma senz'altro è stata l'occasione giusta per distinguere i fenomeni dai piloti "normali".

Al primo passaggio sul traguardo di Corps, Ogier ha rifilato oltre un minuto a Tänak venendo battuto dal solo Mikkelsen, partito per undicesimo e dunque favorito dalle condizioni in miglioramento del percorso. Per le successive quattro prove speciali, Ogier ha controllato il vantaggio badando a non commettere errori dopo quello che ieri pomeriggio gli è costato circa una ventina di secondi; d'altra parte Tänak ha ripreso la sua rincorsa, vincendo le PS 10 e 11 e chiudendo la giornata a 33 secondi e mezzo dal leader.

A quattro prove speciali dalla conclusione, il podio momentaneo del Montecarlo vede esattamente gli stessi protagonisti di un anno fa. Al terzo posto c'è infatti Jari-Matti Latvala, che ha visto spianarsi la strada di fronte a sé dopo il ritiro di Daniel Sordo, illustre vittima della famigerata PS9, e i problemi ad una ruota accusati da Esapekka Lappi nella PS11. La Yaris #7 dista un minuto e mezzo da Ogier e un minuto da Tänak, ma allo stesso tempo vanta oltre tre minuti sull'altro compagno di squadra Lappi.

Dopo il suddetto inconveniente, costato circa tre minuti, Lappi ha costantemente recuperato terreno su Kris Meeke fino a strappargli nuovamente la quarta posizione (di appena 1"6) proprio sul traguardo di fine giornata. Nessun problema per il nordirlandese della Citroën, a parte un'uscita di strada durante la PS11 in una curva che ha messo in seria difficoltà anche gente come Tänak e Neuville, ma il vantaggio su Elfyn Evans alle sue spalle si è decisamente assottigliato. Anche oggi infatti il gallese della Ford è risultato complessivamente più veloce di Thierry Neuville, che lo insegue senza successo ormai dalla mattinata di ieri, aumentando a 33"4 il suo vantaggio sul belga. Sia Evans che Neuville, comunque, hanno superato in classifica generale Bryan Bouffier, ora ottavo davanti a Craig Breen.

Neuville ha dato segnali di ripresa proprio a fine giornata, vincendo sul filo di lana le ultime due prove speciali, ma in casa Hyundai bisogna segnalare che il vincitore finale della tappa odierna è stato Andreas Mikkelsen: rientrato con la Rally2 dopo i problemi all'alternatore di ieri, il norvegese ha rifilato un totale di 12"6 a Ogier nelle cinque prove del sabato restando però troppo lontano dall'ultimo piazzamento in zona punti disponibile.

La decima posizione assoluta è appannaggio del leader della classe WRC-2, Ján Kopecký. Il ceco della Škoda ha aumentato a dodici minuti il suo vantaggio sulla Peugeot del belga Guillaume de Mévius, che durante la PS11 ha anche subito danni al retrotreno tagliando una curva. Un problema al radiatore in mattinata ha messo kappaò Kevin Abbring regalando la terza posizione al vicentino Eddie Sciessere, che alla fine della seconda tappa occupa anche la 14esima posizione assoluta del rally. Nella WRC-3 Jean-Baptiste Franceschi è stato costretto al ritiro nella PS11 dopo un'uscita di strada, lasciando la prima piazza di categoria all'italiano Enrico Brazzoli su Peugeot 208 R2.

Un'ultima nota di questa giornata riguarda l'eccellente prestazione di Andrea Nucita nella PS9. Alla guida della Fiat 124 Abarth RGT gommata DMACK, il pilota italiano ha concluso al quarto posto assoluto la difficilissima prova d'apertura, staccato di un minuto e 19 secondi da Mikkelsen, ad ulteriore conferma anche della bontà delle coperture anglo-cinesi che l'anno scorso hanno permesso ad Elfyn Evans di eccellere a più riprese. Purtroppo anche il Montecarlo di Nucita si è concluso con un'uscita di strada nella PS11, mentre la 124 Abarth superstite di Nicolas Ciamin ha accusato un problema meccanico nella frazione successiva ed è stata costretta a sua volta allo stop.

La terza e decisiva tappa del Montecarlo 2018 prenderà il via domattina, alle 8:32. Grande protagonista sarà il doppio passaggio sul leggendario Col de Turini.

Classifica:

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.