MOTOMONDIALE Qatar: Antonelli festeggia in Moto3, beffa per Morbidelli in Moto2

Motomondiale | Qatar: Antonelli festeggia in Moto3, beffa per Morbidelli in Moto2
di 20 marzo 2016, 18:24

Inizio scintillante per l'Italia nelle categorie minori a Losail. Niccolò Antonelli ha vinto la prima stagionale della Moto3, precedendo di pochi millesimi in volata Brad Binder e Francesco Bagnaia, mentre Franco Morbidelli ha perso il secondo posto in Moto2 solo a causa di una penalità inflittagli per un jump start.

Gara della Moto3 come sempre tiratissima. Antonelli, dopo essersi nascosto nel gruppetto di sei (poi otto) che si sono giocati la gara, ha rotto gli indugi negli ultimi due giri superando la KTM di Binder sul lungo rettilineo finale, grazie all'effetto scia. Secondo podio in carriera per Bagnaia, terzo posto con la Mahindra del team Aspar, davanti a Fenati, Antonelli e Bulega.

In casa Sky Racing Team sono volati subito i primi stracci a fine gara, con Fenati polemico nei confronti di Bulega, reo a suo dire di non averlo aiutato a vincere la gara. Va detto, però, che il marchigiano ha commesso un errore all'inizio dell'ultimo giro, alla prima curva, quando si trovava in testa al gruppo. Gara di pregevole fattura invece per Bulega, alla seconda uscita in carriera nel Motomondiale, sesto dopo avere recuperato in solitaria il gruppetto che inizialmente aveva preso il largo: il campione del mondo junior in carica ha risposto piccato all'accusa del compagno di squadra, con una frase molto simile a quella pronunciata da Valentino Rossi a Max Biaggi dopo il GP di Gran Bretagna del 2002.

La Moto2 è stata falcidiata da una serie di false partenze: Lowes, Rins, Zarco, Schrötter, Nakagami, Mulhauser, Morbidelli e Cortese si muovono prima del semaforo verde. I primi sei, tuttavia, vengono penalizzati sin da subito con un ride through, mentre l'italiano ed il tedesco proseguono. Al comando, con un ritmo insostenibile, si porta il poleman e vincitore 2015 Jonas Folger, il quale però si stende dopo una manciata di giri. Morbidelli e Lüthi si ritrovano dunque in solitaria ad animare la gara, con Corsi e Cortese all'inseguimento. Ma proprio quando la gara sembra avviarsi ad una volata a due, ecco giungere l'investigazione sui due "incriminati" rimanenti. La penalità tarda moltissimo ad arrivare, i 20" di penalità diventano effettivi solamente all'inizio dell'ultimo giro. Lüthi toglie comunque ogni dubbio battendo Morbidelli in volata, ma sul podio salgono Salom e Simone Corsi, con il pilota del team Marc VDS scivolato settimo proprio davanti a Rins e Lowes. Buono anche il decimo posto di Luca Marini, al termine di una gara accorta.

Alle 19:00 è previsto il semaforo verde per la MotoGP.

Classifica Moto2
Classifica Moto3

Immagine copertina: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.