SBK | Ciabatti:

SBK
Ciabatti: "Con la V4 R non avremmo vinto nemmeno una gara senza Bautista"

Il direttore sportivo della Ducati onesto su cosa sta facendo la differenza nelle vittorie del 2019 di 03 Maggio 2019, 15:00

L’inizio di campionato di Álvaro Bautista, in sella alla nuova Ducati Panigale V4 R, è stato un vero terremoto per gli avversari e per tutto il panorama Superbike, con la conquista di undici vittorie su undici gare svolte da parte della coppia italo-spagnola. Ci si è chiesti per lungo tempo quale fosse il segreto di questa striscia di successi, poiché la moto, per quanto sia per distacco la più potente tra quelle in corsa, ha raggiunto il podio in ogni manche finora svolta solo con Bautista, a cui si aggiungono solo i due terzi posti di Chaz Davies ad Aragón.

Paolo Ciabatti, intervistato pochi giorni fa, ha parlato proprio di questo, svelando i motivi per cui in questo momento Bautista e la Ducati si ritrovano a punteggio pieno nel mondiale. “Nelle corse motociclistiche, l’influenza del pilota è molto importante per ottenere successi. Ad esempio, c’è il caso della nostra Panigale V4 R, la quale non avrebbe vinto nemmeno una gara in Superbike senza Álvaro Bautista, nonostante la presenza di un pilota competitivo come Davies”.

Una menzione anche al mondo della MotoGP, nel quale la Ducati comanda con Andrea Dovizioso ma con un margine nettamente più risicato sugli avversari: “Siamo in un momento davvero importante della nostra storia sportiva, nonostante la stagione sia molto lunga e tante cose possono accadere. La performance di Bautista e della Panigale V4 R è spettacolare, direi ben oltre alle nostre attese. E in MotoGP, dopo la vittoria in Qatar, siamo riusciti a difenderci su due circuiti storicamente difficili per noi, come Argentina e Austin, permettendoci di guidare il campionato fino a Jerez. Ovviamente siamo soddisfatti, ma allo stesso tempo rimaniamo coi piedi per terra”.

La MotoGP correrà questo weekend nel Gran Premio di Spagna nel quale Dovi dovrà difendere la sua leadership da Rossi, Rins e Márquez, mentre Bautista, Davies e tutto il team Aruba.it correrà a distanza di una settimana a Imola. In Italia correrà anche una quinta Panigale V4 R, oltre alle due ufficiali e le due private di Laverty e Rinaldi, ovvero quella del team Motocorsa guidata da Lorenzo Zanetti.

Fonte immagine: worldsbk.com

Condividi