WEC Porsche subito al comando nei test di Le Castellet

di 26 marzo 2016, 09:00
WEC | Porsche subito al comando nei test di Le Castellet

Nella giornata di ieri si è aperta ufficialmente la stagione 2016 del WEC, con il cosiddetto "Prologo" sul tracciato di Le Castellet. Porsche si è confermata la vettura da battere, stampando con Neel Jani il miglior tempo assoluto in 1:37.487: prestazione sbalorditiva in quanto il nuovo regolamento tecnico sembrava promettere tempi più alti anche di un paio di secondi al giro, ma la situazione attuale vede cronologici peggiori di appena due decimi rispetto all'anno scorso.

Il team di Weissach ha girato con una sola vettura, la #2, lasciando ai box il trio campione del mondo in carica, che girerà nella giornata di oggi. Il dato interessante è che i tre piloti Porsche sono risultati essere tutti tra i migliori quattro assoluti al termine delle tre sessioni svolte.

L'unico ad inserirsi tra i tre alfieri alla guida della nuova 919 è stato Kazuki Nakajima, al volante della Toyota TS050 Hybrid. Il giapponese ha accusato un ritardo di ben otto decimi rispetto a Jani, coprendo anche un totale di 60 tornate contro le 65 dello svizzero.

Più indietro l'Audi, che peraltro non ha provato nemmeno stint particolarmente lunghi: Benoît Tréluyer è risultato essere il migliore in pista per la Casa degli Anelli, accusando poco meno di due secondi di ritardo da Jani. Qualche problema tecnico ha inoltre fermato ai box la R18 #7 per buona parte della sessione serale.

In classe LMP2, Nick Leventis ha ottenuto la miglior prestazione sulla Gibson del team Strakka. Il britannico ha portato a termine 129 giri, ottenendo nel pomeriggio un 1:46.976. In evidenza anche le Alpine, con il team DC Racing al secondo posto e Signatech al terzo, seguiti da Morand Racing ed Extreme Speed con le Ligier.

Molto attesa anche la classe GTE-Pro, anch'essa stravolta da un nuovo regolamento tecnico. La nuova 488 del team AF Corse è stata assoluta protagonista di giornata, con Gianmaria Bruni subito in evidenza a bordo della #51 davanti a Sam Bird con la #71. Terza e quarta piazza per le Ford GT, con Olivier Pla e Andy Priaulx rispettivamente a sette ed otto decimi da Bruni. Il team Ganassi ha portato al Paul Ricard tutti i sei piloti che a giugno correranno la 24 Ore di Le Mans per il team del WEC, aggiungendo ai quattro titolari anche Billy Johnson e Harry Tincknell.

Prestazione molto interessante, seppur con pochi giri portati a termine, anche per la Corvette C7R del team Larbre pilotata da Paolo Ruberti. Il veronese, miglior crono tra le GTE-Am, ha chiuso a soli quattro decimi da Bruni, anche se bisogna dire che le nuove GTE-Pro sembrano avere ancora molto margine di miglioramento. A poco meno di nove decimi da Ruberti si è piazzato François Perrodo con la Ferrari della AF Corse, mentre Michael Wainwright ha portato la Porsche del team Gulf al terzo posto.

Oggi sono previste altre sette ore di test collettivi e, per l'occasione, l'entrata in circuito sarà gratuita.

Classifica per piloti

Immagine copertina: twitter.com/Porsche_Team

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


-->

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.