SBK | GP Gran Bretagna 2019 - Anteprima

SBK
GP Gran Bretagna 2019 - Anteprima

A Donington Park proseguirà la sfida tra Rea e Bautista per la testa della classifica di 04 Luglio 2019, 17:40

L’ultima tappa del primo ciclo europeo del campionato Superbike si svolgerà nella culla del mondiale delle moto di serie, la storica Donington Park. La pista che sorge nei pressi della foresta di Sherwood ha quasi ottant’anni di storia, trenta spartiti anche con la SBK, poiché qui nel 1988 il campionato mondiale iniziò vedendo subito una sfida tutta italiana tra Davide Tardozzi e Marco Lucchinelli, il primo su Bimota e il secondo su Ducati.

Tornando al 2019, la sfida al vertice vede ora due coppie distinte, con Jonathan Rea che sta cercando l’aggancio in classifica con la sua Kawasaki e Álvaro Bautista che, dopo un inizio di campionato scoppiettante, si sta trovando a giocare in difesa al momento. Il campione del mondo dista ora solo 16 punti dal rookie spagnolo, che sarà costretto a difendersi ancora sia qui che, presumibilmente, a Laguna Seca tra una settimana. Si arriva invece dalla tappa di Misano Adriatico che ha messo in scena un duello che passerà alla storia tra il campione di oggi e colui che potrebbe esserlo del domani, con Johnny che ha sfidato e battuto Toprak Razgatlıoğlu in gara-2, accorciando ulteriormente le distanze dal rivale.
A Donington Rea non ha un ruolino di marcia da schiacciasassi, ma la sua Kawasaki nelle ultime stagioni si è trovata decisamente meglio della Ducati e potrebbe essere la favorita del weekend. Cercherà di dare il massimo anche Leon Haslam, tornato a podio a Misano e di casa qui nelle Midlands, dove suo padre Ron ha la sua Academy.

A dare una mano alla rimonta di Rea ci ha pensato Bautista stesso, scivolando per la seconda volta mentre era in testa alla gara. I due banali quanto gravi errori fatti sono forse sintomo di come Rea, con le vittorie ottenute a Imola, abbia dato un segnale al suo nuovo avversario, anche se lo stesso campione del mondo non è stato impeccabile a Jerez e Misano. Bautista non corre qui dal 2009, quando ottenne un secondo posto in sella alla sua Aprilia 250cc sotto la pioggia, mentre saranno da valutare anche le prestazioni della Panigale V4 R in un’altra pista con pochi allunghi notevoli. Il buon momento rivisto in Davies sembra invece esser svanito di nuovo, col gallese che è anche caduto a Misano durante la Superpole Race, ottenendo come miglior risultato un magro quinto posto nella prima manche. Doveva esserci anche la partecipazione, su un’altra Ducati Panigale V4 R, di Scott Redding dal campionato inglese, ma il team Be Wiser PBM non ha fondi necessari per far correre l’ex-MotoGP con una moto con specifiche adatte al campionato mondiale, per cui il tutto si è trasformato in un nulla di fatto.

Il vincitore delle gare di Donington Park dello scorso anno potrebbe essere autore di un recupero clamoroso dopo lo schianto nella FP2 di Misano. E’ ancora negli occhi di tutti l’highside di Michael van der Mark alla curva finale del tracciato riminese nel quale ha rimediato fratture alle costole del lato destro, una commozione cerebrale e soprattutto la frattura del radio nel braccio destro, che è stato operato a Rimini il prima possibile. L’olandese dice che la sensibilità al polso del gas non è peggiorata in maniera drastica e, visto l’ok dei medici, tenterà il recupero lampo; in caso contrario sarà Tarran Mackenzie, vincitore quest’anno in BSB proprio con la Yamaha, a prendere il suo posto. Spera di rimediare a due round non proprio eccezionali anche Alex Lowes, che a Misano ha visto sfumare la possibilità di tornare al successo cadendo sotto la pioggia di gara-1.

