WEC | 6h di Spa-Francorchamps 2019 - Anteprima

WEC
6h di Spa-Francorchamps 2019 - Anteprima

La prima superseason si avvia verso il finale di Le Mans, campionati ancora aperti di 02 Maggio 2019, 11:15

Per la seconda volta in questa superseason 2018-2019 il WEC si appresta ad affrontare la 6h di Spa-Francorchamps, gara ormai storica nel panorama endurance europeo. Pur con differenti format, la corsa belga si disputa ormai dal 1953 ed è stata un appuntamento storico del vecchio mondiale prototipi tanto quanto lo è ora nel mondiale endurance.

Campionati ancora aperti nelle Ardenne, specie grazie al punteggio maggiorato della 24h di Le Mans del prossimo giugno. Nella classe LMP1, dopo il ritorno al successo nella 1000 miglia di Sebring, il trio formato da Fernando Alonso, Sébastien Buemi e Kazuki Nakajima è tornato ad allungare su quello dei compagni di squadra: 15 punti di vantaggio su Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López possono consentire ai piloti della Toyota #8 di vincere il titolo già in Belgio, ma solo previo un risultato disastroso (non meglio di nono) della #7. Toyota che ha ormai confermato il proprio impegno anche per la prossima superseason, nella quale Alonso verrà sostituito da Brendon Hartley per potersi concentrare sul sogno Indianapolis (e non solo). Quella che si presenterà a Spa-Francorchamps, poi, è una TS050 decisamente rivista rispetto a quella che ha corso fino a Sebring, vista l'introduzione di un assetto a basso carico aerodinamico che verrà utilizzato anche a Le Mans.

Anche il team Rebellion introdurrà in Belgio un assetto più adatto alla maratona della Sarthe sulla propria Oreca. La vettura francese disporrà quindi di un piccolo vantaggio rispetto alle altre vetture non ibride, ma sarà necessario osservare anche il livello prestazionale della R13 paragonato alla Toyota. Il bureau tecnico del WEC è intervenuto nuovamente sull'Equivalence of Technology, appesantendo di sei chilogrammi le vetture a motore aspirato (824 chili il nuovo peso minimo) ma cancellando al contempo il parametro energia utilizzabile ad ogni giro: le vetture non ibride avranno quindi la possibilità di "spingere" per tutta la durata di un giro, mentre le Toyota dovranno rispettare i 55,5 MJ imposti dal bollettino.

A proposito di motori aspirati a Spa-Francorchamps tornerà in azione anche la CLM del team ByKolles, ora equipaggiata con lo stesso motore Gibson utilizzato dalla Rebellion. Dopo l'interminabile sequela di problemi patiti con la vecchia unità Nissan derivata dalla GTR-LM Nismo, la scuderia di Colin Kolles ha deciso di cambiare rotta per puntare su un motore più affidabile. A svolgere i test con la "nuova" vettura, in Germania, è stato Paolo Ruberti che tornerà a sua volta in gara in questo weekend sulla vettura #4, al fianco di Tom Dillmann e Oliver Webb. ByKolles che proprio in questo weekend ritroverà tra le sue fila, a distanza di sette anni, l'ingegner Jacky Eeckelaert, proveniente dal team Venturi di Formula E ed ex Honda, Prost e Sauber in Formula 1.

Dopo avere saltato l'appuntamento di Sebring per partecipare ad un test al simulatore DS, a Spa-Francorchamps André Lotterer tornerà al volante della Rebellion #1 insieme a Neel Jani e Bruno Senna, mentre sulla BR1 #11 del team SMP sarà Stoffel Vandoorne a fare il suo debutto nel WEC. La squadra russa ha dovuto rimpiazzare Jenson Button, che ha preferito concentrarsi al 100% sul Super GT, e ha concluso anticipatamente l'accordo di due gare trovato con Brendon Hartley per dare a Vandoorne la possibilità di conoscere maggiormente la vettura in vista di Le Mans. Non ci sarà invece il team DragonSpeed, che dopo l'incidente di Sebring non è riuscito a riparare in tempo la sua Dallara-BR1.

Apertissimo anche il campionato LMP2, con la sfida tra Signatech Alpine e DC Racing #38 che si è totalmente riaccesa a Sebring. Nicolas Lapierre, André Negrão e Pierre Thiriet sono tornati in testa alla classifica con due punti di vantaggio su Gabriel Aubry, Stéphane Richelmi e Ho-Pin Tung ma l'andamento delle ultime gare del 2018 aveva visto i piloti del team cinese nettamente in vantaggio sulla Alpine e pertanto in Belgio potrebbe prospettarsi un nuovo ribaltone. DC Racing potrà poi fare affidamento anche sulla #37, con l'equipaggio Heinemeier Hansson/King/Stevens capace di vincere già al debutto in Florida. Tra le novità in entry list rispetto agli USA troviamo Norman Nato al posto di Loïc Duval sull'Oreca del team TDS, l'ennesimo pilota del team Larbre, che in questo fine settimana affiderà la sua Ligier a Nicholas Boulle al fianco di Erwin Creed e Romano Ricci, e il ritorno del team G-Drive in qualità di wildcard: a pilotare l'Oreca (rinominata Aurus per ragioni di sponsor) #26, detentrice del titolo della European Le Mans Series, ci saranno Roman Rusinov, Job van Uitert e Jean-Éric Vergne.

