MotoGP | Jorge Lorenzo non sarà presente ai test di Sepang di febbraio

MOTOGP Jorge Lorenzo non sarà presente ai test di Sepang di febbraio

Pesante assenza per il maiorchino. Il collaudatore Stefan Bradl al suo posto di 22 Gennaio 2019, 19:27

A seguito della caduta in bici subita a Verona pochi giorni fa e della conseguente frattura allo scafoide della mano sinistra Jorge Lorenzo, insieme al suo nuovo team Repsol Honda HRC, ha deciso di non sostenere i test previsti dal 6 all’8 febbraio sulla pista di Sepang a Kuala Lumpur, in modo da recuperare al 100% la propria forma a fisica in vista dei successivi test, quelli che si disputeranno in Qatar a partire dal 23 febbraio. Al suo posto in Malesia girerà Stefan Bradl, collaudatore della Casa di Tokyo.

La decisione è stata presa nella giornata di ieri, a seguito dell’operazione avvenuta con successo a Barcellona, dove gli è stata applicata una vite in titanio sull’osso fratturato; Jorge sui social ha già fatto capire come tutto sia andato per il verso giusto. L’operazione, effettuata dal dottor Xavier Mir, è andata a buon fine e il maiorchino potrà quantomeno partecipare domani alla presentazione della nuova Honda MotoGP, evento in cui si festeggerà anche il venticinquesimo anniversario del team sponsorizzato dalla compagnia petrolifera spagnola, appunto la Repsol. La presentazione avverrà a Madrid.

Queste le parole del dottor Mir, che prevede quattro giorni di totale riposo per il polso del #99: "Il piano è di tenere il polso immobilizzato per quattro giorni, poi potrà iniziare una leggera riabilitazione nella sua casa di Lugano. Lo rivedremo tra dieci giorni e poi l'idea è di iniziare una riabilitazione sempre più intensa. Dunque, può recuperare per i test in Qatar e, senza ombra di dubbio, per la gara in Qatar".

Fonte immagine: motogp.com

Condividi