MOTOMONDIALE GP Aragona - Anteprima

di 22 settembre 2016, 11:36
Motomondiale | GP Aragona - Anteprima

Il Motomondiale torna in scena ad Alcañiz per il terzo round spagnolo della stagione 2016. Si arriva dalla festa italiana di Misano, nella quale i quasi 100.000 spettatori non hanno potuto godere del successo di Valentino Rossi (tifato e supportato in ogni dove) ma hanno potuto comunque assistere ad uno spettacolo degno di nota, anche per quanto riguarda le altre due classi.

Per quanto concerne la MotoGP, il campionato riparte all'incirca dalla situazione pre-Misano. Sull'autodromo dedicato a Marco Simoncelli, Rossi con il secondo posto ha rosicchiato altri sette punti a Marc Márquez, ma il passivo è sempre di 43 lunghezze con cinque gare ancora da correre. Tanti punti, specialmente considerando che in Aragona Rossi non è mai stato eccelso, visti i suoi due terzi posti come miglior risultato, nel difficile 2013 e l'anno scorso, dopo avere perso un entusiasmante corpo a corpo con Daniel Pedrosa.

Già, lo stesso Pedrosa che ha Misano ha zittito non solo la marea gialla accorsa a tifare Rossi, ma anche coloro i quali, da diversi anni a questa parte a dirla tutta, lo danno per finito troppo presto. Visti i numerosi acciacchi fisici rimediati in anni di cadute e seri infortuni, Pedrosa non è più costante nei risultati come un tempo e spesso si mantiene ben distante dal compagno di squadra in termini di prestazioni, ma specialmente nel finale di stagione è capace di inanellare ottime prove in sequenza. Considerata la vittoria di Misano, si può dire che il "momento Pedrosa" potrebbe essere cominciato e che il #26 possa quindi togliere punti preziosi alle due Yamaha nelle prossime gare.

Vincitore delle ultime due edizioni di questo Gran Premio, Jorge Lorenzo si presenta in Aragona con il morale piuttosto basso. Dopo la gara di Misano sono nuovamente fioccate le polemiche quando il maiorchino ha accusato Rossi di eccessiva aggressività per il suo sorpasso alla curva del Carro ad inizio gara. La risposta di Rossi non si è fatta attendere e, se il pesarese si è in parte riappacificato con Márquez dopo Barcellona, lo stesso non si può dire del proprio compagno di team. Questo weekend, ad ogni modo, rappresenterà un termometro dell'effettiva competitività di Lorenzo in vista del finale di stagione.

Contrariamente a quanto detto nel venerdì di Misano, tornerà in gara anche Andrea Iannone, non completamente ripresosi dall'infortunio alle vertebre ma a quanto pare nelle condizioni di poter correre. L'abruzzese è stato costretto a saltare un appuntamento importantissimo della stagione e questo ha permesso al compagno di squadra Andrea Dovizioso di riscavalcarlo in classifica generale, nonostante non si sia reso certo protagonista di una gara sopra la media al Santamonica.

Attesa ad una riprova anche la Suzuki, solitamente molto a suo agio sui circuiti guidati e quindi ben attrezzata per un tracciato come quello aragonese. Viñales ha concluso quinto a Misano, con una prova ben diversa dal trionfo di Silverstone, ma sarà senz'altro caricato dall'aria di casa, così come Aleix Espargaró dovrà tenere bene a mente l'incredibile podio di due anni fa ottenuto sotto la pioggia con la Yamaha Forward.

Già avvistato nel paddock di Silverstone, in occasione di questo fine settimana tornerà in MotoGP anche Nicky Hayden, che sostituirà l'infortunato Jack Miller sulla Honda del team Marc VDS. Campione del mondo nel rocambolesco 2006, lo statunitense è tornato quest'anno alle origini, in Superbike, dove tanto bene si sta comportando in attesa dell'arrivo della nuova CBR 1000 previsto per il 2017, quando ad affiancarlo nel team della famiglia Ten Kate ci sarà Stefan Bradl. Proprio in Aragona, Hayden conquistò nel 2010 uno dei suoi tre podi in Ducati, con un terzo posto.

In Moto2 il tracciato casalingo ha consegnato la prima vittoria in carriera a Lorenzo Baldassarri, grazie ad un finale di gara maestoso nel quale ha recuperato diversi secondi ad Álex Rins, beffandolo proprio all'ultimo giro. Nonostante Rins non sia riuscito a vincere nella "tana del lupo" ha comunque riaperto definitivamente il campionato, visto che Johann Zarco sembra essere precipitato nuovamente in un periodo di scarsi risultati che già lo aveva afflitto ad inizio stagione. Lo spagnolo del team Pons ha recuperato ben 31 punti nelle ultime tre gare nonostante una spalla malconcia e Zarco non deve commettere l'errore di pensare già alla MotoGP senza prima avere portato a casa il secondo titolo consecutivo. La statistica volge a favore di Rins perché, a parte il successo di apertura di Iannone nel 2010, la Moto2 in Aragona è stata sempre vinta da piloti spagnoli, peraltro con doppietta dal 2012 in avanti. La lotta per l'iride sembra ormai essere affare a due, dato che Sam Lowes ha assaggiato anche l'asfalto di Misano, venendo superato nella generale anche da Thomas Lüthi: con sedici punti nelle ultime cinque gare, il britannico è quantomeno chiamato ad ottenere risultati costanti nelle ultime prove della stagione, per legittimare il suo passaggio in MotoGP nel 2017.

