Supercross | Il punto della stagione 2019 dopo tre gare

SUPERCROSS
Il punto della stagione 2019 dopo tre gare

Tre vincitori differenti in altrettante corse e il campione in carica è già out... di 23 Gennaio 2019, 20:48

La stagione 2019 del Supercross USA è iniziata da tre weekend e i risultati di questo avvio di campionato sono stati alquanto sorprendenti. Le prime tre finali, con i due eventi di Anaheim intervallati da Glendale, hanno visto tre vincitori diversi e tutti quanti a sorpresa. 

Sotto la pioggia incessante dell'apertura stagionale, in California, Justin Barcia è tornato al successo nell'indoor dopo cinque anni in sella alla Yamaha precedendo i due principali indiziati per la conquista del titolo, Ken Roczen ed Eli Tomac. Una gara che, come tipico delle "lotte nel fango" del Supercross, ha visto molti vincitori mancati come ad esempio Malcolm Stewart, caduto durante un tentativo di sorpasso su Dean Wilson, e Cooper Webb, scivolato nel primo giro e quinto al traguardo dopo una grande rimonta. Wilson ha comandato la finale per circa metà distanza, chiudendo quarto proprio davanti al nuovo pilota ufficiale della KTM. Solo ottavo Marvin Musquin, sulla seconda moto di Mattighofen, addirittura 14° Jason Anderson alla prima col numero 1 sulla sua Husqvarna.

Anderson si è prontamente rifatto a Glendale ma la vittoria è mancata nuovamente. Autore di un gran sorpasso ai danni di Roczen dopo la bandiera rossa, intervenuta per permettere i soccorsi all'infortunato Malcolm Stewart, il campione in carica sembrava indirizzato alla vittoria quando dalle retrovie è risalito di gran carriera Blake Baggett. Il pilota del team Rocky Mountain, in sella ad una KTM privata, ha così conquistato la sua prima vittoria nel Supercross 450cc, unico campionato del motocross americano in cui il successo di tappa ancora gli mancava. Roczen si è dovuto accontentare del terzo posto, beffato dall'interruzione e incapace di ricreare il gap iniziale alla ripartenza della corsa. Anche nei pressi di Phoenix ha deluso le aspettative Tomac, solo quarto.

Il ritorno ad Anaheim, con il format della Triple Crown, ha visto il primo successo del team ufficiale KTM ma con Cooper Webb. Il nuovo arrivato presso il team diretto da Roger de Coster ha vinto due delle tre manches, con tanto di ennesima scaramuccia con Roczen in gara-1, cogliendo così il suo primo successo assoluto in 450cc. Musquin ha completato la doppietta arancione con il primo podio della stagione mentre Tomac, vincitore di gara-3, ha chiuso terzo davanti a Roczen. Una serata complicata per il tedesco della Honda, che dopo avere perso in volata contro Webb nella prima manche è caduto nella seconda e ha concluso solo quarto nella terza, dopo avere penato non poco per avere ragione di Chad Reed.

Roczen che comunque, complice la costanza di rendimento fondamentale con il sistema di punteggio in vigore, comanda la classifica di campionato con 63 punti, due in più di Tomac e sei in più rispetto a Webb. Barcia, dopo il successo di Anaheim-1, è scivolato quarto dopo avere subito anche una pesante caduta ad Anaheim-2. Solo quinto Musquin, a pari merito con Barcia e ad una sola lunghezza dal compagno di squadra. 

Anderson, solo settimo in classifica dopo avere deluso anche ad Anaheim-2, ha irrimediabilmente compromesso la sua difesa titolata dopo essere caduto in allenamento nella giornata di ieri. "El Hombre" ha rimediato la frattura di un braccio e di una costola e i tempi di recupero saranno compresi tra le sei e le otto settimane, il che implicherà la perdita di diverse gare se non di tutto il resto della stagione indoor. Un'altra brutta tegola sull'Husqvarna già orfana di Zach Osborne, infortunatosi nell'ultimo allenamento prima di Anaheim-1.

In una situazione di campionato alquanto incerta e dopo tre gare dall'esito inaspettato, il Supercross correrà il suo quarto round questo sabato ad Oakland. All'O.Co Stadium solo Tomac, tra i piloti al via in questo weekend, è già riuscito a vincere con la 450cc e quindi si presenta come probabile favorito per il successo finale, ma dopo avere assistito a tre gare come quelle di inizio 2019 azzardare un pronostico sembra davvero impossibile.

Classifica di campionato

Condividi