SBK GP Italia 2018 - Anteprima

Tra i saliscendi imolesi si svolgerà il quinto round dell’anno. Chi sarà il re di Imola?
SBK | GP Italia 2018 - Anteprima
di 11 maggio 2018, 10:30

Dopo il weekend olandese ad Assen che si è dipinto di verde grazie alla doppia vittoria Kawasaki, il mondiale Superbike riprende dopo una pausa di tre settimane uscendo dalla concomitanza con il Motomondiale, e per l’occasione si sposterà nello Stivale Italiano per la prima delle due tappe annuali nella nostra penisola. Il quinto round sarà, infatti, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, in provincia di Bologna, che poco prima di questo weekend ha annunciato il prolungamento della propria partnership col campionato delle moto di serie. E’ il decimo anno consecutivo che la pista bolognese ospita un weekend SBK, e la 16a assoluta dal 2001 a oggi. Il GP d’Italia per la SBK ha avuto sempre un’importanza unica, tanto il nostro paese per molte annate ha avuto due round in due tracciati differenti (cosa che succederà anche quest’anno con la tappa a Misano Adriatico a inizio luglio). Ben 94 manche si sono svolte in Italia, e Imola è stata la pista che ne ha ospitate di più dopo Monza.

In questo weekend dai saliscendi imolesi potremmo avere un nuovo re di Imola. Ora, con cinque vittorie a testa, il campione spagnolo oramai ritiratosi Carlos Checa e l’attuale campione del mondo Jonathan Rea condividono il prestigioso scettro del recordman ma, il dominatore delle ultime due annate qui, ovvero il gallese Chaz Davies, parrebbe pronto a sbalzare entrambi dalla testa e aggiudicarsi il record di sei vittorie qui a Imola.

Ed è proprio da qui che la riscossa di Chaz e del marchio di casa, la Ducati, deve iniziare. Il round di Assen, per quanto portatrice di preziosi punti iridati, ha allargato il gap di punti tra l’attuale leader del mondiale Jonathan Rea e il #7 sulla Panigale, ora staccato di 30 punti e con un duro lavoro da portare avanti per scalzare via, finalmente, il connazionale dal trono di campione del mondo. Negli ultimi due anni, come detto, Davies ha ottenuto un numero equivalente di doppiette. Il proverbio dice “non c’è due senza tre”, e quale maniera migliore per confermarlo se non qui, davanti al pubblico Rosso Ducati di Imola?

A dargli man forte, specie davanti al pubblico di casa, dovrà pensarci Marco Melandri sulla seconda Panigale bicilindrica. Il morale del ravennate dopo il round difficilissimo di Assen era sotto i tacchi per aver perso ulteriori punti dal duo britannico dopo lo scoppiettante inizio di stagione, ma sulla carta anche Imola, una pista dove la stabilità della moto è fondamentale, non pare essere proprio il luogo migliore per iniziare una riscossa verso il titolo. Si spera che il pubblico italiano possa dare la giusta spinta al pilota Ducati.

Un redivivo Sykes è rispuntato dopo un lungo letargo sulla pista di Assen, dove ha avuto il merito di rompere un predominio di Jonathan Rea che durava oramai dalla seconda manche del 2014. Per Tom una boccata d’ossigeno più che meritata dopo le tante critiche ricevute in questo inizio di stagione, ma ora è necessario anche dimostrare che il successo in Olanda non è stato un semplice fuoco di paglia. Il #66 ha il record di pole position nei round italiani, pari a otto partenze al palo conquistate, oltre che una doppietta nel 2014; Imola è stato anche il tracciato dove ha ottenuto la prima delle sue 43 Superpole.

Si passa così al capitolo Yamaha, giunto alla sua prima svolta decisa proprio nel weekend di casa per Michael van der Mark. L’eroe di casa ha ottenuto due preziosi podi combattendo in entrambi i casi col campione del mondo Rea, e mantenendo le premesse viste al GP olandese potrebbe fare molto bene anche qui a Imola. Anche Alex Lowes ha avuto la sua ribalta nel sabato mattina di Assen con la prima pole position di Yamaha al suo ritorno in SBK, ma tra una gomma sbagliata all’anteriore in gara-1 e una caduta in gara-2 l’occasione per il primo successo del fratello di Sam è sfumata in un battito di ciglio. Le conferme per i due piloti della R1 devono arrivare già nella terra romagnola, per non rischiare di ritrovare una Yamaha nuovamente molto indietro alle due forze maggiori.

