Restano, comunque, le briciole

SEVEN
Restano, comunque, le briciole

Mercedes fa quello che vuole, quando vuole di 14 Luglio 2019, 21:10
Alessandro Secchi

Dopo dieci gare la Formula 1 ha solo da capire quale sarà la scadenza del suo mondiale 2019. Nove successi divisi in sette per Lewis Hamilton e due per Valtteri Bottas la dicono lunga su quella che è la situazione di questo campionato.

Esclusa la prima parte di gara, con Bottas incredibilmente deciso a non mollare la posizione sul compagno prima di essere letteralmente ribaltato dalla Safety Car, solo le fantastiche battaglie alle spalle delle Frecce d'Argento hanno sviato l'attenzione su un'altra corsa dominata senza appello dal team campione in carica.

Le lotte per le posizioni dalla terza in giù sono boccate d'aria per la tenacia e l'aggressività che Leclerc e Verstappen hanno messo in pista, fortunatamente senza indegne decisioni dei commissari a minare la bellezza di un duello che sa di futuro. Ma si tratta, sempre e comunque, delle briciole.

Perché Hamilton che, ancora una volta, umilia tutti con il giro più veloce all'ultimo passaggio e con trenta giri sulle gomme la dice lunghissima sui valori in campo. Mercedes fa ancora quello che le pare: l'unico motivo di interesse per le vittorie di tappa è la competitività di Bottas su questo o quel tracciato.

E dire che Valtterone aveva fatto tutto perfettamente, tra ieri ed oggi. Una pole soffiata per sei millesimi ed una prima parte di gara, soprattutto nei primi giri, di una tenacia incredibile nel difendersi dagli attacchi del padrone di casa. Il controsorpasso alla Copse è da lesa maestà e, senza la Safety Car che ha rovinato tutto al finlandese forse avremmo assistito ad una lotta diversa per la prima posizione. Non però, per il nome del team vincitore, che dovrebbe correre sempre in Austria per avere difficoltà. 

Con il mondiale che dura 21 gare l'agonia avrà modo di protrarsi fino a dopo l'estate. Per il resto, speriamo che Leclerc e Verstappen si trovino ancora a fianco a fianco spesso e volentieri. Ossigeno puro in una stanza invivibile.

Condividi