MXGP | Yamaha ha scelto Dean Ferris per sostituire l'infortunato Febvre

MXGP
Yamaha ha scelto Dean Ferris per sostituire l'infortunato Febvre

L'australiano salirà sulla YZF 450 ufficiale nei prossimi tre round di 15 Marzo 2019, 15:30

La caduta nella seconda manche del Gran Premio d'Argentina è costata a Romain Febvre la rottura dell'astragalo del piede destro e il francese sarà costretto ad uno stop abbastanza lungo. Il campione del mondo MXGP del 2015 dovrà restare ai box per sei settimane e almeno per i prossimi tre round non potrà tornare sulla sua Yamaha ufficiale del team Rinaldi, che pertanto ha dovuto trovare un sostituto.

La Casa di Iwata ha quindi ripescato un "jolly" del mondiale motocross, ossia l'australiano Dean Ferris. Il 28enne di Lismore, infatti, ha già ricoperto il ruolo di sostituto in due occasioni negli ultimi anni: nel 2010, quando ha corso i due round conclusivi sulla Honda dell'infortunato Evgeny Bobryshev, e nel 2014, sulla Husqvarna lasciata libera da Todd Waters. Non sono mancate nemmeno le chance da pilota titolare per Ferris: con la Kawasaki del team Bud Racing nel 2012, esperienza di cui si ricorda una buona prova sotto la pioggia in Brasile prima dell'infortunio in Francia, con la Yamaha 250cc del team Dixon nel 2013, anno in cui ha conquistato il Gran Premio del Belgio con una doppietta, e infine sulla Husqvarna ufficiale nel 2015, stagione chiusa solo all'11° posto.

Dopo tre titoli australiani negli ultimi tre anni, Ferris pareva indirizzato verso il National USA ma questo nuovo impegno potrebbe avergli scombinato i piani. Tuttavia l'impegno con Yamaha, in attesa del recupero di Febvre, al momento prevede solo i Gran Premi di Gran Bretagna, Olanda e Trentino, con un mese d'anticipo rispetto all'avvio del campionato outdoor statunitense. Ferris affiancherà Jeremy Seewer, reduce da un Gran Premio d'Argentina non certo da ricordare e in caccia di rivincita già dall'appuntamento di Matterley Basin fissato per il prossimo fine settimana.

Ecco le parole del pilota australiano: "Sono molto grato per questa opportunità. So che il prossimo Gran Premio è molto vicino ma ho qualche giorno a disposizione per trovare il feeling con la moto. Ho già corso su tutti e tre i circuiti che affronterò, quindi potrò fare affidamento sulla mia conoscenza. Correre ancora con Yamaha è ottimo, perché ho avuto una grande esperienza con loro negli ultimi anni. È un peccato che Romain si sia fatto male, non vorremmo mai che succedesse una cosa del genere ma può capitare. Darò il massimo in questi tre Gran Premi, non vedo l'ora di cogliere questa opportunità".

Restando in tema di infortuni, nella entry list di Matterley Basin figurano i nomi di Jeffrey Herlings ed Evgeny Bobryshev ma si può dare per certa la loro assenza: per quanto riguarda l'olandese si sa già che dovrà rimanere fermo almeno per un altro mese, cosa che probabilmente lo porterà a preferire il National USA al mondiale almeno per quest'anno, mentre il russo è ancora alle prese con il polso infortunato in Argentina e potrebbe essere rimpiazzato sulla Kawasaki del team Bos Racing da un altro rientrante di lusso, Christophe Pourcel.

Immagine copertina: Yamaha Racing

Condividi