La Casa di Iwata dovrà fare i conti anche con i possibili outsider privati di Ducati e Kawasaki: per il marchio italiano Xavi Forés, anche lui in sofferenza ad Assen, vorrà riportare la moto del team Barni a saggiare le posizioni di testa dopo lo splendido avvio di campionato; Kawasaki invece, grazie alla collaborazione col team Puccetti, permetterà la one-off di una vecchia conoscenza del mondiale Superbike, in altre parole Leon Haslam. L’attuale pilota Kawa del BSB correrà a Imola con una livrea speciale marchiata Elf (marchio che festeggia i cinquant’anni), e le possibilità per fare bene ci sono considerando che l’anno scorso, a Donington, Leon ha ottenuto un prezioso terzo posto in gara-1. Oltre ciò, il figlio d’arte farà anche da “tutor” al giovanissimo Toprak Razgatlioglu, anche lui su Kawasaki e anche lui desideroso di crescere in fretta per diventare un big della categoria.

Notizie buone anche per Honda e Aprilia in questo weekend: i due infortunati di spicco di questo inizio di campionato, Leon Camier ed Eugene Laverty, sono stati dichiarati idonei per correre e parteciperanno (seppur magari non ancora al 100%) alle due manche italiane. L’irlandese del team Milwaukee, dopo la frattura in due punti del bacino, ha voluto anticipare il suo rientro (previsto per Donington inizialmente), in modo da correre in Italia con la RSV4 dell’Aprilia; Leon Camier, dopo aver scampato danni ben peggiori ad Aragón e aver rimediato tre costole rotte, cercherà di risollevare una situazione che per Honda è a dir poco tragica sul piano dei piloti, considerando anche l’incidente occorso a Jack Gagne nelle libere di Assen; anche l’americano ha avuto l’ok dei medici, e riporterà in pista la Fireblade del team Ten Kate. Tornando ad Aprilia, si muovono le acque anche sugli sviluppi per il campionato 2019: il rinnovo col team Milwaukee, dopo un’annata 2017 molto sotto alle attese e un 2018 iniziato all’insegna degli infortuni, sembra subire parecchi ostacoli, ma un’eventuale separazione porterebbe, chissà, al ritorno di Aprilia in forma ufficiale.

La stagione di MV Agusta e di Jordi Torres invece ha subito una decisa raddrizzata ad Assen grazie ai buoni risultati ottenuti dal sorridente spagnolo, nella speranza di ottenere risultati anche più prestigiosi con la F4 prima dell’arrivo del possibile nuovo modello firmato dalla Casa di Varese.

Attenzione fortissima, come negli ultimi weekend, anche per la Supersport 600. A fare da contorno a una lotta per il vertice apertissima e senza esclusioni di colpi, ci sarà l’ultima gara di Kenan Sofuoglu che annuncerà, alla fine del GP, il ritiro dalle corse per concentrarsi sul suo lavoro di manager. Kenan è dal 2015 che vince qui a Imola col team Puccetti, e per quanto il sogno del poker sia un’utopia, un regalo d’addio del genere sarebbe più che meritato per un uomo così duro e capace di tenere botta a ogni colpo che la vita gli ha rifilato, fisicamente e mentalmente.

INFO TRACCIATO

track

Lunghezza tracciato: 4,936 km
Rettilineo: 358 m
Curve: 22 (13 a sinistra, 9 a destra)
Senso: antiorario
Record della pista: 1:45.598 (Chaz Davies, Ducati, 2016)

ALBO D’ORO

ORARI TELEVISIVI

Sabato 12 maggio 2018

8:40 - FP3 SBK (Italia 2)
9:20 - FP3 SSP600 (Italia 2)
10:30 - SP1 SBK (Italia 2, Eurosport 2)
10:55 - SP2 SBK (Italia 2, Eurosport 2)
12:40 - Gara-1 SBK (Italia 1, Italia 2, Eurosport 2)
14:00 - SP1 SSP600 (Italia 2)
14:25 - SP2 SSP600 (Italia 2)
15:00 - QP STK1000 (Italia 2)
18:30 - Replica Gara-1 (Eurosport)

Domenica 13 maggio 2018

9:00 - WUP SSP600 (Italia 2)
9:30 - WUP SBK (Italia 2)
10:00 - WUP STK1000 (Italia 2)
11:20 - Gara SSP600 (Italia 2, Eurosport 2)
12:40 - Gara-2 SBK (Italia 1, Italia 2)
14:10 - Gara SSP300 (Italia 2)
14:30 - Replica Gara-2 (Eurosport 2)
15:15 - Gara STK1000 (Italia 2)

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.