SBK Leon Haslam torna nel mondiale con il team Kawasaki

Il leader del campionato Superbike inglese prenderà il posto di Sykes, al fianco di Rea
SBK | Leon Haslam torna nel mondiale con il team Kawasaki
di 25 luglio 2018, 17:51

Le notizie trapelate durante il weekend di Misano si sono dimostrate veritiere: durante il weekend nella riviera romagnola è giunta la voce dell'approdo a Barcellona di Leon Haslam, a quanto pare per firmare un accordo col team Kawasaki Racing, attuale squadra da battere grazie alla ZX-10RR e soprattutto per merito del campione Jonathan Rea. Dopo l’addio di Tom Sykes, un posto così succulento in un team di questo calibro era sotto gli occhi di molti, ma alla fine la decisione è ricaduta sul figlio d’arte anglosassone, vice-campione del mondo nel 2010 ed ex pilota ufficiale di Honda, BMW e Suzuki. Leon nella giornata di ieri è stato ufficializzato come pilota Kawasaki per la prossima stagione, al fianco del campione del mondo in carica.

“Sono grato a Kawasaki per quest’opportunità”, ha dichiarato l’attuale leader del BSB, “non vedo l’ora di tornare in azione nel mondiale Superbike. Dopo aver conquistato vittorie, record sul giro, pole position e una seconda posizione nei miei sette anni in SBK, sarà fantastico tornare e rimettersi in gioco! Il supporto di Kawasaki è stato eccezionale sia durante i miei tre anni nel campionato britannico Superbike che con KHI per la gara di Suzuka, spero di ripagarli con il titolo British Superbike 2018 e poi con i risultati del prossimo anno nel campionato mondiale. La stagione 2019 presenterà ulteriori sfide in quanto la competitività tra i produttori continuerà ad essere ai massimi livelli, ma ho grande fiducia nel mio futuro team ed insieme faremo grandi cose”.

Queste le parole del manager del Kawasaki Racing Team, Guim Roda: “È comprensibilmente difficile sostituire un pilota di qualità come Tom e la decisione finale di firmare con Leon per il 2019 è stata presa dopo aver considerato molti fattori, alcuni ovvi e altri che rispondono a specifici fattori interni della squadra. C'è una complessa strategia sportiva dietro questa decisione e, per raggiungere i nostri obiettivi, siamo certi che Leon sia il miglior pilota possibile. Siamo tutti consapevoli, inclusa KHI ed il capo team Marcel Duinker, del fatto che Leon si stia prendendo una grande responsabilità e, a 35 anni, questa potrebbe essere la sua ultima possibilità di dimostrare che ha ancora tanto da dare al mondo della Superbike. Sono personalmente super motivato a combinare la sua esperienza con la nostra per cercare di creare il Leon più forte di sempre. Come diciamo in KRT, i risultati sono la più grande testimonianza dell’impegno”.

Per Haslam si avvicina una sfida difficile, ovvero tenere il confronto con il compagno di box più ostico attualmente in SBK. Prima però Haslam completerà l’annata 2018 nel BSB col team JG Speedfit (anch’esso Kawasaki) e disputerà, con lo stesso Rea e Kazuma Watanabe, la 8 Ore di Suzuka di questo weekend. I due britannici sono già stati compagni di marca e di team in passato, quando hanno corso coi colori di Honda (Haslam prima per il team Stiggy nel 2009, poi col team Ten Kate tra il 2013 e il 2014), e in quel caso il confronto fu totalmente a favore del nordirlandese. Haslam non corre un campionato SBK intero dal 2015, nelle vesti di pilota Aprilia nella forma semi-ufficiale del team Red Devils, dando l’arrivederci in grande stile con la vittoria in gara-2 a Losail.

Fonte immagine: Internet (per segnalare il copyright info@passionea300allora.com)

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.