WRC | Argentina: Tänak ancora out, Neuville in fuga

WRC
Argentina: Tänak ancora out, Neuville in fuga

Ogier terzo per problemi all'idroguida, ora è doppietta Hyundai con Mikkelsen di 28 Aprile 2019, 10:00

La seconda tappa del Rally d'Argentina ha scombinato totalmente la classifica e, forse, anche i primi equilibri di questo WRC 2019. Ott Tänak si è fermato durante la PS14 a causa di un problema all'alternatore già rilevato all'inizio della frazione e poi manifestatosi nel modo peggiore; non è andata meglio a Sébastien Ogier, che nel giro mattutino è rimasto senza idroguida perdendo molte posizioni, recuperando nel pomeriggio fino alla terza dopo avere vinto due prove speciali.

Gioco relativamente facile per Thierry Neuville, che dopo essersi ritrovato Tänak a cinque secondi di distacco a metà mattinata ha visto il gap aprirsi vertiginosamente allo stop dell'estone. Il suo primo inseguitore, a tre prove speciali dalla fine, è Andreas Mikkelsen, attardato di 45"7. Il norvegese sta correndo un buon rally, probabilmente il migliore da quando è salito sulla Hyundai i20.

Ogier ha un ritardo di oltre un minuto dal belga e di 20"3 da Mikkelsen. Nonostante tutto l'accaduto, per il francese il podio è ancora possibile e nei pochi chilometri restanti cercherà di mettere pressione su Mikkelsen per limitare ancora i danni. In casa Citroën, Esapekka Lappi non è riuscito nemmeno a riprendere il via ieri dopo l'incidente di venerdì pomeriggio.

La quarta posizione ha cambiato proprietario dopo la conclusione della tappa. Nella PS11, infatti, Kris Meeke (così come Tänak) ha percorso un breve tratto fuori dal percorso effettivo della prova speciale ricevendo così una penalità di 10 secondi. Ne ha approfittato Daniel Sordo, ora ai piedi del podio con un vantaggio di 1"2 sul nordirlandese della Toyota.

Sesto Jari-Matti Latvala, a cui è stato abbuonato il tempo perso con la bandiera rossa venerdì. La Direzione Gara ha infatti ammesso il suo errore attribuendo al finlandese un cronologico simbolico, in linea coi tempi che stava ottenendo nella PS8. Latvala è stato il secondo pilota più veloce di giornata, battuto solo da Neuville, e ora dista 15"1 da Meeke. In lotta per il podio, ora come ora, c'è anche lui.

Teemu Suninen chiude la fila delle WRC ufficiali con l'unica Ford rimasta dopo il ritiro di Elfyn Evans. Il gallese è stato messo kappaò da un incidente nella PS10, mettendo fine alla sua striscia positiva di risultati. Tänak rientrerà in gara oggi con la Rally2 dalla nona posizione, attardato di due minuti rispetto a Mads Østberg.

Il norvegese comanda una WRC-2 che, come spesso accade in rally come questo, è una lotta ad eliminazione. Tra le vetture ufficiali, Gus Greensmith ha già dovuto affidarsi alla Rally2 dopo il botto di venerdì mentre Marco Bulacia è stato definitivamente costretto al ritiro da un capottamento nella PS9. Sul podio dei privati troviamo invece Pedro Heller, Paulo Nobre e Benito Guerra. Da segnalare, infine, l'11° posto del paraguayano Alejandro Galanti alla guida di una Toyota Etios R5 iscritta con omologazione nazionale.

Alle 14:08 italiane prenderà il via la prima delle ultime tre prove speciali che decideranno il Rally d'Argentina 2019.

Classifica:

Immagine copertina: Red Bull

Condividi