SBK | GP Riviera di Rimini 2019 - Anteprima

SBK
GP Riviera di Rimini 2019 - Anteprima

Dopo le sorprese di Jerez de la Frontera, si torna in casa Ducati per la seconda tappa italiana di 20 Giugno 2019, 17:47

Il Gran Premio della Riviera di Rimini è la tappa centrale del campionato mondiale Superbike di quest’anno, il settimo di tredici appuntamenti e l’ultimo per il mese di giugno. Si svolgerà al Misano World Circuit dedicato a Marco Simoncelli, il mitico tracciato del Santamonica. Completato nei primissimi anni ’70, a distanza di quasi cinquant’anni è ancora presente nei calendari del Motomondiale e della Superbike, nonostante alcune modifiche e il fatto che si corra in senso contrario a quanto si faceva fino alla prima metà degli anni 2000.

La tappa di Jerez de la Frontera ci ha consegnato diverse sorprese ed emozioni, su tutte il primo errore di Álvaro Bautista in questa stagione. Dopo le due vittorie ottenute in gara-1 e nella Sprint Race, il pilota di Toledo è incappato in una banale quanto inaspettata scivolata in curva 1 al secondo giro di gara-2, regalando punti preziosi al suo avversario Jonathan Rea. Nonostante questo, il suo vantaggio in classifica si è ridotto solo a 41 punti, e dopo tre weekend passati su piste dove la velocità massima non conta poi tanto, si arriverà su una pista con un tratto velocissimo e un rettilineo principale abbastanza lungo come Misano, dove i tifosi Ducati sperano di ottenere quella vittoria mancata a Imola. Anche Chaz Davies spera di ottenere un buon risultato, dopo l’incidente di Jerez con Marco Melandri che l’ha tanto fatto adirare.

Jonathan Rea non è riuscito a capitalizzare al meglio da questa situazione, ma visto com’era iniziato il weekend con gara-1, si può dire che al campione del mondo sia andata anche liscia a Jerez. La Superpole fatta al mattino della scorsa gara si è rivelata inutile quando poi il nordirlandese ha steso Alex Lowes al tornantino Lorenzo rimediando anche una penalità di cinque secondi e la cancellazione della pole position per la gara Sprint. Il campione del mondo si è fatto valere nelle due restanti gare ottenendo un secondo posto nella manche conclusiva, ma ora si arriverà a Misano dove il motore V4 delle Ducati potrà tornare a ruggire liberamente. Johnny è reduce da una doppietta nel 2018 (nonostante dei problemi di torcicollo) e spera di avere una Kawasaki più veloce almeno sul piano del ritmo. Leon Haslam non ha brillato nemmeno a Jerez e, come a Imola, Toprak Razgatlıoğlu è riuscito a metterlo in difficoltà e stargli davanti costantemente; le voci di un suo arrivo nel team ufficiale KRT per il 2020 sono più vive che mai.

Sempre a Jerez c’è stata la prima vittoria di Yamaha in questo 2019, con Michael van der Mark. Dopo i primi tre round l’olandese è sembrato in affanno nel confronto col compagno Lowes, per poi riprendersi prepotentemente dalla sua Assen fino alla sua terza vittoria in SBK in Spagna. D’altro canto, la giornata di trionfo di “Magic Michael” è arrivata in uno dei weekend più neri del compagno di squadra: dopo il tanto discusso incidente all’ultima curva con Jonathan Rea, Lowes è tornato a vestire i panni del pilota sprecone nelle due restanti manche spagnole, non completando nemmeno un giro in gara-2 essendo caduto poco dopo il via. Mentre la sfida tra le due R1 ufficiali continua, il team GRT inizierà in salita il weekend di Misano, poiché Marco Melandri ha rimediato una penalità di sei posizioni sullo schieramento della prima gara dopo l’incidente con Davies alla curva Pons; da valutare anche Cortese, nascostosi molto nelle ultime gare. Occhio anche a Loris Baz, rientrato nell’ultima prova col team Ten Kate e capace di arrivare in top ten già nella seconda gara.

Dopo i test di inizio anno in Andalusia, la BMW poteva sembrare realmente competitiva per la vittoria, ma il motore poco potente e la tenuta delle gomme ancora precaria l’hanno allontanata dal podio a favore delle Yamaha, con Sykes che ha racimolato solo un sesto e un settimo posto nelle due gare a durata normale. Nella pista di Misano l’ex-campione ha già vinto con la Kawasaki e il suo ultimo successo risale al 2017 in gara-1 (seppur dopo un ultimo giro a dir poco incredibile), per cui anche qui le chance per fare bene ci sono tutte. Dovrebbe finalmente arrivare il tanto decantato nuovo motore BMW, che potrebbe rivelarsi molto utile sui rettilinei di Misano.

Honda continua a essere in difficoltà e, nonostante le tante sorprese viste a Jerez, la Fireblade non è comunque riuscita a inserirsi nelle prime posizioni, ottenendo solo un 13° posto con Yuki Takahashi come miglior risultato del weekend. Per Misano ci si aspettava il ritorno di Camier, ma per motivi precauzionali si è deciso di aspettare ulteriormente, schierando nuovamente l’ex-pilota Moto2.

Parlando dei privati, anche Eugene Laverty non correrà la gara di Misano per l’infortunio ai polsi rimediato a Imola, ma il team GoEleven deve ancora comunicare chi potrà essere il suo sostituto dato che Tommy Bridewell, che ha corso a Imola e Jerez, ha deciso di non partecipare per concentrarsi sul campionato BSB; voci di corridoio dicono che sarà Lorenzo Zanetti a partecipare al suo posto. Correrà pure Michele Pirro al fianco di Michael Ruben Rinaldi, e sarà la sua prima gara nel campionato mondiale SBK dopo quattro anni.

Nonostante l’estate sia arrivata con prepotenza sulla nostra penisola, il meteo previsto per Misano potrebbe non essere dei migliori, con degli scrosci previsti al sabato che intaccherebbero Superpole e gara-1, mentre dovrebbe salvarsi la giornata di domenica. Saranno presenti anche SSP600 e SSP300, da cui ci si aspetta grande battaglia.

INFO TRACCIATO

track

Lunghezza tracciato: 4.226 m
Rettilineo principale: 510 m
Curve: 16 (6 a sinistra, 10 a destra)
Senso: orario
Record della pista: 1:33.640 (Tom Sykes, Kawasaki, 2018)

ALBO D’ORO

ORARI TELEVISIVI

Venerdì 21 giugno 2019

10:30 - FP1 SBK (Sky Sport)
15:00 - FP2 SBK (Sky Sport)
16:00 - FP2 SSP600 (Sky Sport)

Sabato 22 giugno 2019

11:00 - Superpole SBK (Sky Sport, Eurosport 2)
11:40 - Superpole SSP600 (Sky Sport)
12:20 - Superpole A SSP300 (Sky Sport)
12:50 - Superpole B SSP300 (Sky Sport)
14:00 - Gara-1 SBK (Sky Sport, TV8)

Domenica 23 giugno 2019

10:15 - Replica Gara-1 SBK (Eurosport 1)
11:00 - SP Race SBK (Sky Sport, Eurosport 1)
12:15 - Gara SSP600 (Sky Sport, Eurosport 1)
13:00 - Replica SP Race (TV8)
14:00 - Gara-2 SBK (Sky Sport, TV8)
15:15 - Gara SSP300 (Sky Sport)

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi