WRC Germania: Tänak resta al comando a fine giornata, ma Ogier non molla

Evans emerge dalla lotta per il quarto posto e si avvicina a Neuville
WRC | Germania: Tänak resta al comando a fine giornata, ma Ogier non molla
di 17 agosto 2018, 19:32

Sei vittorie in sette prove speciali. Con questo importante bottino, Ott Tänak ha dettato legge nella prima tappa del Rally di Germania 2018. Il pilota estone della Toyota è risultato inattaccabile per chiunque in queste prime fasi del veloce rally nordeuropeo, ma Sébastien Ogier ha quantomeno avuto il merito di restare in scia al proprio ex compagno di squadra, concludendo la giornata ad appena 12"3 di ritardo.

Un Ogier finalmente soddisfatto delle novità portate dalla Ford, che hanno dato ulteriore vigore alla Fiesta sul veloce asfalto delle zone limitrofe a Bostalsee. La confidenza instauratasi tra Tänak e la Yaris tuttavia sta rendendo questo binomio assolutamente imprendibile e, probabilmente, entrambe le parti stanno già facendo la conta dei rimpianti per un'occasione mondiale sfumata con troppo anticipo.

Pur senza commettere errori, Thierry Neuville ha perso terreno dal duo di testa nelle tre prove speciali del pomeriggio. Il ritardo del leader del mondiale ammonta ora a 27"4 e domani sarà una giornata decisiva per decidere cosa dovrà rappresentare questo rally per il capitano della squadra Hyundai: un'occasione per incamerare altri punti preziosi o una competizione da vincere a tutti i costi per proseguire nella sua fuga iridata?

Nel frattempo, dal folto pacchetto di mischia in lotta per la quarta posizione al termine del giro mattutino è emerso Elfyn Evans, che nel corso del pomeriggio ha risalito ben tre piazze. Il gallese ha un solo secondo di vantaggio su Jari-Matti Latvala, mentre Daniel Sordo è sesto a circa cinque secondi dalla Ford #2. A compiere il percorso inverso rispetto ad Evans è stato Esapekka Lappi, disturbato dalla polvere di una strada sporcata dai passaggi dei piloti precedenti: il terzo pilota di casa Toyota è scivolato in settima posizione ma la quarta, a conti fatti, dista solo cinque secondi netti.

Pomeriggio positivo per Craig Breen, risalito in ottava posizione davanti ad Andreas Mikkelsen, ancora una volta nettamente oscurato dai due compagni di squadra. Chiude la top ten Teemu Suninen, che ha scavalcato un Mads Østberg in difficoltà a causa di cali di potenza del motore della sua Citroën, problemi già riscontrati nella superspeciale di ieri sera. 

In WRC-2, Ján Kopecký ha preso un margine di sicurezza nel giro pomeridiano grazie alla penalità inflitta a Nil Solans, molto veloce in tutte le prove speciali ma penalizzato di 40" a causa di un ritardo al via della PS6. Seconda posizione per la Citroën C3 privata di Yoann Bonato, lontano 22"2 dalla Škoda al comando, mentre in terza si è issato Éric Camilli davanti al rimontante Kajetan Kajetanowicz, con Solans sesto alle spalle di Kalle Rovanperä. Buon settimo posto di categoria per Fabio Andolfi, davanti alle vetture ufficiali di Jari Huttunen e Stéphane Léfèbvre; decimo Umberto Scandola, 11° Simone Tempestini. Invariata la situazione della WRC-3, con Taisko Lario in vantaggio di quasi tre minuti su Enrico Brazzoli.

La seconda tappa prenderà il via domani mattina alle 8:48. Otto prove speciali da disputare, per un totale di 150 chilometri.

Classifica:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.