WRC Finlandia: Tänak vince il 1000 Laghi, Østberg resiste a Latvala

Lappi out, Ogier risale al quinto posto grazie al gioco di squadra. Neuville nono
WRC | Finlandia: Tänak vince il 1000 Laghi, Østberg resiste a Latvala
di 29 luglio 2018, 14:41

Nessun problema per Ott Tänak, che ha conquistato il suo quarto successo in carriera nel WRC dominando la 68esima edizione del Rally dei 1000 Laghi in Finlandia. Solo nella giornata di venerdì l'estone della Toyota ha dovuto fare i conti con un Mads Østberg davvero ispirato, ma quando i due si sono ritrovati a correre su un terreno in condizioni analoghe la partita si è conclusa: implacabile ieri, nelle quattro frazioni odierne Tänak si è finalmente limitato a gestire il vantaggio senza correre ulteriori rischi, pregando che la tanto fragile Yaris rimanesse in ordine fino al traguardo della Power Stage. 

32"7 il ritardo finale di Østberg, tornato sul podio per la prima volta dal Rally del Messico 2016. Il norvegese non si è potuto permettere di portare semplicemente al traguardo la sua Citroën C3, perché già sul finire della seconda tappa si è fatta ingombrante la sagoma di Jari-Matti Latvala alle sue spalle. 5"4 separavano i due al via della PS20 e 2"8 è stato il gap al termine del rally, dopo quattro speciali che hanno visto la stoica resistenza del norvegese nei confronti di un Latvala tornato sul podio dopo Montecarlo ma allo stesso tempo meno competitivo rispetto a Tänak.

Un possibile tre su quattro per il team Toyota è sfumato a causa dell'incidente di Esapekka Lappi nella PS20. Dopo avere scalato la classifica in seguito all'errore nella PS2 di venerdì mattina, Lappi si era riportato al quarto posto proprio sul finire della seconda tappa, ma oggi ha definitivamente gettato alle ortiche un rally che l'anno scorso lo aveva visto trionfatore e in questo weekend lo ha invece condannato. Un incidente che comunque non ha intaccato la festa Toyota, team giapponese ma a forte trazione finnica sotto la gestione del quattro volte iridato Tommi Mäkinen.

Al quarto posto in classifica è quindi tornato Hayden Paddon, autore di un rally senza sprazzi ma molto concreto, concluso con lo stesso risultato del Sardegna di oltre un mese fa. Quinto Sébastien Ogier, che come previsto ha beneficiato di un gioco di squadra in casa Ford: al termine della PS22, la Fiesta di Teemu Suninen è stata portata in ritardo al controllo orario e il finlandese è stato penalizzato di 20 secondi, permettendo al campione del mondo di guadagnare una posizione in classifica. Un weekend molto difficile per Ford, con gli aggiornamenti aerodinamici che non hanno dato i risultati sperati e un Ogier tutto sommato lontano dal livello che gli compete: in condizioni così difficili, sotto la tenda di Malcolm Wilson si è deciso di capitalizzare al massimo la possibilità di recuperare punti su Thierry Neuville, che comunque è riuscito a "limarne" un paio grazie al quarto posto nella Power Stage. Tra Ogier e Neuville nella classifica finale si sono piazzati proprio Suninen, Evans e Breen, mentre l'uscita di Lappi ha riportato in top ten Andreas Mikkelsen.

In WRC-2, a portare a casa il bottino pieno è stato Eerik Pietarinen, leader del campionato nazionale e autentica rivelazione del weekend al volante di una Škoda Fabia R5 privata. Piazza d'onore per la Hyundai ufficiale di Jari Huttunen, staccato di oltre un minuto dal connazionale, mentre Gus Greensmith ha preceduto Kalle Rovanperä di appena 1"9 per il gradino più basso del podio. Il figlio d'arte ha ovviamente dato il 110% per recuperare almeno la terza posizione, ma il britannico è riuscito a resistere e a portarsi a casa 15 punti importanti in ottica campionato. Per quanto concerne i colori italiani, quinto posto per il team BRC Racing con Pierre-Louis Loubet davanti a Benito Guerra sulla Fabia della Motorsport Italia, mentre Fabio Andolfi e Simone Tempestini hanno chiuso rispettivamente ottavo e nono dopo essere rientrati in gara con la Rally2. In testa al campionato cadetto resta Pontus Tidemand con 93 punti contro i 75 di Ján Kopecký, mentre Greensmith scavalca Veiby (ritirato in Finlandia) a quota 55.

Doppietta WRC-3/JWRC per Ken Torn, vincitore della classe più piccola davanti ad Emil Bergkvist, battuto per 9"9. Jean-Baptiste Franceschi ha completato il podio precedendo Julius Tannert e Callum Devine, mentre l'incidente della PS5 è costato un pesante zero a Denis Rådström. La classifica della WRC-3 vede quindi Franceschi sempre più leader con 79 punti, mentre Rådström è fermo a 62 ed è stato raggiunto da Bergkvist a quota 61.

Per quanto riguarda il mondiale piloti il divario tra Neuville e Ogier si accorcia a 21 punti, con il belga a quota 153 e il francese a 132. Tänak allunga per la terza posizione con 107 punti mentre Lappi resta fermo a 70 in quarta. Con 228 punti, Hyundai è ancora saldamente al comando del mondiale costruttori contro i 202 di Ford, i 201 di Toyota e i 153 di Citroën.

Dalla veloce terra finlandese si passa ora all'asfalto del Rally di Germania: il nono round del WRC 2018 andrà in scena dal 16 al 19 agosto.

Power Stage:

Classifica finale:

Classifica di campionato:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.