WEC | Approvata la entry list della 24h Le Mans 2019

WEC
Approvata la entry list della 24h Le Mans 2019

60 macchine al via, terzo invito consecutivo per Cetilar Villorba Corse di 01 Marzo 2019, 20:46

L'Automobile Club de l'Ouest ha approvato oggi la entry list per l'87esima edizione della 24h di Le Mans, che tra il 15 e il 16 giugno chiuderà la stagione 2018-2019 del WEC. Le vetture al via saranno nuovamente 60, con 26 wildcard ad aggiungersi alle 34 auto che partecipano a tutto il campionato, divise nuovamente nelle quattro categorie del mondiale endurance. Anche quest'anno non è prevista la vettura del Garage 56, poiché il progetto della Panoz a idrogeno ha subito un brusco rallentamento dopo la scomparsa del patron avvenuta lo scorso 11 settembre.

Nessun invito per la classe LMP1, che anzi resterà ancora una volta priva delle due Ginetta-AER. Perso l'appoggio del team Manor e quello del motorista Mecachrome, il piccolo costruttore britannico ha deciso di sviluppare in proprio le G60 LTP1 spinte dal nuovo propulsore AER turbo (lo stesso delle BR1 del team SMP), ma dopo avere disertato le gare asiatiche di fine 2018 ha deciso di concludere anticipatamente il campionato. L'obiettivo è quello di essere al via della prossima 4h di Silverstone, prova d'apertura del mondiale 2019-2020, in condizioni di competitività accettabili.

Saranno quindi otto le LMP1 al via, con Toyota che dovrà difendere la doppietta del 2018 dagli assalti delle vetture non ibride. In attesa della diramazione dell'Equivalence of Technology, per il quale dobbiamo però attendere diversi mesi ancora, le principali rivali delle vetture giapponesi saranno le Rebellion R13. Ci saranno poi le Dallara BR1, con i due esemplari del team SMP e quello della DragonSpeed a motore Gibson, e la CLM del team ByKolles che dalla prossima 6h di Spa-Francorchamps monterà a sua volta il propulsore Gibson dopo avere accantonato il Nissan.

17 vetture comporranno la classe LMP2, con le sette vetture del WEC affiancate da validissimi invitati. Da segnalare su tutti il team Cetilar Villorba, che parteciperà alla sua terza Le Mans consecutiva con la Dallara P217 e il rientrante Andrea Belicchi al fianco di Giorgio Sernagiotto e Roberto Lacorte, in vista dell'impegno full-time nel WEC previsto per la prossima stagione. Ci saranno poi i migliori equipaggi dell'ELMS 2018: i campioni in carica del team G-Drive, le Ligier dei team Panis-Barthez e United Autosports e le Oreca di Algarve Pro Racing, Graff e Idec Sport. Dalla classe LMP3 del campionato europeo arrivano invece i polacchi di Inter Europol, i britannici di RLR Motorsport e gli slovacchi di ARC Bratislava. 

Per quanto riguarda la GTE-Pro, l'unica novità rispetto all'edizione 2018 è il ritorno del team Risi Competizione che porterà in gara la terza Ferrari 488 utilizzata l'anno scorso da AF Corse. Confermate le quattro Porsche, le quattro Ford, le altre due Ferrari, le due BMW, le due Aston Martin e le due Corvette che correranno a loro volta come wildcard. Invisibili ai fini del punteggio, come sempre, saranno anche le due Porsche e le due Ford provenienti dall'IMSA.

Ben 18 saranno le GTE-Am. Metà dello schieramento delle GT private sarà composto da Ferrari 488, sei delle quali invitate come wildcard: AF Corse schiererà una seconda 488 sotto le insegne della Spirit of Race, Car Guy Racing ne porterà in gara un esemplare sfruttando l'invito derivante dall'Asian Le Mans Series e infine ci sarà il ritorno di un altro nome storico, quello di Kessel Racing, con due vetture; accettate anche le richieste di Weathertech Racing e JMW Motorsport. In forze anche Proton Competition, con altre due Porsche ad affiancare le due partecipanti al WEC, mentre desta grande curiosità la Ford GT privata che sarà utilizzata dalla scuderia di Ben Keating: in quella che dovrebbe essere l'ultima gara della vettura di Detroit in forma ufficiale, inizierà finalmente a farsi strada anche la gestione da parte di strutture esterne.

Qui la entry list completa della 24h di Le Mans, corredata da varie curiosità riguardanti l'edizione 2019.


Condividi