Dopo essere riuscito nella non facile impresa di sconfiggere la pattuglia italiana nel tripudio di Misano, Brad Binder si giocherà in Aragona il suo primo match ball iridato. I punti di vantaggio su Enea Bastianini sono 106 e ciò significa che al sudafricano basterà un secondo posto per festeggiare: detta così sembra piuttosto complicata, ma Binder in tredici gare è salito sul podio dieci volte e solo in due di queste sul gradino più basso. Italiani che stanno crescendo ma che hanno anche molto di cui rammaricarsi, soprattutto con loro stessi. La prova di Misano è stata nel complesso insufficiente, con i soli Bastianini e Bulega protagonisti della gara: se pensiamo ai sette azzurri in top ten ad Assen, è un risultato davvero negativo. Nello spazio di 25 punti, ora ci sono sei piloti a giocarsi il secondo posto in classifica e da qui a Valencia la strada è lunga. Bastianini proprio a Misano ha scavalcato Jorge Navarro, che dall'infortunio post-Barcellona è sprofondato in una crisi di risultati senza fine, con quindici punti raccolti nelle ultime sei gare (cinque se consideriamo che in Olanda non ha corso); in gioco anche Bagnaia, impalpabile a Misano, e Nicolò Bulega, che ha sfiorato il podio col quarto posto, oltre a Joan Mir e Fabio di Giannantonio. Prima di questo weekend sono arrivate due importanti notizie di mercato in ottica 2017: Niccolò Antonelli avrà l'anno prossimo una grande occasione con la KTM del team Ajo, mentre Romano Fenati tornerà in gara proprio al posto di Antonelli sulla Honda del team Ongetta.

Il Gran Premio d'Aragona sarà trasmesso in diretta solo da SkySport, con le consuete repliche in chiaro su TV8.

Gran Premio Movistar de Aragón 2016 - Ciudad del Motor de Aragón
Round 14/18
23-24-25 settembre 2016

ffff

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 5,078 km
Giri da percorrere: 23 (MotoGP), 21 (Moto2), 20 (Moto3)
Distanza totale: 116,8 km (MotoGP), 106,6 km (Moto2), 101,6 km (Moto3)
Numero di curve: 17
Senso di marcia: antiorario

RECORD

Giro gara MotoGP: 1:48.120 - Jorge Lorenzo - Yamaha - 2015
Giro prova MotoGP: 1:46.635 - Marc Márquez - Honda - 2015
Vittorie pilota MotoGP: 2 - Casey Stoner, Jorge Lorenzo
Vittorie costruttore MotoGP: 3 - Honda
Pole pilota MotoGP: 3 - Marc Márquez
Pole costruttore MotoGP: 4 - Honda
Podi pilota MotoGP: 5 - Jorge Lorenzo
Podi costruttore MotoGP: 8 - Yamaha

Giro gara Moto2: 1:52.767 - Álex Rins - Kalex - 2015
Giro prova Moto2: 1:52.232 - Esteve Rabat  - Kalex - 2015
Vittorie pilota Moto2: 1 - Andrea Iannone, Marc Márquez, Pol Espargaró, Nicolás Terol, Maverick Viñales, Esteve Rabat
Vittorie costruttore Moto2: 3 - Kalex
Pole pilota Moto2: 1 - Andrea Iannone, Marc Márquez, Simone Corsi, Nicolás Terol, Maverick Viñales, Esteve Rabat
Pole costruttore Moto2: 2 - Suter, Kalex
Podi pilota Moto2: 3 - Esteve Rabat
Podi costruttore Moto2: 8 - Kalex

Giro gara Moto3: 1:58.726 - Niccolò Antonelli - Honda - 2015
Giro prova Moto3: 1:57.755 - Enea Bastianini - Honda - 2015
Vittorie pilota 125cc/Moto3: 1 - Pol Esparga, Nicolás Terol, Luis Salom, Álex Rins, Romano Fenati, Miguel Oliveira
Vittorie costruttore 125cc/Moto3: 3 - KTM
Pole pilota 125cc/Moto3: 2 - Álex Rins
Pole costruttore 125cc/Moto3: 2 - Honda
Podi pilota 125cc/Moto3: 2 - Nicolás Terol, Maverick Viñales, Álex Márquez, Romano Fenati
Podi costruttore 125cc/Moto3: 7 - KTM

ALBO D'ORO

araalbo

PROGRAMMA

Venerdì 23 settembre
9:00-9:40 Prove Libere 1 Moto3 - SkySport MotoGP
9:55-10:40 Prove Libere 1 MotoGP - SkySport MotoGP
10:55-11:40 Prove Libere 1 Moto2 - SkySport MotoGP
13:10-13:50 Prove Libere 2 Moto3 - SkySport MotoGP
14:05-14:50 Prove Libere 2 MotoGP - SkySport MotoGP
15:05-15:50 Prove Libere 2 Moto2 - SkySport MotoGP

Sabato 24 settembre
9:00-9:40 Prove Libere 3 Moto3 - SkySport MotoGP
9:55-10:40 Prove Libere 3 MotoGP - SkySport MotoGP
10:55-11:40 Prove Libere 3 Moto2 - SkySport MotoGP
12:35-13:15 Qualifiche Moto3 - SkySport MotoGP
13:30-14:00 Prove Libere 4 MotoGP - SkySport MotoGP
14:10-14:50 Qualifiche MotoGP - SkySport MotoGP  (15:35 TV8)
15:05-15:50 Qualifiche Moto2 - SkySport MotoGP

Domenica 25 settembre
8:40-9:00 Warm-up Moto3 - SkySport MotoGP
9:10-9:30 Warm-up Moto2 - SkySport MotoGP
9:40-10:00 Warm-up MotoGP - SkySport MotoGP
11:00 Gara Moto3 - SkySport MotoGP (14:00 TV8)
12:20 Gara Moto2 - SkySport MotoGP (15:30 TV8)
14:00 Gara MotoGP - SkySport MotoGP (17:00 TV8)

Immagine copertina: motogp.com

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.