Un pieno di coppe al Mugello!

KOLO9TY9
Un pieno di coppe al Mugello!

Il ritorno in Italia porta bene ad Andrea Cola, che vince il primo titolo di stagione di 26 Luglio 2019, 09:00

Il weekend del Mugello, in programma dal 19 al 21 luglio, non ha deluso le aspettative dei tanti 9ty9supporter accorsi al circuito toscano per fare il tifo per Andrea Cola ed il suo team Monolite Racing.

Venerdì 19 il consueto appuntamento con le prove libere, che hanno subito messo in evidenza il feeling del pilota capitolino con la pista, tant'è che le seconde libere lo vedono al comando della classifica. Nel tardo pomeriggio si svolgono le prove cronometrate, valide sia per la griglia di gara 1 (miglior crono), sia per quella di gara 2 (secondo miglior crono). Il monitor dei tempi si blocca sul finale della sessione, lasciando tutti con il fiato sospeso. Si susseguono classifiche fino a quando non viene pubblicata la griglia ufficiale. Cola partirà in prima fila in gara 1, alle spalle del solo Beckhäuser, e in pole position domenica in gara 2.

Gara 1 va in scena sabato 20 alle 15:30. È una gara ad alta tensione. Allo spegnimento dei semafori Cola parte bene e, alla curva San Donato, conquista subito la vetta della classifica. Per 25 minuti il ceco Beckhäuser cerca invano di recuperare la prima posizione. Scade il tempo, ai piloti resta da percorrere solo l'ultimo giro. Il pilota ceco prova un sorpasso impossibile sul capitolino sul rettilineo iniziale, dopo l'uscita dei box; un tentativo che fallisce e che rovina la gara di entrambi. Beckhäuser, infatti, colpisce in pieno sulla parte destra il retrotreno di Cola ed entrambi sono costretti al ritiro. Vengono esposte bandiere rosse con la classifica che, pertanto, si congela al giro precedente. Il crash viene messo sotto investigazione ed i commissari infliggono una penalità di 5 secondi ad entrambi i piloti. Cola scala così dalla 1a alla 4a posizione assoluta, conquistando comunque tre podi. Il 3° posto Drexler Formel 3 Cup e il 3° posto sia assoluto che di classe 1 per il campionato F2000 Italian Formula Trophy.

Domenica 21 l'atmosfera è elettrica in vista di gara 2, in programma alle 9:50. Cola parte dalla pole: al via il capitolino sfila in seconda posizione; Rasero prende la testa della corsa ma Cola resta nei suoi scarichi fino a quando, a poco più di metà gara, decide di attaccarlo e sorpassarlo all'esterno. Negli ultimi minuti lo svizzero Zeller, che nel frattempo ha recuperato diverse posizioni, si avvicina minaccioso al pilota romano. Percorrono tre curve affiancati; nell'ultima delle tre Zeller è all'esterno, Cola all'interno, i due si toccano e lo svizzero finisce prima in ghiaia e poi a muro, mentre il romano prosegue primo. Entra la SC, che spegne le luci solo per permettere ai piloti di percorrere l'ultimo giro. Il contatto va immediatamente under investigation, intanto l'alfiere del team Monolite Racing sfila primo sotto la bandiera a scacchi. Bisogna attendere parecchi minuti prima di avere la conferma della classifica definitiva. I commissari valutano l'incidente come contatto di gara, la vittoria resta nelle mani di Cola.

Sul podio è un tripudio, il bottino di giornata è ricchissimo:
-1° assoluto
-1° F2000 Italian Formula Trophy assoluto
-1° F2000 Italian Formula Trophy classe 1
-1° Drexler Formel 3 Cup
-1° Round Mugello (somma tempi gara 1 e gara 2).

Grazie a questa vittoria arriva il primo titolo di stagione: Andrea vince il Trofeo Aci d'Italia.

Neppure il tempo di metabolizzare le emozioni, che si torna subito in pista a Grobnik, dove Andrea detiene il record della pista in 1:18:774; record che precedentemente apparteneva a Keke Rosberg. La tappa è valida per il campionato FIA-CEZ.

Un pieno di coppe al Mugello! 1

Condividi