WRC Galles: Tänak subito in fuga, problemi al cambio per Ogier

Quasi 10 secondi tra l'estone ed Evans. Neuville quinto, Ogier ottavo
WRC | Galles: Tänak subito in fuga, problemi al cambio per Ogier
di 05 ottobre 2018, 13:18

Dopo le prime sei prove speciali del Rally del Galles, la musica non sembra essere minimamente cambiata rispetto alle corse precedenti. Ott Tänak ha chiuso il giro del venerdì mattina al comando e ha preso da subito un buon vantaggio sui suoi avversari per il titolo, che invece hanno patito problemi tra posizione di partenza e affidabilità della vettura.

Il ruolo di apripista si è rivelato ancora una volta difficile da digerire per Thierry Neuville, che sul fondo scivoloso del Galles ha cercato prima di tutto di limitare i danni. Il belga ha chiuso la mattinata al quinto posto, dopo avere vinto la brevissima PS5, con un ritardo di 21"8 su Tänak e la consapevolezza che anche il giro pomeridiano sarà lungo e complicato.

La Toyota Yaris #8 ha invece svolto egregiamente il proprio lavoro sul fango scivoloso e tra i repentini cambi di grip proposti dal terreno di gara, situazione nella quale la vettura giapponese si era sempre trovata in difficoltà. Tänak ha vinto le tre prove speciali vere e proprie e ha messo un gap di 8"9 tra sé ed Elfyn Evans, sempre veloce sulle prove casalinghe e in questo caso favorito anche dalla buona posizione di partenza. Il figlio d'arte, al volante della Ford Fiesta, ha staccato il secondo tempo sia nella PS2 che nella PS3.

A conferma ulteriore della grande crescita di Toyota anche sui terreni con meno aderenza, Jari-Matti Latvala si trova al terzo posto a 15"4 dal compagno di squadra. Nonostante problemi di sottosterzo, dovuti probabilmente ad un settaggio errato del differenziale anteriore, Latvala ha segnato un buon crono nella PS4 e si è trovato a suo agio nelle velocissime frazioni di Slate Mountain. 

La mattinata del team M-Sport si è conclusa, oltre che col secondo posto di Evans, anche con il quarto di Teemu Suninen, a sua volta favorito da una posizione di partenza favorevole. Chi invece ha già perso il sorriso in questo weekend è Sébastien Ogier, che dopo un'ottima partenza in scia a Tänak ha accusato un problema al cambio nella PS4, perdendo le prime due marce. Fortunatamente, prima del service park si dovevano disputare solo le brevi PS5 e PS6, dunque il campione del mondo ha perso i 16"5 della PS4 e poco altro. Il gap totale è di 27"9.

Sesta piazza per Craig Breen con la prima delle Citroën, davanti ad Esapekka Lappi che è stato autore di un testacoda nella PS2. In casa Citroën la situazione non è delle migliori, con Breen che ha ritrovato una buona velocità sul terreno scivoloso dopo qualche aggiustamento mentre Mads Østberg ha paragonato la C3, senza mezzi termini, ad una barca. Il norvegese è nono in classifica e, in generale, se la passa comunque meglio delle Hyundai, che in totale assenza di grip hanno subito pesanti distacchi sia con Hayden Paddon che, soprattutto, con Andreas Mikkelsen, il quale ha pagato ben 50 secondi di ritardo al termine della mattinata.

In classe WRC-2 si è registrato l'assoluto dominio di Kalle Rovanperä, che ha dato assoluto spettacolo nella PS3 rifilando 24 secondi al primo inseguitore, Tom Cave. Il suo vantaggio sulla seconda Škoda ufficiale, quella di Pontus Tidemand che occupa la piazza d'onore momentanea, è di 37"9. Lo svedese ha iniziato questo rally con maggior prudenza, con la consapevolezza di non dover lasciare per strada ulteriori punti. Seguono tre britannici, con Gus Greensmith in terza piazza davanti a Cave e David Bogie, questi ultimi non in corsa per i punti iridati di categoria. La quarta posizione per il mondiale è dunque occupata da Stéphane Léfèbvre con la Citroën, davanti alla Hyundai di Pierre-Louis Loubet e Jari Huttunen; settimo Fabio Andolfi.

Tra le WRC-3, netto dominio di Tom Williams nelle prime prove speciali. Il pilota di casa ha rifilato un minuto e mezzo ai due piloti che sono in corsa anche per il titolo, Taisko Lario ed Enrico Brazzoli, i quali sono invece separati da 15 secondi. 

Il giro pomeridiano, che prevede la ripetizione delle tre frazioni lunghe della mattinata, prenderà il via alle 15:41 italiane.

Classifica:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.