Fallito il primo matchball iridato in GTE-Pro a Sebring, l'accoppiata Porsche formata da Michael Christensen e Kévin Estre ha visto invece riavvicinarsi in maniera molto pericolosa la coppia dei compagni di squadra, Gianmaria Bruni e Richard Lietz. Il romano, insieme all'austriaco, ha conquistato la sua prima vittoria in Porsche proprio a Sebring riportandosi a -25 dalla vettura gemella nella generale. Un distacco elevato, ma ora non più irrecuperabile. Non sembrano esserci più alternative a Porsche per il titolo piloti, poiché James Calado e Alessandro Pierguidi hanno un gap di 44,5 punti da colmare e l'impressione è che a Spa-Francorchamps i giochi possano concludersi definitivamente, piuttosto che riaprirsi. La notizia più importante di queste ultime settimane è sicuramente quella riguardante la chiusura del programma ufficiale di Ford, che dopo la 24h di Le Mans affiderà la sua GTE ai soli team privati: scelta che andrà molto probabilmente ad impoverire lo schieramento del campionato professionisti, per il quale si sussurra anche di un abbandono da parte di BMW.

25 sono anche i punti di differenza in GTE-Am tra i leader, ossia i piloti del team Porsche Project 1, e i primi inseguitori, quelli del team Ferrari Spirit of Race. Anche nella categoria dedicata principalmente ai non professionisti Porsche si è dimostrata superiore, ma con il team Proton escluso dalla lotta iridata per i fatti riguardanti il rilevatore del tempo di sosta è rimasto solo il trio composto da Jörg Bergmeister, Patrick Lindsey ed Egidio Perfetti a rappresentare la Casa di Weissach al comando. La categoria GTE-Am avrà come sempre una forte rappresentanza italiana, con Matteo Cairoli a pilotare la Porsche #88 insieme a Gianluca e Giorgio Roda, Giancarlo Fisichella sulla Ferrari #54, Matteo Cressoni sulla Ferrari #61 (che il team Clearwater ha dovuto sostituire dopo il botto nelle qualifiche di Sebring), Edward Cheever III sulla Ferrari #70 e il rientrante Riccardo Pera sulla Porsche #77, il quale affiancherà Matthew Campbell e Christian Ried in sostituzione di Julien Andlauer.

La programmazione live della gara di Spa-Francorchamps riguarderà la prima ora e un quarto su Eurosport 2 e l'ultima ora su Eurosport 1.

2019 Total 6 Hours of Spa-Francorchamps - Circuit de Spa-Francorchamps
Round 7/8
2-4 maggio 2019

WEC | 6h di Spa-Francorchamps 2019 - Anteprima 1

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 7,004 km
Tempo di gara: 6 ore
Numero di curve: 19
Senso di marcia: orario

RECORD

Distanza di gara: 6h01:08.896 (176 giri, 1232,704 km) - Marcel Fässler/André Lotterer/Benoît Tréluyer - Audi - 2015
Giro gara LMP1:
 1:57.442 - Mike Conway - Toyota - 2018
Giro prova LMP1: 1:53.658 - Stéphane Sarrazin - Toyota - 2017
Giro gara LMP2: 2:05.324 - Matthieu Vaxivière - Oreca - 2018
Giro prova LMP2: 2:00.945 - Jean-Éric Vergne - Oreca - 2017
Giro gara GTE-Pro: 2:15.667 - Gianmaria Bruni - Porsche - 2018
Giro prova GTE-Pro: 2:12.420 - Olivier Pla - Ford - 2018
Giro gara GTE-Am: 2:17.069 - Matteo Cairoli - Porsche - 2018
Giro prova GTE-Am: 2:14.766 - Matteo Cairoli - Porsche - 2018

Vittorie pilota: 5 - Jacky Ickx
Vittorie costruttore: 10 - Ferrari
Pole pilota: 4 - Jacky Ickx, Mauro Baldi
Pole costruttore: 12 - Porsche
Podi pilota: 9 - Jacky Ickx, Derek Bell
Podi costruttore: 32 - Porsche

ALBO D'ORO

WEC | 6h di Spa-Francorchamps 2019 - Anteprima 2

PROGRAMMA

Giovedì 2 maggio
12:00-13:30 Prove Libere 1
16:25-17::55 Prove Libere 2

Venerdì 3 maggio
11:00-12:00 Prove Libere 3
15:00-16:00 Qualifiche

Sabato 4 maggio
13:30-19:30 Gara - Eurosport 2 (13:30), Eurosport 1 (18:30)

Immagine copertina: fiawec.com

Condividi