SBK GP Francia: ennesima doppietta di Rea, Davies e van der Mark a podio

Dalla nona posizione il quattro volte campione recupera e vince con margine
SBK | GP Francia: ennesima doppietta di Rea, Davies e van der Mark a podio
di 30 settembre 2018, 17:20

Tanto per cambiare, è arrivata un’altra doppietta da parte di Jonathan Rea in sella alla sua infallibile Kawasaki ZX10-RR, e si tratta della quinta doppietta stagionale, nonché la quarta consecutiva da Laguna Seca in poi. La nona posizione in griglia a cui era stato relegato per regolamento dopo il successo in gara-1 è stata un handicap facilmente sormontabile, tanto che il sorpasso decisivo per la vittoria è arrivato già poco dopo metà gara. Chi l’ha subito, Chaz Davies, sul traguardo non ha rimediato un distacco abissale, e considerando i problemi alla spalla il gallese si può comunque dire soddisfatto della piazza d’onore. Terzo posto per Michael van der Mark dopo la pallida gara di ieri, davanti a Sykes e Melandri.

LA CRONACA

Allo scatto tutta la prima fila parte al meglio e in particolare le Ducati, che in curva 1 si portano rispettivamente in prima e terza posizione con Davies al comando e Melandri dietro, intervallate da un van der Mark autore di una manovra da incorniciare all’esterno della prima curva. I tre all’Adelaide mantengono le proprie posizioni ma già alle loro spalle si palesa la sagoma della Kawasaki #1 di Rea, quarta dopo nemmeno un settore della pista; alla 9 il campione del mondo scavalca facilmente anche la Panigale #33 ed è già sul podio virtuale, mentre dietro i primi quattro Savadori, partito male, e Razgatlioglu si confrontano alla Curva del Liceo, finendo larghi e cedendo la posizione a Sykes.

Già al secondo giro assistiamo alla manovra della gara: Rea si avvicina alla Yamaha di van der Mark tra la 2 e il curvone Estoril, gli si affianca all’esterno e decide comunque di tentare la manovra e completare il sorpasso che incredibilmente riesce. Van der Mark non ci sta e reagisce d’orgoglio all’Adelaide rimettendosi secondo e favorendo anche il rientro di Melandri, il quale però va lungo alla esse Nürburgring ridando la terza piazza a Rea. Un paio di giri dopo Rea ci riprova sempre all’Adelaide e stavolta riesce a conservare la seconda posizione.

Davies guadagna circa un secondo da questo duello, ma non gli è per nulla sufficiente per tenere il rivale a distanza, che infatti si rifà sotto nel giro di tre passaggi. Come a Imola e a Portimão, i due britannici si sfidano con la guidabilità della Kawasaki e l’abilità di Rea che si confronta con la potenza e le staccate di Davies: per diversi giri Johnny tenta di passare il #7 all’Adelaide ma le staccate di Chaz gli permettono di rimanere davanti fino al dodicesimo passaggio, nel quale la Kawa s’infila in curva 8 e comincia ad allungare.

In questa fase i tempi oscillano tra il ‘38.0 e il ’37 basso, e il più veloce dopo Rea in pasta è Melandri sulla seconda Panigale. Il ravennate però non riesce ad avvicinarsi alla Yamaha di van der Mark e anzi viene riagganciato da un sorprendete Sykes, che si sveglia nell’ultimo terzo del GP attaccando e superando l’italiano all’Adelaide. Savadori non mantiene il passo dei cinque davanti mentre il suo compagno Laverty sprofonda in 11a posizione, in lotta con Baz e Razgatlioglu. Caduta di Smrz nelle retrovie.

Rea va a vincere senza problemi la seconda manche davanti a Chaz Davies (sesto secondo posto dell’anno per lui) e a van der Mark, ancora una vola a podio con la R1. Melandri non riesce a ricuperare Sykes e si deve accontentare del quinto posto davanti a Savadori; completano la top ten Lowes, Forés, Camier e Baz.

In classifica l’unica lotta rimasta degna da raccontare è quella per il secondo posto, che per il momento sorride a Chaz con 335 punti, davanti a van der Mark a 309, Sykes a 273 e Melandri solo quinto a 250. In queste ultime manche ha perso molto terreno anche Lowes (213), che ora ha solo 19 punti di vantaggio sulla Ducati privata di Xavi Forés. Kawasaki saldamente in testa tra le marche con 495 punti, davanti a Ducati a 408.

Tra due settimane la SBK sbarcherà per la prima volta in Argentina, sulla neonata pista di San Juan Villicum. Difficile credere che non sarà di Rea il successo nelle due manche, considerando anche la sua abilità sulle piste totalmente nuove, ma potrebbero esserci pur sempre delle sorprese.

Qui i risultati e la classifica generale.

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.