MOTOGP GP Valencia: Maverick Viñales balza dalla Q1 alla pole

La Yamaha torna in pole dal Mugello, prima dell'anno per "Top Gun". Rins e Dovi in prima fila
MotoGP | GP Valencia: Maverick Viñales balza dalla Q1 alla pole
di 17 novembre 2018, 15:27

Dopo una FP3 sul bagnato che aveva visto nuovamente le M1 Movistar sprofondare oltre la top ten, tutto ci si aspettava fuorché un guizzo di una delle due moto Factory di Iwata. E invece, ecco che la classifica dei tempi della Q2 inizia recitando proprio Maverick Viñales al primo posto, col tempo di 1:31.312. I due turni per determinare la griglia di partenza della gara finale dell’anno son stati ostici a causa della pista sì asciutta ma ancora molto fredda e insidiosa in alcuni punti, e in uno di questi è incappato Marc Márquez, che stavolta ha avuto anche la sfortuna della slogatura della spalla. Mentre l’hondista è ripartito stoicamente ottenendo un quinto posto, “Top Gun” si è assicurato la pole dopo una lotta sul cronometro con Rins, Dovizioso e Petrucci. I tre domani partiranno in quest’ordine dietro al futuro #12; splendida sesta posizione per Pol Espargaró con la KTM.

Non sono mancati i colpi di scena durante il turno, a partire dalla Q1 che ha visto le eliminazioni clamorose di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, che partiranno in 13a e 16a posizione. Una nettissima differenza rispetto ai risultati fatti dai rispetti compagni di squadra.

LA CRONACA

Al contrario della Moto3, la classe regina ha la possibilità già da subito di utilizzare le slick, cosa che i piloti della Q1 fanno. La battaglia per i due posti disponibili all’ingresso della Q2 è molto serrata e non vede protagonisti solo le Yamaha e Lorenzo: Iannone si fa valere e si prende addirittura la prima posizione rifilando allo yamahista Viñales più di quattro decimi di stacco, e anche Nakagami si fa insidioso tanto da fermarsi a solo sette centesimi da Viñales. Lorenzo fa anche di meglio e si ferma a +0.028 dal connazionale, ma non gli basta per scalzarlo e per ottenere quantomeno il secondo posto.

Il primo colpo di scena della Q2 si vede fin da subito, quando Márquez alla curva intitolata a Nico Terol scivola d’anteriore (forse per una leggera pozza d’acqua) e rotola nella ghiaia slogandosi la spalla; dolorante, il campione del mondo esce in fretta dalla via di fuga aiutato dai commissari, mentre i suoi avversari cominciano a far segnare vari tempi interessanti. I più in palla sono Petrucci, veloce anche sull’asciutto, e soprattutto Viñales che si porta al comando scalzando la Ducati Pramac.

Mentre Márquez riprende la pista (anche se acciaccato), la coppia Suzuki Rins-Iannone parte per l’attacco alla pole, ed è in particolare lo spagnolo ad avvicinarsi al risultato grosso che manca per soli 68 millesimi. Fa spavento Zarco che ha tre decimi di vantaggio al secondo settore sul compagno di marca ma cade clamorosamente alla 10 buttando via una chance importante. C’è la caduta anche di Miller in curva 1 proprio mentre sopraggiungono Viñales e Márquez, ma quest’ultimo non rallenta e nel giro in questione fa segnare un incredibile quinto tempo, considerando i dolori alla spalla. L’ultimo tentativo di attacco alla prima piazza è di Dovizioso, che si mette terzo.

Qui i risultati di quest’emozionante qualifica, e la griglia di domani.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.