Motomondiale | GP Qatar, sintesi FP3

MOTOMONDIALE
GP Qatar, sintesi FP3

Terza libera inutile per la classifica combinata, Rossi e Lorenzo fuori dalla top ten di 09 Marzo 2019, 14:35

Come prevedibile, la terza sessione di libere della MotoGP non ha riservato sorprese o stravolgimenti paradossali, tanto da non variare la classifica della combinata che avrebbe decretato i primi dieci piloti a entrare nella top ten. Tra questi Marc Márquez, che fa doppietta di libere col secondo e terzo turno, e che pare essere pronto già alla gara domani grazie al ritmo mostrato; il tempo dello spagnolo è di 1:54.677, davanti a Pecco Bagnaia e Pol Espargaró (due dei pochissimi a migliorarsi in questa sessione). Tutto invariato alle sue spalle nell’ordine delle posizioni, ma la sessione 3 in sé ha riservato qualche imprevisto per alcuni dei protagonisti.

Tra questi, Jorge Lorenzo, che scatterà dalla Q1 ed è reduce da un highside all’uscita di curva 6; lo spagnolo non ha girato per il resto del turno, preferendo una visita di routine al centro medico nel quale è stato rivelata una contusione dorsale. Non dovrebbe essere nulla di grave o debilitante in vista della gara di domani. Anche Álex Rins su Suzuki è caduto, stavolta in curva 2 (la stessa curva dove aveva terminato la sua gara lo scorso anno), danneggiando solo la moto.

Guai invece per Valentino Rossi, che dovrà ottenere uno dei due slot disponibili per la Q2 durante la Q1 se vorrà lottare per la pole position, a causa di una FP2 conclusa 17°. Le altre tre Yamaha sono riuscite a strappare l’accesso diretto, ma tutte soffrono di grossi problemi sulla velocità di punta, nel quale pagano dai tredici km/h in su alle Honda e alle Ducati.

Nella classe di mezzo Moto2 il sole ancora alto ha impedito di migliorarsi decisamente rispetto ai tempi di riferimento. Da segnalare l’ottimo ritmo di Jorge Martín su KTM Ajo, ultimo dei qualificati per la prima Q2 dedicata esclusivamente alla Moto2. Lorenzo Baldassarri ha potuto così conservare la prima posizione guadagnata il venerdì sera, con alle sue spalle Schrotter, Gardner, Lowes e Álex Márquez. Dentro anche la seconda moto del team belga Marc VDS, con Xavi Vierge nono. Brad Binder, ottavo, è scivolato proprio allo scadere del turno; fuori dalla top quattordici Luca Marini.

La Moto3 ha dato il via a questo sabato di prove ma, come in Moto2, le chance per i piloti di poter migliorare il proprio crono nella classifica combinata erano nei pressi dello zero. La prima posizione nella PL3 della classe leggera è andata a Vicente Pérez, inseguito dal duo del team Snipers Arbolino-Fenati.
Tra i quattordici qualificati direttamente alla Q2, oltre al leader Canet, vedono ben sei italiani in questo gruppetto, nell’ordine Fenati, Arbolino, Migno, Dalla Porta, Antonelli e Foggia.

Qui i risultati della terza sessione, l’analisi dei run e la combinata dei tempi MotoGP.

Credit immagine: Honda Racing Corporation


Condividi