MOTOGP Il team SIC subentra al team Angel Nieto dal 2019

Sponsorizzato dalla Petronas, il Sepang International Circuit team darà man forte alla Yamaha
MotoGP | Il team SIC subentra al team Angel Nieto dal 2019
di 05 luglio 2018, 18:13

Le tante voci riguardanti un nuovo team Yamaha per il 2019 sono finalmente diventate realtà. Dal profilo Twitter ufficiale della MotoGP e da Sky Sport dopo, è stata ufficializzata la presenza di un accordo stipulato ad Assen, tra la Yamaha e il team chiamato Sepang International Circuit (in sigla SIC, da non confondere col team gestito da Paolo Simoncelli in Moto3), con la quale il nuovo team con base belga e gestito da Johan Stigefelt s’impegnerà dall’anno prossimo a portare in pista due Yamaha M1, presumibilmente ufficiali. Una novità importante anche nella gestione da parte dei dirigenti di Iwata, sempre stati contrari a fornire materiale pari a quello ufficiale a team satellite.

Il team SIC, a dirla tutta, è già presente da tempo in Motomondiale, seppur nelle vesti di squadra comprimaria in Moto2 e Moto3: è stato il team con cui il malese Hafizh Syahrin ha corso durante il suo percorso nella classe di mezzo, sostituito poi dal connazionale Khairuddin e da Niki Tuuli, il finlandese proveniente dalla Supersport; nella classe leggera il Petronas Sprinta Racing può contare invece su Norrodin, altro malese, e Sasaki, giapponese.

Sul piano sponsor, l’impegno da parte di Petronas non sembra ancora confermato ma praticamente certo. Questa squadra andrà a rimpiazzare il team di “Aspar” Martinez della classe regina, in pesanti crisi economiche e con la necessità di ripiegare solo alle due classi inferiori. Il team malesiano ha deciso di non rilevare le strutture del team spagnolo, ma potrebbe scegliere di optare, oltre che per “Aspar” come supervisore sportivo, per uno dei due piloti ora sotto contratto dal manager ispanico.

Se infatti Franco Morbidelli pare ormai una certezza nel team arrivante, il nome di Dani Pedrosa non sembra più essere in pole position per la seconda moto. Il comunicato di poche ore fa nel quale il “Camomillo” ha annunciato la presa di una decisione sul suo futuro sembra più simile a un annuncio di ritiro dalle corse, con tanto di ringraziamento finale a chi l’ha sostenuto in questi anni. Se ciò succedesse, potrebbe essere Alvaro Bautista a tenersi la sella per il 2019, ma deve stare attento alla “concorrenza” di Lorenzo Baldassarri, le cui quotazioni in questo 2018 stanno risalendo.

Qui il comunicato.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.