WEC Modifiche all'Equivalence of Technology in vista di Spa-Francorchamps

LMP1 non-ibride penalizzate dopo i test di Le Castellet
WEC | Modifiche all'Equivalence of Technology in vista di Spa-Francorchamps
di 25 aprile 2018, 18:03

A poco più di una settimana dall'inizio della stagione 2018-2019 del WEC, la FIA ha rilasciato il primo bollettino per quanto riguarda l'Equivalence of Technology delle LMP1. Dopo che i test di Le Castellet avevano addirittura collocato le vetture non-ibride ad un grado di leggera superiorità nei confronti della Toyota TS050, con la Rebellion R13 mostratasi come la vettura più veloce sul passo, le vetture dotate di motore endotermico hanno ricevuto delle piccole sanzioni in vista della 6h di Spa-Francorchamps che si svolgerà sabato 5 maggio.

Sia i motori turbo che quelli aspirati, in occasione della corsa belga, non potranno infatti oltrepassare il limite di potenza di 106,4 MJ al giro, circa il 14% in meno rispetto ai test di Le Castellet, mentre il limite per l'ibrido è sempre fissato a 71,3 MJ al giro. La differenza di potenza esprimibile tra ibridi e non-ibridi, dunque, è stata ridotta dal 69% dei test collettivi francesi al 49%.

Riduzione anche per quanto riguarda la capacità dei serbatoi non-ibridi per ogni stint di gara: dai 54 litri previsti in origine si è ora passati a 47,1 litri, per un totale di 12 litri in più rispetto a quanto concesso alle LMP1 dotate di propulsore ibrido. Anche le endotermiche, dunque, dovranno prestare maggiore attenzione al consumo del carburante, e la differenza in vigore grazie a questi correttivi dovrebbe permettere alle Toyota di allungare ogni stint di un giro (in condizioni normali) a Le Mans rispetto alle rivali non-ibride. Un'ulteriore correzione è stata apportata alla misura del bocchettone del carburante, portata a 22,3 millimetri per le non-ibride e a 20,4 millimetri per le ibride.

Nessuna modifica, infine, per quanto riguarda il peso minimo e il flusso di benzina: 833 chilogrammi per le non-ibride contro gli 878 delle ibride; 110 kg/h di carburante per le vetture endotermiche contrapposti gli 80 delle ibride. Toyota dovrà poi sottostare alle limitazioni per quanto riguarda la potenza dell'ERS, fissata a 300 kW con un'energia massima sprigionabile di 6,37 MJ al giro.

Il bollettino sopra descritto potrà essere nuovamente modificato in vista della 24h di Le Mans, sulla base dei risultati di Spa-Francorchamps. Resta però la regola secondo cui la FIA, a suo insindacabile giudizio, potrà infliggere sanzioni durante il weekend di gara qualora dovesse riscontrare anomalie sul comportamento delle LMP1 in pista, onde evitare influenze volontarie sull'Equivalence of Technology.

Immagine copertina: fiawec.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.