MXGP Desalle interrompe il dominio KTM in Russia

Vittoria del belga della Kawasaki davanti a Herlings e Cairoli
MXGP | Desalle interrompe il dominio KTM in Russia
di 02 maggio 2018, 09:00

Clemente Desalle ha vinto l'MXGP di Russia sul tracciato di Orlyonok, mettendo fine alla striscia di vittorie della KTM che durava dal GP degli Stati Uniti dell'anno scorso conquistato da Jeffrey Herlings. L'ultima vittoria di una Casa diversa da quella di Mattighofen risaliva dunque alla Svezia, con Tim Gajser su Honda.

Un successo che al belga mancava esattamente da un anno, quando vinse proprio in terra russa ma con condizioni atmosferiche differenti che lo avevano visto prevalere tra fango e pioggia. Il sole ha fatto capolino in tutta la due giorni rispetto a 12 mesi fa e Desalle ha trovato da subito il feeling con la pista e con la moto, andando a vincere la prima manche con autorità e conquistando la seconda piazza in quella finale. Un ritorno alla vittoria anche per Dunlop, che fornisce il team ufficiale Kawasaki.

Secondo posto e leadership di campionato consolidata per Jeffrey Herlings, autore della pole position del sabato. Terzo posto nella prima manche e vittoria nella seconda con un bottino di punti finali pari a 45 che gli permettono di portarsi a +23 su Antonio Cairoli.

L'italiano ha "pagato" una piccola caduta nella seconda frazione, che gli ha fatto perdere ritmo e ovviamente diversi punti dal compagno di marca. Il secondo posto nella prima manche aveva fatto sperare in una possibilità di vittoria ma non è andata così. Su una pista velocissima e sostanzialmente "semplice" il campione del mondo non è riuscito a fare la solita differenza.

Buon quarto posto assoluto per Romain Febvre, che ha portato la sua Yamaha ufficiale a lottare con le KTM e la Honda di Tim Gajser, quinto nella generale. Il pilota Honda, ancora protagonista di qualche caduta durante la due giorni, sta continuando il suo lento recupero fisico e di prestazioni verso le posizioni di vertice. L'ottima seconda manche in previsione della gara in Lettonia è sicuramente un'ottima iniezione di fiducia.

A conferma delle ottime prestazioni della Kawasaki in Russia anche il settimo posto di Lieber, terzo nella manche di qualifica, che ha preceduto un sempre consistente Jeremy Seewer e il nostro Alessandro Lupino. L'italiano, anche lui in sella ad una Kawasaki (quella privata del team Gebben V Venrooy) è stato protagonista di una gara davvero valida e molto regolare.

Chiude la top ten Arminas Jasikonis con la Honda del team Honda RedMoto Assomotor, veloce su un terreno non proprio congeniale alle sue caratteristiche.

In classifica Herlings guida con 286 punti, davanti a Cairoli con 263 e Desalle a 212. Prossimo appuntamento in Lettonia con la gara di Kegums, il 13 maggio.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.