Alessandro Secchi

SEVEN Quanto tempo è passato?!

L'ultima prima fila Ferrari era di quasi dieci anni fa. Ma davvero?
Quanto tempo è passato?!
di 29 aprile 2017, 20:00

21 giugno 2008. Ma davvero? 

L'ultima prima fila Ferrari, l'ultima prima linea tutta rossa, risale a tal data (la foto è di quel GP, poco dopo la partenza). Pole position di Kimi, secondo posto di Felipe. Poi, in gara, posizioni invertite con lo scarico rotto sulla Ferrari numero 1 e il via libera alla numero 2 per vincere quella gara e lanciarsi nella lotta mondiale, che poi sappiamo come è tragicamente terminata.

2008, una decade fa. Nove anni in meno, credo anche nove chili: una vita. Il 90% di noi non sapeva cosa fossero Facebook o Twitter, i cellulari touch erano un miraggio, l'Italia era ancora campione del mondo di calcio in carica e il Milan l'anno prima aveva vinto l'ultima Champions League. Ecco, su questo ultimo punto più che dieci anni ne sembrano passati trenta. 

C'è un punto in comune tra quella prima fila e questa: il finlandese, quel giorno primo, questa volta secondo di un soffio. Forse con quell'ultima curva fatta bene ci sarebbe riuscito, ma poco importa, va bene così. Riempito di lodi dai capi dopo esser stato sputtanato non più di tre settimane fa, per la serie che forse bisognerebbe aspettare un attimo prima di bastonare così un proprio pilota. Pazienza anche qui, sperando che Kimi domani faccia il suo.

In mezzo tra quel giorno e questo è successo di tutto: mondiali persi all'ultima gara, qualche altra pole, qualche altra vittoria, una striscia Alonsiana poco fortunata e tante altre cose. Ma forse mai come oggi, da anni a questa parte, c'è una sensazione di forza. Se in gara la Ferrari aveva dimostrato di essere al livello della Mercedes, in qualifica avevo ancora delle riserve. Insomma, "quelli lì al sabato premono il tastone". Eppure anche col tastone oggi non c'è stata trippa per gatti. Una Freccia d'Argento quasi sempre più lenta e un Hamilton inaspettatamente più indietro di Bottas rendono il sabato rosso potenzialmente felice in ottica gara. 

Caramelle, punti e voti si danno alla domenica e gli sviluppi saranno fondamentali: sarà comunque un bel vedere una fila tutta rossa là davanti domani, per aggiornare le statistiche e anche la memoria. E chissà che sia solo la prima in una stagione che sembra promettere sempre meglio.

Immagine: internet (per segnalare copyright info@passionea300allora.it)

Condividi