MotoGP | Test Barcellona 2019, resoconto della giornata

MOTOGP
Test Barcellona 2019, resoconto della giornata

Viñales al comando alla fine dei test, testate le gomme in previsione 2020. In pista anche Dani Pedrosa di 18 Giugno 2019, 10:00

A seguito di un Gran Premio di Barcellona che ha scosso come un terremoto la situazione in classifica, i piloti della MotoGP hanno dovuto prolungare la loro presenza al Montmelò per un altro giorno per effettuare dei test per conto dei propri team. Alla fine di questa giornata troviamo Maverick Viñales al comando della classifica, autore sia del miglior tempo finale, 1:38.967, che del maggior numero di passaggi effettuati, 98 per essere precisi. “Doppietta” Yamaha con Franco Morbidelli secondo sulla M1 2019 coi colori Petronas, a meno di un decimo dallo spagnolo e con una ventina di giri in meno all’attivo. La bontà della Yamaha è stata confermata da Fabio Quartararo, quinto e sempre tra i primissimi durante la sessione, anche se degli yamahisti è quello che ha concluso meno giri.

https://twitter.com/mvkoficial12/status/1140675720630460417

In terza posizione la prima Honda, senza troppe sorprese quella di Marc Márquez: carico dalla vittoria ottenuta davanti al suo pubblico in festa, il “Cabroncito” quest’oggi si è reso disponibile a provare elementi presi anche dalla squadra LCR, nonché un cupolino che strizza l’occhio allo sviluppo aerodinamico; il risultato è stato un tempo finale sul ’39.2 e un’ottantina di giri completati. Ancora prove sul serbatoio per Jorge Lorenzo, che ha concluso 17° a oltre un secondo dal compagno, e un secondo e quattro decimi dal leader Viñales. In top ten le due Honda gestite da Lucio Cecchinello con Nakagami settimo e Crutchlow decimo, e ha girato anche Stefan Bradl con la moto del team di sviluppo HRC, chiudendo penultimo con all’attivo 84 giri.

https://twitter.com/HRC_MotoGP/status/1140674786672201732

La prima metà della sessione è stata guidata da Álex Rins su Suzuki, quarto a fine giornata con 75 passaggi compiuti. Durante il pomeriggio il suo miglioramento sul giro secco è stato di tre decimi, dopo aver provato durante la mattina un telaio nuovo per la sua GSX-RR, uguale a quello usato da Guintoli in gara. Il compagno di Rins, Joan Mir, occupa l’ottava posizione, nel panino delle Honda e Ducati private, mentre l’ex-campione SBK ha chiuso terzultimo portando avanti il lavoro su questo telaio.

https://twitter.com/suzukimotogp/status/1140520584209739776

La prima moto di Borgo Panigale in classifica è quella di Pecco Bagnaia, sesto e autore di una caduta alla penultima curva del tracciato mentre tentava l’attacco al tempo. Il team Pramac comunque ha fatto il suo testando un nuovo codone per la GP19 di Jack Miller (nono quest’oggi), mentre il team Mission Winnow si è concentrato sull’utilizzo di nuove componenti in carbonio per il telaio. Petrucci e Dovizioso sono appena fuori dai dieci, rispettivamente in 11a e 12a piazza con 120 giri totali.

Solo 14° Valentino Rossi, che con Viñales ha potuto mettere mano alle prime componenti della M1 2020, che verrà testata già in estate durante le prove collettive di Brno. Subito dietro di lui troviamo le KTM, che hanno schierato una formazione a ben tre punte per il team ufficiale Ajo con il ritorno in pista di Daniel Pedrosa, già visto in sella a una RC16 modificata nel codone in Repubblica Ceca, poco prima della gara di Catalunya. Il tre volte campione del mondo ha terminato ultimo in 1:41.824 con solo 51 giri completati, mentre i suoi compagni di squadra, Zarco e Pol Espargaró, hanno terminato in 15a e 16a, anche loro però con un numero di giri abbastanza bassa confrontato agli altri (70 per il francese, 57 per lo spagnolo).

L’Aprilia non ha potuto contare sull’apporto dell’uomo di punta Aleix Espargaró, infortunato e portato all’ospedale di Catalunya dopo l’incidente col compagno di squadra Bradley Smith al primo giro dell’ultima gara. L’inglese ha fatto le sue veci compiendo 88 preziosi giri, ma anche il lavoro svolto da Iannone, con 76 passaggi del Montmelò effettuati, è stato soddisfacente. I due occupano la 18a e 19a posizione in classifica, con l’inglese davanti all’abruzzese.

Dopo questi test, è tempo di volgere lo sguardo verso la gara clou della stagione, il Gran Premio d’Olanda ad Assen tra meno di due settimane. Qui i risultati dei test svolti stamattina e nel pomeriggio.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi