SBK GP Francia: Kawasaki asfaltano la concorrenza, Sykes in Superpole

Tom batte Jonathan Rea sul giro secco all’ultimo tentativo. Melandri 12°, Laverty 13°
SBK | GP Francia: Kawasaki asfaltano la concorrenza, Sykes in Superpole
di 29 settembre 2018, 11:45

Proprio quando Jonathan Rea stava già per pregustare la pole position a Magny-Cours grazie al tempo di 1:35.843, con tanto d’impennata di festeggiamento dopo il proprio giro veloce, ma è stato un redivivo Tom Sykes a scippargli la prima posizione, abbassando l’asticella sull’1:35.696. Per l’inglese di Huddersflied è la 47a Superpole in carriera, e potrebbe essere uno degli ultimi regali che fa al team Kawasaki ufficiale (oltre che a se stesso), prima della partenza verso la Honda. Una differenza comunque imbarazzante tra la Verdona e tutte le altre moto, staccate dai sette decimi in su. La prima fila è stata completata dall’Aprilia RSV4 di Lorenzo Savadori, un altro risultato in qualifica di tutto rispetto che fa ben sperare quantomeno per il futuro del team di Shaun Muir. E’ andata molto peggio a Eugene Laverty, che per un errore strategico non ha passato lo scoglio della Q1 finendo 13°.

Situazione difficile per la Ducati e la Panigale bicilindrica, che come a Donington soffre una rapportatura delle marce mal studiata che ha relegato Davies in sesta posizione e Melandri addirittura in 12a dietro van der Mark e Camier. Un po’ meglio Xavi Forés in quarta piazza con la moto di Barni, il quale pare aver annunciato l’arrivo, proprio al posto dello spagnolo, di Michael Ruben Rinaldi (oggi settimo in Superpole).

LA CRONACA

Nella SP1, per i due slot disponibili per l’ingresso in SP2, ci sono almeno quattro piloti in grado di ottenerlo. Laverty è da subito il più veloce e prima dei secondi run dei suoi avversari si mette al comando; l’irlandese, per risparmiare una gomma, decide però di non uscire nuovamente, e la cosa gli è controproducente perché permette a Camier prima e a Razgatlioglu poi di soffiargli una delle due posizioni. Camier si mette quindi davanti ma è veloce anche il suo compagno Jacob Gagne, il quale però nel suo tentativo buono perde tre decimi nel T4.

Nella SP2 sono presenti le quattro Ducati ma nessuna di queste riuscirà a impensierire minimamente il duo Rea-Sykes, che da subito si mette al primo e al secondo posto. Il distacco tra la moto di Minato e le avversarie non fa altro che aumentare, con Rea che abbassa di otto decimi la pole provvisoria impennando già soddisfatto del risultato; Savadori è il primo “degli altri” a sette decimi, ma arriva a sorpresa Sykes che, con un paio di giri rapidissimi, scende sotto al tempo del compagno-rivale conquistando così la pole position. Quinto Lowes con la prima delle R1 davanti a Davies, mentre in terza fila partiranno Rinaldi, Baz e Razgatlioglu.

La partenza di gara-1 alle 13:00 di oggi. Qui i risultati della SP2.

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.