WRC | Corsica: Tänak fora, Neuville balza in cima alla classifica

WRC
Corsica: Tänak fora, Neuville balza in cima alla classifica

L'estone perde due minuti nella PS11, il belga supera Evans nella prova successiva di 30 Marzo 2019, 19:07

Quando il Tour de Corse pareva ormai indirizzato verso il duello finale tra Ott Tänak ed Elfyn Evans, sono bastati pochi minuti a rovesciare completamente le sorti del weekend francese. L'estone della Toyota è stato colpito da una foratura nella PS11 che lo ha costretto a perdere ben due minuti e, di conseguenza, ogni possibilità di conquistare il secondo successo della stagione; nessun problema per il gallese della Ford, che tuttavia è stato "bruciato" dal grandioso scratch di Thierry Neuville nella PS12, la seconda di Castagniccia, e in un attimo si è ritrovato ad essere inseguitore della Hyundai #11.

Per il pilota belga, dunque, ecco un'occasione eccezionale per chiudere trionfalmente un fine settimana non facile. Nonostante qualche difficoltà nello spremere al massimo la i30, Neuville è rimasto attaccato al treno per la vittoria e nel momento giusto ha dato la "zampata" decisiva. Domani, con due prove speciali da correre, il vice-campione del mondo dovrà difendere 4"5 su Evans.

Nella lunga e difficile PS12 ha dato spettacolo anche Sébastien Ogier, che dopo avere superato Teemu Suninen stamattina si è ripetuto nel pomeriggio ai danni di Daniel Sordo. Il francese ha recuperato 19"5 allo spagnolo in una sola frazione, recuperando un terzo posto forse ancora più insperato del primo di Neuville. Anche per il gradino più basso del podio sarà una sfida al decimo di secondo, con 5"1 a separare i due contendenti.

Ancora quinto Teemu Suninen, con 22"4 sullo sfortunato Tänak. La foratura della Toyota #8 si è verificata nella stessa zona già fatale, pochi minuti prima, a Jari-Matti Latvala, che si è fermato ancora una volta perdendo altri due minuti dopo quelli lasciati per strada ieri pomeriggio per la stessa motivazione. Per stessa ammissione del finlandese, tuttavia, la foratura di oggi pomeriggio è stata causata da un taglio esagerato di una curva e non da un detrito.

La fila delle WRC Plus è completata da Esapekka Lappi, superato da Tänak proprio sul traguardo di fine giornata, Sébastien Loeb, Kris Meeke e infine Latvala. Tanto rammarico soprattutto per il nordirlandese, che nel computo totale della tappa odierna ha concluso quarto e domani avrà una cinquantina di chilometri a disposizione per compiere un'impresa, quella di recuperare 34"5 ad un Loeb che in questo weekend non ha mai trovato il bandolo della matassa.

Nella classe WRC-2, la rimonta di Éric Camilli su Fabio Andolfi era quasi completa ma nella PS12 la Volkswagen Polo è andata in fiamme mettendo fine alle speranze di vittoria casalinga del francese e causando la neutralizzazione dell'ultima prova speciale di giornata. L'italiano dovrà quindi difendere 16"2 su Nikolay Gryazin nella mattinata di domani per potersi fregiare di un prestigioso successo, mentre Ole Christian Veiby ha recuperato la terza posizione ai danni di Kajetan Kajetanowicz. Ritiro anche per la seconda delle R5 ufficiali in gara, con Łukasz Pieniązek finito in un fosso nell'ultima prova di giornata: se Pieniązek dovesse ripartire domani avrebbe la vittoria di categoria assicurata, altrimenti la classe Pro non avrà un vincitore poiché Kalle Rovanperä ha danneggiato troppo gravemente la sua Škoda per poter tornare in gara con la Rally2.

Sarà una volata a tre per determinare il vincitore del secondo round del JWRC. Tom Kristensson ha conservato la prima posizione ma Dennis Rådström ha ridotto il gap a soli quattro decimi di secondo, mentre Julius Tannert è lontano 6"6 dallo svedese. Per quanto riguarda i colori italiani, Enrico Oldrati è scivolato all'ottavo posto.

Alle 9:45 di domani prenderà il via la penultima prova speciale, mentre alle 12:18 scatterà la Power Stage trasmessa in diretta da DAZN.

Classifica:

Immagine copertina: Red Bull

Condividi