MOTOMONDIALE Pecco Bagnaia firma con Ducati Pramac un accordo biennale

Il torinese correrà col team satellite di casa Ducati per il 2019 e il 2020
Motomondiale | Pecco Bagnaia firma con Ducati Pramac un accordo biennale
di 21 febbraio 2018, 17:57

Dopo settimane, se non mesi, di voci insistenti su un approdo di Pecco Bagnaia in MotoGP già per il 2019, oggi sono arrivate finalmente news tanto concrete quanto succose: l’attuale pilota del team Sky VR46, approdato proprio l’anno scorso in Moto2 e già tra i favoriti per il titolo 2018 della classe di mezzo, ha firmato un biennale con la squadra Ducati Corse che prevede la partecipazione dell’italiano ai campionati 2019 e 2020 in sella alla moto bolognese del team Alma Pramac. Il #42, giovanissimo pilota dell’Academy VR46, sarà il secondo del vivaio targato Valentino Rossi a salire fino alla classe regina, appena un anno dopo Franco Morbidelli, diventato campione della Moto2 l’anno scorso.

La notizia è stata confermata sia dai rispettivi profili twitter di Bagnaia, dello Sky Racing Team e della squadra Pramac, sia dal sito ufficiale della MotoGP; qui le parole del diretto interessato, che ha davanti a sé ancora un anno di strada prima del definitivo approdo: “L’anno prossimo realizzerò uno dei miei sogni. Ho detto spesso che mi sarebbe piaciuto correre in MotoGP in sella a una Ducati e finalmente accadrà. Per me è un grande risultato e per questo devo ringraziare il team Sky e la VR46 Riders Academy, per tutto il supporto e per avermi seguito nel mio percorso di crescita nelle ultime cinque stagioni, di cui tre nello Sky Racing Team VR46. Ora, però, è fondamentale rimanere concentrati su quest’ultima stagione in Moto2. Abbiamo davvero una grande opportunità, possiamo giocarci delle carte importanti”.

La mossa di mercato di Ducati, per quanto nell’aria da tempo, è un tassello importante in grado di far smuovere in maniera decisa il mercato piloti, specie delle due squadre bolognesi. Un arrivo di Francesco Bagnaia nel team privato Ducati significherebbe l’addio o del nuovo arrivato Miller o del veloce Petrucci, il quale però mantiene ottimi rapporti con Guidotti, manager del team bianco e rosso, e con l’intera squadra Ducati tanto da aver ottenuto, per il secondo anno consecutivo, la possibilità di guidare la stessa moto di cui saranno dotati Lorenzo e Dovizioso. Danilo è anche in trattative con Aprilia, ma se dovessero tramutarsi in un nulla di fatto, ciò significherebbe un approdo di Petrucci nella squadra ufficiale, a scapito di Jorge o dello stesso Dovi.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.