SUPERCROSS Ad Anaheim-2 torna alla vittoria Eli Tomac

Il pilota della Kawasaki vince la prima prova della "triple crown". Delude Roczen di 21 gennaio 2018, 15:47
Supercross | Ad Anaheim-2 torna alla vittoria Eli Tomac

Sembrava non dovesse nemmeno partecipare alla gara, a causa dei noti problemi fisici post Anaheim-1, invece Eli Tomac non solo si è presentato ai cancelletti di partenza ma ha pure vinto. Il vice-campione del Supercross è tornato al successo proprio sulla pista dove 15 giorni fa si era infortunato e con il formato di gara di quella "Monster Energy Cup" che lo scorso ottobre lo aveva visto out subito dopo il primo main event.

Un successo arrivato grazie ad quinto posto nella prima manche, al primo in quella successiva e al secondo nella terza. Il pilota della Kawasaki è sembrato quello dei giorni migliori, soprattutto nel duello con gli altri due protagonisti della gara, Seely e Anderson, segno di una ritrovata condizione fisica dopo un inizio di campionato tremendo. Chi appunto ha conteso la vittoria Tomac sino all'ultimo è stato Cole Seely, con la Honda ufficiale.

Il suo sabato è stato quasi perfetto, con un primo e un secondo posto nei primi due main event che lo avevano lanciato verso una probabile e inaspettata vittoria. Il settimo posto nella manche conclusiva lo ha relegato dietro a Tomac nella generale, ma non è andato ad intaccare una prova davvero convincente del pilota ufficiale HRC che grazie anche ai 23 punti ottenuti è salito al secondo posto nella classifica del campionato.

Un campionato che vede ancora in testa, addirittura in posizione consolidata, un grande Jason Anderson. Se tre indizi fanno una prova, allora siamo davanti al candidato numero 1 per la conquista del Supercross 2018. L'americano dell'Husqvarna ha pagato, così come Seely, il settimo posto ottenuto nel primo main event, rimediato alla grande con un terzo ed un primo (dopo un grande sorpasso su Tomac). Per lui 21 punti ottenuti e un terzo posto finale sul podio, a conferma di una regolarità che in questo inizio di stagione sta facendo la differenza rispetto a tutti gli altri.

Bella prova per Justin Brayton, quarto nella generale, e per Weston Peick, quinto per la terza volta su altrettante prove disputate. Il pilota della Suzuki sta mostrando una grande consistenza che gli ha permesso fino ad ora di essere anche nella top 5 in campionato. Le prossime gare diranno qualcosa in più sulle sue eventuali possibilità di salire anche sul podio nel corso della stagione.

I grandi delusi di questa prova sono Barcia, Roczen e Musquin. Il pilota della Yamaha dopo due buone prove è "tornato nei ranghi" con un ottavo posto finale; Marvin Musquin, vincitore ad Anaheim-1, ha pagato la scarsa condizione fisica dopo la caduta di Houston: l'ufficiale KTM, così come Tomac, era in dubbio riguardo la partecipazione alla gara e la scelta è arrivata solo dopo una prova fatta giovedì, nonostante l'evidente problema alla spalla sinistra. I 10 punti conquistati sono un bottino piuttosto magro per il francese, che ora ha pochi giorni di tempo per recuperare sino alla prossima gara.

Un discorso a parte va fatto per Ken Roczen. Il tedesco ha rimediato con il quarto posto nell'ultimo main event a due prove parecchio deludenti, che non gli hanno permesso di andare oltre il nono posto generale e 14 punti in classifica. Rispetto al compagno di squadra, Roczen già dalle prove cronometrate non è mai sembrato a proprio agio con la sua Honda mostrando una certa difficoltà soprattutto in partenza. Un risultato deludente per Ken, che era partito come grande favorito per questa prova. Curioso anche come Roczen abbia deciso di utilizzare nel primo main event della serata gli stessi colori che aveva esattamente un anno fa, quando fu vittima della caduta che lo costrinse a saltare praticamente tutta la stagione 2017. 

Il Supercross tornerà in pista nel prossimo week-end sulla pista di Glendale.

Ecco la classifica aggiornata dopo la prova di Anaheim-2.

Immagine copertina: twitter.com/SupercrossLIVE

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.