WEC Fuji: Toyota e Aston Martin in pole position

#8 davanti a tutti dopo l'esclusione della #7, Vantage rinata in GTE-Pro
WEC | Fuji: Toyota e Aston Martin in pole position
di 13 ottobre 2018, 10:07

Le qualifiche valide per la 6h del Fuji di domani, quarto appuntamento del WEC, hanno visto la solita doppietta Toyota tra i prototipi e la totale rinascita dell'Aston Martin tra le GTE. In una giornata sorprendentemente positiva dal punto di vista del meteo, e non è prevista pioggia nemmeno per domani, il giro più veloce lo ha realizzato Fernando Alonso in 1:23.203 ma non è stato inizialmente sufficiente per portare la Toyota #8 in pole, poiché la miglior tornata di Sébastien Buemi è stata vanificata da un eccesso di track limits. Ne ha dunque approfittato la #7 con José María López e Kamui Kobayashi, che per 91 millesimi ha stabilito la miglior media, ma un eccesso di velocità in corsia box al termine delle qualifiche è costato a sua volta carissimo alla pole sitter, che è stata retrocessa in fondo alla griglia della classe LMP1.

Ottimo il risultato delle Oreca Rebellion, per la prima volta sotto il secondo di distacco dalle Toyota. La #1 con Jani e Lotterer ha infatti pagato solo otto decimi dalle due monoposto ibride, segno che effettivamente i continui cambiamenti dell'EoT stanno dando qualche frutto; a poco meno di due decimi di ritardo si è piazzata la #3 con Menezes e Laurent. A tre decimi dalla migliore delle vetture franco-svizzere si è classificata la migliore delle BR1-AER, la #17, che ha preceduto la #11. Oltre i tre secondi dalla pole la CLM ByKolles e la BR1-Gibson del team DragonSpeed.

Ultima tra le LMP1, la squadra americana si consola alla grande con la pole tra le LMP2, grazie al nuovo record di categoria stabilito da Anthony Davidson in 1:28.011 e a Roberto González che è risultato essere il più veloce tra i non-professionisti. Tre decimi di distacco per la #37 del team DC Racing guidata da Jaafar e Jeffri, mentre la #38 si è classificata terza precedendo la Alpine Signatech, leader del campionato. Solo quinta l'Oreca #28 del team TDS, che in qualifica non ha impiegato il rientrante Jean-Éric Vergne preferendo Matthieu Vaxivière al fianco del gentleman François Perrodo. Più staccate sia la Dallara del team Nederland che la Ligier della Larbre.

Come detto, tra le GTE si è assistito alla resurrezione del team Aston Martin. Già a Silverstone la nuova Vantage aveva mostrato qualche miglioramento, al Fuji è arrivata anche la pole position con la #95 dell'accoppiata danese Sørensen/Thiim. Il crono di 1:35.884 stabilito dal figlio d'arte è anche il nuovo primato di categoria per quanto riguarda la pista sita ai piedi del monte sacro giapponese ed è valso quel piccolo vantaggio sulla BMW #82 che poi Sørensen ha saputo addirittura ampliare ai danni di António Félix da Costa. Terza posizione per l'altra Aston, la #97, che ha preceduto la Ford #67, attardata di oltre tre decimi e mezzo nell'aggregata. Terza fila per le Ferrari, divise da appena due millesimi a vantaggio della #71, mentre le Porsche hanno faticato all'inverosimile sul circuito nipponico con la #91 ottava e la #92, che comanda la classifica del mondiale, addirittura decima e ultima. Christensen ed Estre hanno subito addirittura un secondo di distacco dalla pole position.

Nuovo record anche per quanto riguarda le GTE-Am, categoria in cui Porsche detta invece il passo. Matthew Campbell ha chiuso in 1:36.992 ma la vettura #77 non è andata oltre il terzo posto, sfavorita da un giro molto lento di Christian Ried, addirittura sopra l'1:40. Ne ha approfittato dunque la gemella #88, sempre schierata dal team Proton, con Matteo Cairoli e la new entry casalinga Satoshi Hoshino. Per appena 64 millesimi, l'italiano e il giapponese hanno soffiato la pole all'Aston Martin di Dalla Lana e Lamy. Quarta piazza per un'altra Porsche, quella del team Project 1, davanti alla Aston della TF Sport e alla Ferrari del team Clearwater, rimasta a poco meno di un secondo dalla pole.

L'appuntamento con la bandiera verde per la 6h del Fuji è per le ore 4:00 italiane di domattina.

Classifica

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.