L’occasione più ghiotta per Tom Sykes e la BMW si presenterà proprio questo weekend, nella pista più amata dal barbuto di Huddersfield. L’ex-campione del mondo qui ha vinto nove volte di fila dal 2013 al 2017, ed è intenzionato a riconquistare il trono di Donington dopo un 2018 deludente. La BMW, col motore migliorato da Misano, potrebbe dargli una mano vista l’assenza di rettilinei importanti, specie considerando quanto conta l’agilità su questo tracciato. Anche Markus Reiterberger spera di tornare a brillare su questa pista, per migliorare la deludente 13a piazza in campionato.

E’ notizia di ieri che i tempi di recupero di Leon Camier si sono ulteriormente allungati, e il team Moriwaki Althea dovrà quindi fare a meno del #2 per altri due round, compreso quello di casa per l’ex-campione del BSB. Non ci sarà però nemmeno il sostituto Takahashi, per cui il team ufficiale disporrà del solo Kiyonari come punta. Nell’ultima gara il nostro Alessandro Delbianco ha mostrato anche come sull’acqua possa dire la sua nonostante il mezzo inferiore, nella speranza che le sue quotazioni aumentino in vista del prossimo anno.

Parlando dei privati, non bisogna dimenticarsi nemmeno del team GRT, con Sandro Cortese che ha conquistato la prima fila nell’ultima gara e Melandri che è stato in grado di compiere due belle rimonte nelle prime due gare, per poi scivolare d’anteriore nella manche finale. Entrambi potrebbero puntare anche più in altro in questa seconda metà del campionato, mentre spera di poter rientrare in gara anche Eugene Laverty, che come van der Mark proverà a tornare sulla Ducati del team GoEleven.

Ci saranno anche Supersport600 e 300, che invece non parteciperanno alla gara di Laguna Seca. Nella prima, Randy Krummenacher e Federico Caricasulo sono passati dalla battaglia interna alla guerra fratricida sulla pista dedicata a Marco Simoncelli, andando più volte al contatto nell’ultimo giro di gara con il trionfo finale dello svizzero. Vedremo se il valzer dei due piloti Evan Bros continuerà, e se anche Ana Carrasco, vincitrice a Misano, riuscirà a ripetersi nella pista in cui ha dominato dodici mesi fa.

Nonostante la concomitanza con il Motomondiale, la SBK avrà il vantaggio della diretta su TV8, visto che il Gran Premio di Germania al Sachsenring sarà in differita sul digitale terrestre. Questa concomitanza però non permetterà agli utenti di Sky Sport MotoGP la visione delle libere del venerdì, essendo il palinsesto del canale dedicato già occupato dalle tre classi del Motomondiale; saranno spostate su Sky Sport Arena. Su Eurosport verranno date le differite, a eccezione della gara della seconda gara che andrà in diretta sul canale 2.

INFO TRACCIATO

track

Lunghezza tracciato: 4.023 m
Rettilineo principale: 550 m
Curve: 12 (5 a sinistra, 7 a destra)
Senso: orario
Record della pista: 1:26.641 (Tom Sykes, Kawasaki, 2016)

ALBO D’ORO

SBK | GP Gran Bretagna 2019 - Anteprima 1

SBK | GP Gran Bretagna 2019 - Anteprima 2

ORARI TELEVISIVI

Venerdì 5 luglio 2019

11:30 - FP1 SBK (Sky Sport Arena)
16:00 - FP2 SBK (Sky Sport Arena)
17:00 - FP2 SSP600 (Sky Sport Arena)

Sabato 6 luglio 2019

12:00 - Superpole SBK (Sky Sport Arena)
12:40 - Superpole SSP600 (Sky Sport Arena)
13:20 - Superpole A SSP300 (Sky Sport Arena)
13:50 - Superpole B SSP300 (Sky Sport Arena)
15:00 - Gara-1 SBK (Sky Sport Arena, TV8)
16:45 - Replica Gara-1 SBK (Sky Sport MotoGP)
17:35 - Replica Gara-1 SBK (Eurosport 1)

Domenica 7 luglio 2019

12:00 - SP Race SBK (Sky Sport Arena, Eurosport 2)
13:15 - Gara SSP600 (Sky Sport Arena)
14:00 - Replica SP Race SBK (TV8)
15:00 - Gara-2 SBK (Sky Sport Arena, TV8)
16:15 - Gara SSP300 (Sky Sport Arena)
16:15 - Replica Gara-2 SBK (Sky Sport MotoGP)

Fonte immagine: worldsbk.com


Condividi