SBK | GP Gran Bretagna: Tom Sykes firma la sua prima pole position della stagione

SBK
GP Gran Bretagna: Tom Sykes firma la sua prima pole position della stagione

L’inglese ritrova in Donington un’amica fidata, e porta la BMW alla prima Superpole dal ritorno di 06 Luglio 2019, 12:57

Nemmeno la pioggia e l’umido hanno potuto fermare l’inesorabile Tom Sykes che, da maestro del giro secco qual è, non si è lasciato sfuggire una possibilità così ghiotta di portare la sua S1000RR alla prima Superpole dal ritorno in campionato. Il tempo fatto segnare dal barbuto di Huddersfield, 1:27.619, gli è valso la sua 49a Superpole in carriera, mentre la BMW ritrova in Donington Park una pista storicamente alleata: nel 2012 fu proprio qui che la Casa di Monaco di Baviera ottenne la sua prima vittoria con Marco Melandri. Chissà se Tom Sykes riuscirà a ripetere la cosa nel pomeriggio.

Completano la prima fila Jonathan Rea e Leon Haslam. Il nordirlandese, insieme al suo ex-compagno di squadra, ha fatto semplicemente un altro mestiere con le gomme d’asciutto su pista umida, ma alla fine ha dovuto cedere al maestro di Donington. E’ comunque un ottimo risultato considerando che Álvaro Bautista partirà solo sesto, e che si è dimostrato abbastanza in difficoltà in caso di gara bagnata. Grande qualifica anche per Peter Hickman, che apre la seconda fila sulla seconda BMW.

LA CRONACA

Dopo la FP3 bagnata, la pioggia smette di cadere ma la pista rimane ancora insidiosa, costringendo i piloti a montare le gomme da bagnato almeno per i primi minuti. All’inizio è Alessandro Delbianco a portarsi al comando ma il campione del mondo Rea ci mette poco prima di piazzarsi davanti con oltre un secondo di vantaggio. Con l’acqua anche le altre Kawasaki vanno bene, comprese quelle private con Haslam terzo che precede Mercado e Razgatlıoğlu. Arrivano anche le prime cadute, con Lowes giù nel giro di lancio all’ultima curva e Delbianco a terra alla McLean’s.

Mentre le Kawasaki continuano a dominare in classifica, Bautista esce dalla top ten e fa fatica sul bagnato a far segnare tempi interessanti. Arriva poi il turno di Marco Melandri, che con due giri scala vistosamente la classifica dimostrando come la pista stia subendo un miglioramento costante. Il ravennate fa addirittura al comando seguito da Peter Hickman, prima che entrambi vengano scalzati da Baz di oltre un secondo.

Anche se qualche goccia riappare nelle ultime due curve, le slick cominciano a essere un opzione e il primo a tentare il colpaccio è van der Mark, imitato da Tom Sykes e Alessandro Delbianco. Leon Haslam non si fida e punta invece sulle intermedie, con cui gira oltre tre secondi più veloce di Baz. I tempi calano drasticamente e i più veloci in assoluto sono Sykes, Rea, Lowes e anche Hickman. I primi due fanno ulteriormente la differenza ed è alla fine il campione del mondo 2013 a spuntarla, nonostante la perseveranza di Rea nel martellare giri veloci.

Bautista e Davies, i primi passati sotto la bandiera a scacchi, partiranno in sesta e decima posizione domani, col gallese buttato fuori dalla terza fila proprio da Marco Melandri. In seconda ci saranno uno splendido Peter Hickman, che potrebbe tentare il colpaccio col bagnato in gara, Baz, primo delle Yamaha, e Bautista. Razgatlıoğlu apre la terza davanti a Lowes, mentre van der Mark partirà penultimo nonostante sia stato il primo a usare le gomme d’asciutto.

Qui i risultati della sessione e la griglia di partenza. Appuntamento alle 15:00 con gara-1.

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi