Vettel domina il GP di Singapore 2013 e chiude i giochi Mondiali

Vettel domina il GP di Singapore 2013 e chiude i giochi Mondiali
di 22 settembre 2013, 16:43

Chi credeva in un miracolo ancora possibile, da oggi dovrà abbandonare i sogni. Le quasi lacrime di Sebastian Vettel sul gradino più alto del podio di Singapore abbassano la serranda su un Mondiale che, a sei gare dalla fine, ha ancora poco da dire.

Il tedesco, amalgamato alla perfezione su una Red Bull stellare, domina in lungo e in largo nel palcoscenico fashion di Singapore. Resiste in partenza al quasi colpacco di Rosberg, e nei primi giri di fatto chiude la gara, dimostrando di avere in tasca un vantaggio incolmabile per tutti.

Solo la Safety Car a metà gara, causata dall'uscita di pista del suo futuro compagno Daniel Ricciardo, movimenta per poco gli animi. Ma il tutto porta scossoni nelle posizioni alle sue spalle, con il solito grintoso Fernando Alonso che dopo una partenza fantastica (da settimo a terzo) riesce a guadagnare anche la seconda posizione e a mantenerla fino a fine gara.

Ottimo anche Kimi Raikkonen, che nonostante i problemi alla schiena sofferti al sabato riesce a giungere sul gradino più basso del podio con la Lotus. Sfortunatissimo il compagno Romain Grosjean, che è stato costretto ad abbandonare la gara per problemi alla monoposto quando era nelle prime posizioni.

Sfortunatissimo amche Mark Webber, l'altra faccia della medaglia Red Bull. L'australiano si è dovuto ritirare per la rottura del cambio all'ultimo giro, proprio mentre Vettel andava a festeggiare sotto la bandiera a scacchi.

Alle spalle del podio il duo Mercedes, con Rosberg davanti ad Hamilton, seguito da Felipe Massa con la seconda Ferrari e dal duo Mclaren con Button e Perez, finalmente nella top ten e in leggera ripresa. Buona anche la gara di Hulkenberg, nono con la Sauber davanti a Sutil con la Force India, che dopo una qualifica disastrosa riesce a conquistare un punticino Mondiale.

Con questa vittoria Vettel diventa di fatto imprendibile in classifica generale, e solo una casistica impensabile potrebbe riaprire i giochi.

Il risultato di gara:

Pos No Driver Team Laps Time/Retired Grid Pts
1 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 61 Winner 1 25
2 3 Fernando Alonso Ferrari 61 +32.6 secs 7 18
3 7 Kimi Räikkönen Lotus-Renault 61 +43.9 secs 13 15
4 9 Nico Rosberg Mercedes 61 +51.1 secs 2 12
5 10 Lewis Hamilton Mercedes 61 +53.1 secs 5 10
6 4 Felipe Massa Ferrari 61 +63.8 secs 6 8
7 5 Jenson Button McLaren-Mercedes 61 +83.3 secs 8 6
8 6 Sergio Perez McLaren-Mercedes 61 +83.8 secs 14 4
9 11 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari 61 +84.2 secs 11 2
10 15 Adrian Sutil Force India-Mercedes 61 +84.6 secs 15 1
11 16 Pastor Maldonado Williams-Renault 61 +88.4 secs 18
12 12 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 61 +97.8 secs 10
13 17 Valtteri Bottas Williams-Renault 61 + secs 16
14 18 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari 61 + secs 12
15 2 Mark Webber Red Bull Racing-Renault 60 +1 Lap 4
16 21 Giedo van der Garde Caterham-Renault 60 +1 Lap 20
17 23 Max Chilton Marussia-Cosworth 60 +1 Lap 22
18 22 Jules Bianchi Marussia-Cosworth 60 +1 Lap 21
19 20 Charles Pic Caterham-Renault 60 +1 Lap 19
20 14 Paul di Resta Force India-Mercedes 54 Accident 17
Ret 8 Romain Grosjean Lotus-Renault 37 Pneumatics 3
Ret 19 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 23 Accident 9

Fonte tempi: formula1.com

Aggiornamenti a seguire.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.