SBK Tom Sykes lascia la Kawasaki a fine anno

L’inglese molla il marchio nipponico dopo nove stagioni di convivenza. Ignota la sua destinazione
SBK | Tom Sykes lascia la Kawasaki a fine anno
di 18 luglio 2018, 18:04

Tom Sykes ha fatto la sua scelta e ha finalmente mosso la sua pedina nel tabellone del mercato piloti SBK: la sua partnership con il Kawasaki Racing Team, iniziata in maniera promettente nel 2010 e protrattasi per nove stagioni, si concluderà a fine 2018. Un sodalizio molto fruttuoso, che ha dato alla Casa giapponese e all’inglese la gioia del mondiale piloti 2013 a vent'anni di distanza dall'iride di Scott Russell.

Queste le parole di Tom per annunciare la notizia: “Sento che il tempo è arrivato; è il momento di fare un cambiamento nella mia carriera e cercare nuove sfide. Ho dato tutto ciò che potevo all'interno del KRT. Ora sono nel mio stato di forma migliore come pilota e sono stato in grado di continuare a vincere”.

Continua poi il #66: “Così ora ho deciso di fare un passo indietro rispetto al progetto KRT per il 2019 e cercare nuovi traguardi e sfide, ora mi concentrerò per finire sul podio negli ultimi quattro round del 2018. Sono determinato a godermi le mie gare e quest’annuncio pone fine a tutte le speculazioni. Il tempismo di questa grande decisione professionale non è mai facile ma è particolarmente difficile in quanto anche la mia vita personale sta affrontando grandi cambiamenti. Riguardo a ciò, sento che il peso della pressione sulle mie spalle si è affievolito e sono sicuro che il 2019 mi consentirà di operare a pieno regime”.

L’addio di Tom alla "Verdona" dopo 34 vittorie, 106 podi, il record di 46 Superpole e il titolo mondiale 2013, apre scenari particolarmente interessanti in vista del 2019, a cominciare da chi erediterà la sella al fianco di Jonathan Rea. Toprak Razgatlioglu ha già firmato col team Puccetti e quindi non è ancora il suo turno per salire sulla ZX-10RR ufficiale, il sostituto più quotato attualmente è Leon Haslam, che sembrerebbe aver firmato a Barcellona un contratto con Kawasaki per passare dal BSB (campionato che attualmente sta dominando) alla SBK, a fianco del suo avversario di tante battaglie Rea; da non sottovalutare nemmeno la candidatura di Chaz Davies, visti i dubbi della sua permanenza in Ducati. Per quanto riguarda Sykes, il #66 potrebbe trovare alloggio in Yamaha, in cerca di piloti di livello alto per l’ambizioso progetto con quattro moto ufficiali, oppure alla BMW che tornerà ufficiale, in squadra con Reiterberger.

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.