SBK | GP Italia 2019 - Anteprima

SBK
GP Italia 2019 - Anteprima

Bautista giunge nell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari con quattro doppiette consecutive di 09 Maggio 2019, 14:00

L’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola nel giro di poche settimane ha avuto l’onore di ospitare il Minardi Day 2019, la giornata di commemorazione di Ayrton Senna del primo maggio e la 200 Miglia Revival dello scorso weekend. Ad aggiungersi a questo carniere di eventi ci sarà il mondiale Superbike, che disputerà il primo dei due round italiani stagionali. L’andamento del campionato finora è stato totalmente a senso unico nella lotta iridata.

Dopo il round di Assen, che doveva essere la prima occasione di rivincita per i suoi avversari, la leadership di campionato di Álvaro Bautista si è oramai pienamente consolidata, e sul tracciato del Santerno lo spagnolo giunge con un bottino di punti pieno fino all’orlo. La gara olandese l’ha visto trionfare ancora due volte, segnale di come anche le piste più ostiche per la nuova V4 R e il suo motore non siano poi un problema. Anche la diminuzione di giri motore avvenuta prima della quarta gara non è servita a nulla, e Bautista potrà quindi essere uno dei principali aspiranti alla vittoria anche qui, davanti al pubblico Rosso Ducati. Potrebbe anche essere un weekend buono per Chaz Davies, autore di due doppiette nel 2016 e 2017 e terzo pilota a vantare più successi, dopo il campione del mondo in carica e Carlos Checa.

Proprio Jonathan Rea finora non ha avuto risposte convincenti alla nuova coppia dominante, o almeno non in pista. Si sono susseguite le interviste in cui Johnny si è ancora lamentato del gap tecnico che lo separa da Bautista e sul possibile futuro della categoria ora che Ducati ha aperto le porte a un piano dello sviluppo tecnico superiore anche per le moto stradali, puntando il dito anche contro chi si è esaltato nel vederlo così in difficoltà dopo le prime quattro tappe. Come successo ad Assen, Rea proverà di tutto per impedire a Bautista di vincere ancora, specie nella sua Imola in cui è il Re. Chiamato all’appello anche Haslam, finora costantemente dietro al suo compagno di squadra e autore di un weekend non poco sottotono ad Assen.

Nella sua Olanda, Michael van der Mark ha portato a casa il miglior risultato della R1 in questa stagione, battendo in una spettacolare volata proprio Jonathan Rea davanti a un pubblico in visibilio. C’è da chiedersi quanto di questo risultato sia frutto dei progressi della coppia moto/pilota e quanto sia invece frutto della voglia di “Magic Michael” di fare bene nei Paesi Bassi, ma la soddisfazione per l’ex-campione della Supersport 600 rimane comunque tanta. Nel 2018 le moto di Iwata qui non sono andate oltre a due sesti posti con van der Mark in gara-1 e Alex Lowes in gara-2, per cui le attese non sono molto alte, e la stessa cosa vale per il team GRT. La gara di Assen è stata un autentico calvario per Sandro Cortese e Marco Melandri, e specie per il ravennate Imola rappresenta un’occasione di riscatto da cogliere al volo.

Su una pista in cui il motore conta meno del solito, la BMW potrebbe essere una seria contendente per il podio e forse anche per la vittoria. Ad Assen, dopo l’ottima qualifica e la prima fila di Markus Reiterberger, le due gare si sono dimostrate più difficili del previsto, e il tedesco si è dovuto accontentare di due sesti posti, davanti al compagno Sykes. E’ proprio Tom uno dei grandi attesi del GP d’Italia, essendo il tracciato di Imola uno dei suoi preferiti e considerando anche l’arrivo del tanto chiacchierato nuovo motore, con il quale BMW spera nel salto di qualità.

