SBK | Scott Redding passa in Ducati Aruba per il 2020

SBK
Scott Redding passa in Ducati Aruba per il 2020

Come preannunciato da Ciabatti, l’ex-pilota MotoGP salirà sulla V4 R al posto di Bautista di 28 Agosto 2019, 18:30

Scott Redding era il primo della lista e ci è rimasto fino a oggi, fino all'annuncio ufficiale del passaggio al team Ducati Aruba.it, al posto del partente Álvaro Bautista. L’inglese di Quedgeley, classe 1993, è attualmente impegnato nel campionato Superbike inglese, ma la Ducati ha tenuto gli occhi puntati su di lui a lungo, in attesa di una risposta da Bautista sulla sua permanenza nel box bolognese. Alla fine, il #19 ha risposto picche all’ultima offerta avuta da Ducati, e per il momento è ancora ufficialmente ignota la sua destinazione (nonostante le voci diano per favorita la Honda Moriwaki SBK).

Redding invece, dopo un 2018 tremendo sull’Aprilia RS-GP della classe regina, quest’anno si sta rifacendo con gli interessi nel BSB in cui sta lottando per il titolo contro il suo compagno nel team BeWiser, Joshua Brookes, e Tommy Bridewell (pilota che abbiamo visto in azione al posto di Laverty quest’anno per il team GoEleven), in una battaglia tutta Ducati. A inizio anno Redding ha ammesso di aver cercato, prima di tutto, una moto competitiva con cui correre, per poi tornare in un campionato mondiale al più presto. Il suo contratto col team Aruba.it prevede la sola stagione 2020.

Queste le dichiarazioni del futuro pilota SBK: “Sono così contento di unirmi al team Ducati Aruba.it Racing, qualcosa che ho desiderato a lungo, perché essere in grado di lavorare con un team che può lottare per il titolo mondiale è davvero un’incredibile opportunità per me. Ovviamente ora sono ancora concentrato sul campionato Superbike inglese, perché voglio provare e vincere quel titolo con BeWiser Ducati prima di rientrare in un campionato mondiale. Un enorme grazie a tutte quelle persone che mi hanno aiutato a realizzare questo sogno, e adesso non vedo l’ora di salire sulla Panigale V4 R factory nel campionato mondiale Superbike”.

Questa notizia (o meglio, questa conferma viste le voci incessanti su Redding) va a riempire un buco importante nel mercato piloti 2020 del campionato delle moto di serie. Con Ducati factory al completo, c’è ancora attesa di scoprire se le vicissitudini tra Kawasaki e Razgatlıoğlu dopo la 8 Ore di Suzuka sono sfociate nell’addio del turco alla Casa di Akashi, in direzione Yamaha al fianco di Michael van der Mark (anche lui non ancora annunciato ufficialmente dal team Pata), o se Alex Lowes manterrà il suo posto così come Toprak nel team Puccetti.

Fonte immagine: scottredding45.com


Condividi