WRC Australia: Latvala e Tänak davanti a tutti, Ogier guadagna su Neuville

Le Toyota scavalcano Østberg, mentre Breen scivola nono dopo un incidente
WRC | Australia: Latvala e Tänak davanti a tutti, Ogier guadagna su Neuville
di 17 novembre 2018, 00:54

In condizioni di terreno meno sfavorevoli rispetto alla giornata di ieri, le Toyota sono tornate ad essere le solite mattatrici di questa fase finale del WRC 2018. Il Rally d'Australia è arrivato a metà della seconda tappa e al comando delle operazioni ci sono Jari-Matti Latvala e Ott Tänak, che nelle quattro speciali mattutine si sono fatti un sol boccone delle Citroën di Mads Østberg e Craig Breen, rilanciando definitivamente le quotazioni della Casa giapponese in ottica titolo costruttori. 3"2 dividono il finlandese e l'estone, al momento senza giochi di squadra in vista, considerando i chilometri ancora mancanti prima di arrivare al traguardo finale.

Il passo di Østberg non ha retto quello delle due Yaris, complice anche lo scarso adattamento della C3 ad una scelta di gomme mista. Il norvegese, esattamente come il blocco Toyota, ha scelto di usare tre gomme medie e due dure ma le vetture nipponiche hanno risposto molto meglio agli pneumatici Michelin, oltre a confermare in generale uno stato di forma stellare. Il ritardo di Østberg ammonta a otto secondi netti, ma non pare destinato a calare nel corso del pomeriggio. Un testacoda nella PS11 ha messo fine alle speranze di ottenere un buon risultato per Breen, che ha danneggiato la sospensione posteriore sinistra perdendo quasi due minuti nelle ultime due frazioni della mattinata; l'irlandese aveva lamentato anche un problema all'acceleratore al termine della PS10, sotto la tenda di Satory si dovrà dunque investigare riguardo una possibile correlazione con l'incidente.

Ai piedi del podio si è dunque portato un buon Hayden Paddon, quarto sia nella generale che nella classifica parziale di tappa. Il neozelandese è ormai l'ultimo baluardo Hyundai rimasto nelle prime posizioni, in quello che potrebbe essere il suo ultimo rally con i sudcoreani, ma il podio nell'appuntamento "casalingo" è un traguardo troppo importante da raggiungere con questa situazione di classifica. Alle spalle di Paddon sta cercando di risalire anche Esapekka Lappi con la terza Toyota, che ieri ha perso secondi preziosi e ora si trova a 31"8 dal compagno di squadra al comando.

C'è poi la "corsa parallela", quella per il titolo mondiale. Come prevedibile, la seconda posizione di partenza ha ulteriormente danneggiato Thierry Neuville, che durante tutta la mattinata ha continuato a perdere secondi nei confronti di Sébastien Ogier. Con l'incidente di Breen, il capoclassifica del mondiale ha recuperato la sesta posizione mentre il belga non è riuscito nemmeno a scavalcare l'irlandese, arrivato al service park con la vettura gravemente danneggiata ma anche con 7"5 di margine sulla Hyundai #5. Tra Ogier e Neuville, esattamente a metà percorso, ci sono 51"9. A proteggere le spalle al francese ci sono ancora le altre due Ford, con Elfyn Evans settimo e Teemu Suninen ottavo.

Nella classe WRC-2 è arrivato lo stop di Pedro Heller nel corso della PS9, che ha lasciato campo ancora più libero ad Alberto Heller. Il cileno della Ford ora comanda con quasi due minuti e 25 secondi di vantaggio su Armin Kremer, mentre Gianluca Linari è salito in terza posizione con la Subaru Impreza nonostante un distacco ormai abissale.

Alle 2:08 italiane prenderà il via il giro pomeridiano, con una minaccia di pioggia incombente. In programma c'è la ripetizione delle quattro frazioni della mattina, con altri due passaggi sulla superspeciale di Coffs Harbour a concludere la giornata.

Classifica:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.