Supercross | L'inarrestabile Webb vince anche ad Atlanta

SUPERCROSS
L'inarrestabile Webb vince anche ad Atlanta

Podio tutto KTM con Baggett e Musquin, quarto Roczen di 03 Marzo 2019, 11:07

Le vittorie di Cooper Webb, ormai, non fanno più notizia. Il pilota della KTM ha trionfato per la quinta volta in questa stagione del Supercross nello stadio di Atlanta, capeggiando un podio interamente arancione come già visto ad Oakland. In testa dalla prima all'ultima curva, il leader del campionato ha respinto le avanzate di Blake Baggett e Marvin Musquin, giunti nell'ordine alle sue spalle.

Il francese ha perso qualche punto importante chiudendo alle spalle del pilota californiano del team Rocky Mountain, il quale ha approfittato di un'indecisione del #25 a poco meno di dieci minuti dal termine, all'interno della zona sabbiosa inserita per dare maggiore varietà al tracciato della Georgia. Una pista, quella disegnata all'interno del Mercedes Benz Stadium, ben poco azzeccata, molto tortuosa e con poche possibilità di sorpasso.

Ne ha fatto le spese, ancora una volta, Eli Tomac. Il pilota della Kawasaki si è reso protagonista dell'ennesima partenza negativa riuscendo a recuperare solo fino al sesto posto dopo avere chiuso la prima tornata in 13esima posizione. Per il ragazzo del Colorado sono altri punti persi per strada, un'altra pesante battuta di arresto ad una sola settimana dal trionfo nella triple crown di Detroit che in qualche modo aveva riacceso la speranza.

Gara senza errori ma deludente per Ken Roczen, quarto e piuttosto distaccato dall'armata KTM. Nessun lampo per il tedesco della Honda, partito quinto e favorito dalla scivolata di Aaron Plessinger a cinque minuti dalla bandiera a scacchi; miglior risultato dal debutto in 450cc, invece, per l'alfiere della Yamaha, che ha perso una sola posizione a causa della scivolata concludendo così quinto. Il pilota dell'Ohio ha risollevato un periodo storto per la Casa di Iwata, che ad Atlanta è rimasta orfana di Justin Barcia a causa di una commozione cerebrale rimediata in settimana durante un allenamento.

Settima piazza per Justin Brayton sulla Honda del team Smartstop Bullfrog, davanti all'Husqvarna ufficiale di Dean Wilson, alla Kawasaki di un Joey Savatgy in ombra e alla Honda di Cole Seely, rientrato prontamente dopo l'incidente della scorsa settimana nel Michigan. Solo 13° Chad Reed, che dopo il podio di Detroit è stato autore di una gara sfortunata, con lo spegnimento del motore della sua Suzuki che gli è costato qualche posizione nel finale. Zach Osborne si è ritirato dopo dieci giri, mentre il ritorno alle gare di Mike Alessi si è concluso con un 16° posto.

Un altro passo avanti per Webb in ottica campionato, anche se i punti di vantaggio su Roczen sono solo 13 e basta un piccolissimo passo falso per riaprire tutto. Musquin si trova ora a -17 dal compagno di squadra, mentre Tomac è scivolato nuovamente a -22. Più importante il vantaggio di KTM nel campionato costruttori, che comanda con 220 punti contro i 186 di Kawasaki e Honda.

La prossima settimana, il Circus del Supercross si trasferirà nell'infield del Daytona International Speedway, per quella che forse è la prova più importante e storica nel calendario del mondiale indoor.

Classifica di gara
Classifica di campionato


Condividi