WRC Argentina: Tänak leader nonostante un testacoda, classifica molto corta

Dieci piloti in 38" dopo le prime cinque prove speciali
WRC | Argentina: Tänak leader nonostante un testacoda, classifica molto corta
di 27 aprile 2018, 18:58

Una mattinata soleggiata e calda ha dato il via al Rally d'Argentina dopo la superspeciale di ieri sera in quel di Villa Carlos Paz. Tre prove speciali a cui ha fatto seguito un'altra breve frazione-spettacolo, quest'ultima non di poco conto poiché ha nuovamente cambiato il leader della classifica generale. In cinque frazioni questo rally ha già conosciuto ben quattro padroni differenti, da Thierry Neuville che ha vinto la PS1 al tramonto di giovedì sera a Ott Tänak, capoclassifica provvisorio al termine della mattinata nonostante un testacoda nella PS2 che in un primo momento sembrava presagire conseguenze ben peggiori. Attualmente, la zona punti del rally è racchiusa in appena 38 secondi e la situazione è ancora tutta in divenire.

L'estone ha commesso un errore nella primissima frazione odierna perdendo quasi 24 secondi, ma nonostante un problema allo sterzo nelle tre prove successive è risalito come un fulmine, vincendone due e scavalcando Andreas Mikkelsen al termine della PS5. Il norvegese, che in alcuni frangenti ha lamentato una strada piuttosto sporca a causa della presenza di rocce, dista appena otto decimi dalla Toyota #8 e finalmente ha dato segnali di ripresa dopo due rally poco competitivi.

Terzo gradino del podio momentaneo per Kris Meeke sulla Citroën, staccato di 3"1, che ha rimediato una foratura durante la PS2 ma ha saggiamente preferito proseguire per sostituire la gomma a traguardo raggiunto. Subito alle spalle del nordirlandese si è posizionato Sébastien Ogier, partito fortissimo nella PS2 e più in difficoltà nelle prove successive con la strada "sporca": un altro venerdì iniziato in difesa per il campione del mondo, in attesa di condizioni migliori a partire da domani.

Quinto Daniel Sordo, che grazie al successo nella PS5 ha scavalcato un Thierry Neuville ancora in chiaroscuro. Il belga si è trovato poco a suo agio sul terreno scivoloso di questa mattinata, ma ha saputo limitare al massimo i danni e nel corso del pomeriggio potrebbe nuovamente emergere su un terreno più pulito. Il ritardo del vice-iridato nella generale è di 9"4.

Poco più staccato Esapekka Lappi, che ha accusato gran parte del suo ritardo dal compagno di squadra nella PS4. Qualche rimpianto per Craig Breen, ottavo a 16"8 di distacco con dieci secondi di penalità rimediati ieri sera a causa di un ritardo alla partenza della PS1. L'irlandese, partito nelle retrovie come da classifica di campionato, è stato invece disturbato dalla tanta polvere sollevata dalle vetture dinnanzi a lui. Stesso problema di Breen anche per le Ford Fiesta di Elfyn Evans, nono a 24"7 da Tänak, e Teemu Suninen, che chiude la zona punti a 38"1 di distacco.

A pagare più di tutti l'accidentato scenario di questo rally è stato il sempre sfortunato Jari-Matti Latvala, che nella PS3 ha urtato una roccia distruggendo una sospensione. Per il finnico della Toyota la giornata si è dunque già conclusa e il suo rally potrà ripartire solo domattina.

Dominio Škoda, come ampiamente preventivabile, in WRC-2. Padrone della classifica cadetta è Pontus Tidemand, che in cinque prove speciali ha accumulato 22"5 su Kalle Rovanperä; dinnanzi al finlandese si trova Ole Christian Veiby, sempre al volante di una Fabia ufficiale ma fuori dalla lotta per i punti in questo weekend. Quarto Gus Greensmith al volante della prima Ford, a 1'23" di distacco da Tidemand. Tra i protagonisti già fuori dai giochi per le posizioni che contano c'è l'iridato junior in carica Nil Solans, fermo ancora prima della superspeciale di ieri a causa di un problema all'alternatore: lo spagnolo è dunque entrato in corsa direttamente stamattina con la formula Rally2, pagando i sette minuti previsti dal regolamento.

Il giro pomeridiano del venerdì, comprendente le tre prove speciali di stamattina senza la superspeciale finale, prenderà il via alle 19:51 italiane.

Classifica:

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.