WRC | Messico: Mikkelsen e Sordo out, Ogier prova la fuga

WRC
Messico: Mikkelsen e Sordo out, Ogier prova la fuga

Il ritiro delle due Hyundai spalanca le porte al francese, autore di una prima tappa fenomenale di 09 Marzo 2019, 09:45

Il giro pomeridiano del venerdì in Messico ha riservato molte sorprese, soprattutto per il team Hyundai che ha perso le due vetture che si stavano giocando la prima posizione. Leader dopo la mattinata, Andreas Mikkelsen ha colpito una grossa roccia nella PS5 ed è stato costretto allo stop, mentre Daniel Sordo si è fermato tra la PS6 e la PS7 con problemi all'alternatore, spianando la strada ad un Sébastien Ogier che d'altra parte ha fatto valere il suo palmarès e anche la competitività della Citroën C3.

Dopo i successi nella PS5 e nella PS6, Ogier ha perso qualche secondo nella PS7 a causa di una foratura, ma la sua classifica non ne ha risentito troppo. Il primo passaggio di Las Minas ha infatti visto la vittoria di Ott Tänak, segno che il percorso della Power Stage di domenica sembra mettere tutti sullo stesso piano. Con le Hyundai kappaò, il vantaggio di Ogier sull'ex compagno di squadra Elfyn Evans è di 14"8 ma il passo mostrato dal francese ieri potrebbe rappresentare una forte indicazione di quello che accadrà nella seconda tappa.

La sfortuna non ha risparmiato nemmeno Jari-Matti Latvala, afflitto a sua volta da problemi elettrici prima della PS8 mentre occupava la quarta posizione. Il ritiro del finlandese ha consentito a Tänak di portarsi ai piedi del podio, con 37"1 di ritardo da Ogier: l'estone ha limitato i danni ottimamente alla sua prima volta da apripista del venerdì, portandosi a casa anche una prova speciale; nella tappa odierna potrà andare all'attacco della top 3.

Podio che al momento è chiuso da Kris Meeke, che ha 16 secondi netti di vantaggio sul compagno di squadra dopo un buon giro pomeridiano, in cui le gomme dure montate sulla Yaris hanno svolto un ottimo lavoro. Il nordirlandese paga 6"3 ad un Evans molto concreto, sull'unica Ford rimasta in gara: anche il figlio d'arte ha ricevuto un aiuto importante dalla sua posizione di partenza, pertanto bisognerà rivederlo all'opera oggi nelle stesse condizioni di chi lo circonda in classifica.

Quinta posizione per Esapekka Lappi, ad un paio di secondi da Tänak dopo un clamoroso testacoda senza conseguenze nella PS6, con il quale ha colpito un albero ma non ha riportato danni sulla sua C3. Piuttosto sconsolato Thierry Neuville, distante in classifica dopo la foratura patita nella PS2 e in difficoltà con il set-up della sua Hyundai; il ritardo di un minuto dal rivale per il titolo è abbastanza imponente e il belga dovrà sperare più che altro in nuovi inconvenienti altrui per recuperare posizioni, come già accaduto ieri pomeriggio.

Ben quattro vetture R5 sono quindi entrate in zona punti. A comandare la fila delle WRC-2 è sempre Marco Bulacia, che ha aumentato a 9"8 il suo vantaggio su Benito Guerra; terzo posto per Alberto Heller dopo il ritiro di Łukasz Pieniązek, che tornerà in gara oggi per portare a casa i 25 punti del mondiale Pro. Decimo assoluto è Ricardo Triviño, leader tra i piloti del campionato nazionale con oltre quattro minuti di margine su Ricardo Cordero.

Alle 15:23 italiane partirà la seconda tappa, con nove prove speciali in totale.

Classifica:

WRC | Messico: Mikkelsen e Sordo out, Ogier prova la fuga 1

Immagine copertina: Red Bull


Condividi