Alessandro Secchi

SEVEN Seb: "Con le Pirelli standard sarebbe andata peggio". E ciaone ai complottisti

Chissà, magari adesso nascerà il complotto per nascondere il complotto
Seb:
di 15 maggio 2018, 21:11

Succede che a Barcellona, oggi, è andata in scena la prima delle due giornate di test in season dopo il polemico Gran Premio di Spagna di domenica. Succede che tra le varie cose la Mercedes ha provato due faretti a LED posti sui piloni verticali dell'ala posteriore, un po' simil LMP1 per intenderci. Collegati al faro centrale servirebbero in caso di pioggia e per segnalare (immagino) le fasi di recupero d'energia. Nel primo caso mi fa un po' ridere visto che con la pioggia non si gira quasi mai, ma è sempre meglio di niente ecco. Chissà se verranno introdotti.

Ma non è questo il punto perché ciò che è importante sottolineare è che oggi i team hanno potuto provare in contemporanea le mescole Pirelli a battistrada ridotto utilizzate nel weekend e finite sotto accusa di ferraristi, complottisti e media nostrani e le vecchie, quelle che secondo molti avrebbero impedito alla Mercedes di fare il bello ed il cattivo tempo durante il GP. Indovinate un po'? Un tedesco di nome Sebastian Vettel, a fine giornata, ha ammesso che la decisione di portare mescole diverse è stata azzeccata, perché per la Ferrari sarebbe andata anche peggio in termini di risultato.

Impossibile? Ecco ciò che ha detto: "Normalmente non abbiamo l'opportunità di verificare le decisioni prese, ma con la giornata che abbiamo avuto oggi (quasi 140 giri, tra l'altro) penso che se avessimo avuto le gomme normali domenica saremmo andati peggio. Quindi penso che sia stata la decisione giusta, ed è stata colpa nostra non esser riusciti a sfruttare le gomme come gli altri."

A questo punto mi chiedo se una delle fasi del complotto sarebbe quella di minacciare i piloti Ferrari affinché dicano il falso, in modo da far rientrare la polemica volontariamente pena chissà quale ritorsione. Seriamente: credo sia stato giusto, anzi giustissimo permettere ai piloti di provare entrambe le specifiche subito dopo il Gran Premio con l'occasione dei test che, in questo caso, sono capitati al momento perfetto. Le dichiarazioni di Vettel chiudono dopo pochi giorni una polemica imbarazzante, che ha coperto totalmente i veri problemi, quelli tecnici sulla SF71-H di Raikkonen che, poveraccio, se lo filano in quattro gatti.

Polemica che, ancora una volta, punta indirettamente il dito sull'informazione che ha cavalcato l'onda del complotto a tutti i costi senza capire che la vera arma Mercedes, Lewis Hamilton, non si era ancora mostrata. Sarebbe ora di togliere i paraocchi.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.