Finora Honda non ha ancora visto la luce in fondo al tunnel con la Fireblade, nonostante l’aiuto del BoP e gli sforzi di Leon Camier che, pur dando il massimo nell’ultimo round, non è riuscito a chiudere in top ten nemmeno una volta. Ci si comincia a chiedere quanto supporto di HRC ci sia realmente nel progetto Moriwaki-Althea, ma l’unica cosa che la squadra, Camier e Kiyonari possono fare al momento è attendere e lavorare sodo. L’ultimo successo del marchio nipponico a Imola risale al 2014, con in sella il futuro dominatore Jonathan Rea che fece doppietta quell’anno.

Novità anche per quanto riguarda i privati: Héctor Barberá potrà correre un altro round per sostituire l’infortunato Leandro Mercado, che dovrebbe tornare a Jerez; in Italia correrà anche una vecchia conoscenza del mondiale, specie della SSP600, cioè Lorenzo Zanetti col team Motocorsa Racing, equipaggiato di Ducati Panigale V4 R. Bisognerà attendere la Spagna invece per vedere in azione Loris Baz e il team Ten Kate.

Oltre alla categoria maggiore, le classi cadette della 600 e della 300 correranno la domenica: nella prima potrebbe esserci il secondo successo consecutivo di Federico Caricasulo, dopo la vittoria ottenuta di un soffio ad Assen, per lottare ancora per il mondiale contro Cluzel e il compagno Krummenacher; nella seconda, si sta assistendo all’esplosione del talento di Manuel Gonzalez, vincitore di entrambe le prime gare dell’annata e saldamente in testa con 50 punti, davanti all’olandese Scott Deroue e al francese De Cancellis, ma anche gli italiani sono presenti con le buone prestazioni di Bonioli e Ieraci.

In occasione del GP d’Italia, il canale Sky Sport MotoGP farà vedere in diretta le libere del venerdì oltre che le prove e le gare di sabato e domenica, e al contrario della gara olandese anche la SSP300 avrà il suo spazio in diretta; per TV8 invece solo le manche canoniche saranno in diretta come da prassi. Eurosport 2 farà vedere invece le tre gare SBK in diretta, la Superpole e anche la gara della Supersport 600. Purtroppo per gli appassionati che si recheranno sul posto, il meteo si preannuncia tutt’altro che amichevole per la domenica, al contrario di venerdì e sabato.

INFO TRACCIATO

track

Lunghezza tracciato: 4.936 m
Rettilineo principale: 358 m
Curve: 22 (13 a sinistra, 9 a destra)
Senso: antiorario
Record della pista: 1:45.598 (Chaz Davies, Ducati, 2016)

ALBO D’ORO

SBK | GP Italia 2019 - Anteprima 1

SBK | GP Italia 2019 - Anteprima 2

ORARI TELEVISIVI

Venerdì 10 maggio 2019

10:30 - FP1 SBK (Sky Sport)
12:30 - Replica FP1 SBK (Sky Sport)
15:00 - FP2 SBK (Sky Sport)
16:00 - FP2 SSP600 (Sky Sport)
20:00 - Replica FP2 SBK (Sky Sport)
21:00 - Replica FP2 SSP600 (Sky Sport)

Sabato 11 maggio 2019

11:00 - SP SBK (Sky Sport, Eurosport 2)
11:40 - SP SSP600 (Sky Sport)
12:20 - SP(A) SSP300 (Sky Sport)
12:50 - SP(B) SSP300 (Sky Sport)
14:00 - Gara-1 SBK (Sky Sport, TV8, Eurosport 2)
16:00 - Replica Gara-1 SBK (Sky Sport)

Domenica 12 maggio 2019

11:00 - Gara SP SBK (Sky Sport, Eurosport 2)
12:15 - Gara SSP600 (Sky Sport, Eurosport 2)
13:00 - Replica Gara SP SBK (TV8)
14:00 - Gara-2 SBK (Sky Sport, TV8, Eurosport 2)
15:15 - Gara SSP300 (Sky Sport)
17:15 - Replica Gara-2 SBK (Sky Sport)
18:00 - Replica Gara SSP600 (Sky Sport)

Fonte immagine: worldsbk.com


Condividi