SBK GP Riviera di Rimini: Rea fa sua anche gara-2 in bagarre

Nonostante i dolori al collo, il nordirlandese batte van der Mark e Melandri
SBK | GP Riviera di Rimini: Rea fa sua anche gara-2 in bagarre
di 08 luglio 2018, 14:36

La vittoria ottenuta in gara-1 non è bastata a Jonathan Rea per essere sazio. Il nordirlandese ha fatto sua anche la seconda manche del Gran Premio disputatosi a Misano Adriatico, in barba anche ai problemi di salute riscontrati questa mattina, causa torcicollo. La rimonta dal nono posto questa volta è stata meno esplosiva del solito ma la vittoria ottenuta in volata ha comunque un dolce sapore. Podio completato da Michael van der Mark, che si rifà alla grande dalla grossa sfortuna dello scorso anno, e da Marco Melandri, che ritrova il sorriso dopo un sabato da dimenticare. Il terzo posto non sarà di certo come la vittoria dello scorso anno, ma tornare in battaglia per il primo posto è sicuramente un deciso passo avanti per il “Porcospino”.

LA CRONACA

Al via partenza ottima per Xavi Forés che si mette in prima posizione in curva 1, seguito da van der Mark e da Sykes, in lotta con Melandri per il terzo posto. Rea recupera “solo” una fila mettendosi sesto, e ponendo tra sé e Davies l’Aprilia di Laverty. La situazione si complica inaspettatamente per il campione del mondo quando al Carro un leggero contatto tra Melandri e Savadori manda larga la RSV4, costringendo anche Rea ad allargarsi insieme a Laverty e a perdere posizioni, a vantaggio di Davies.

Il secondo giro è piuttosto acceso e vede la battaglia tra i due ducatisti, con Davies che attacca Melandri più volte che resiste costantemente agli attacchi del gallese. Davanti, la leadership cambia qualche giro dopo quando la Panigale di Forés tradisce lo spagnolo, costringendolo al ritiro proprio come lo scorso anno; ora c’è la R1 al comando.

Rea dalla quinta piazza prova a suonare la carica: attacca il rivale Davies nel cambio di direzione tra la 2 e la 3, ma lo staccatore gallese risponde prontamente alla Quercia, buon punto per le Ducati; Rea non ci sta e al Carro si fa spazio con la forza passandolo e puntando il compagno Sykes, passato anche lui al Carro da Melandri. In mezzo giro il #1 si libera del compagno di squadra sempre nel cambio di direzione 2-3, puntando al duo di testa.

La resistenza di Melandri sul campione del mondo è ottima fino al decimo giro, quando il ravennate arriva largo al Rio facendo sfilare Rea, che però si rivede superato alla Quercia proprio come con Davies. Anche nel giro successivo Rea attacca nel primo settore e risubisce il contrattacco alla staccata della curva 6, ma al Carro riesce a passare stavolta e a conservare il secondo posto. Di questo ne approfitta van der Mark per fare la lepre e mettere 1.5 tra se e il campione del mondo. Davies intanto passa Sykes alla 1.

Dopo aver riagganciato l’olandese, Rea per diversi giri fa l’attendista senza mai affondare il colpo, permettendo a Melandri il riavvicinamento con il serbatoio un po’ più scarico. A sei giri dalla fine arriva il primo attacco per la prima posizione che viene rintuzzato dallo yamahista,ma al Tramonto si deve piegare al pilota Kawasaki. Gli ultimi giri sono molto tesi e vedono i tre protagonisti davanti molto vicini, ma nessuno dei due inseguitori riesce ad avere un guizzo decisivo sul leader, che va così a vincere questa gara. Davies conclude quarto davanti a Sykes, sesto Lowes davanti alle Aprilia.

In campionato la lotta più rivelante oramai è quella per la seconda posizione, considerando i 92 punti di vantaggio del leader Rea su Davies. Van der Mark è a ulteriori 30 punti, e ha staccato Sykes di altrettanti nel mondiale, mentre Melandri torna a pari con Alex Lowes in classifica a 193. Altri nove punti guadagnati dalla Kawasaki tra i marchi sulla Ducati, ora a -59.

Adesso la Superbike si prenderà ben due mesi pieni di vacanze estive prima di tornare per il prossimo weekend di gara, previsto il 16 settembre nell’autodromo dell’Algarve a Portimao. Altra pista cucita addosso al binomio di questo campionato, assolutamente inarrestabile in questo momento. E’ molto probabile che la lotta si limiterà al secondo posto, ma mai dire mai, specie in Portogallo dove alcune volte il meteo ha sorpreso i protagonisti.

Qui i risultati della seconda manche e la classifica.

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.