MOTOGP GP Repubblica Ceca: Dovizioso risponde alle critiche con la pole a Brno

Il forlivese compie un ultimo giro al massimo e stacca di più di due decimi i principali avversari
MotoGP | GP Repubblica Ceca: Dovizioso risponde alle critiche con la pole a Brno
di 04 agosto 2018, 15:15

Dopo il passo mostrato nella FP4, Marc Márquez pareva aver già prenotato lo spot numero uno per le qualifiche odierne, e a pochi minuti dalla fine il suo 1:54.961 sembrava poter tenere ampiamente botta per partire davanti a tutti, fino a quando non è spuntato Andrea Dovizioso sulla sua Ducati a ribaltare il pronostico. L’ultimo giro del forlivese, in 1:54.689, ha avuto del sensazionale nonostante le difficoltà del Dovi di solito a fare il giro secco, riuscendo a riportarsi in pole position da addirittura il GP della Malesia 2016. In seconda posizione, anche lui molto veloce nell’ultimo giro lanciato, Valentino Rossi che si è inserito tra il connazionale e proprio Marc Márquez, la cui posizione comunque è più che buona per tenere sotto controllo il suo vantaggio nella generale.

LA CRONACA

Nella prima parte delle qualifiche troviamo Viñales dopo le difficoltà della FP3, dato ampiamente come il favorito per il passaggio. Insieme a lui ci sono anche Miller, Bautista e le due Suzuki di Rins e del tester Guintoli, e sarà proprio Álex, insieme al #25 della Yamaha, a passare al secondo turno. Negli ultimi tre minuti c’è una vera e propria ecatombe Ducati, con Miller, Abraham e Bautista tutti a terra durante il giro buono. Ottimo Franco Morbidelli al ritorno dopo l’infortunio, terzo nel turno a solo un decimo dalla Suzuki di Rins.

Si passa così alla Q2 nel quale però Viñales non mostrerà passi avanti rispetto alla Q1, non riuscendo mai a lottare per le posizioni di testa. Ci riesce da subito Jorge Lorenzo, già sul ’55.0 al primo passaggio addirittura con cinque decimi di vantaggio su Márquez; dietro di loro s’inseriscono Crutchlow e Dovizioso, con Pedrosa sesto dopo i buoni turni di prove. Al secondo run il miglioramento del “Por Fuera” è di soli 21 millesimi, mentre il suo futuro compagno di squadra sfonda la barriera del ’55 stampando un 1:54.961. Il turno però non è ancora finito, perché Rossi, Dovizioso e Zarco sono rapidissimi al primo settore, col forlivese che addirittura fa salire il suo vantaggio sui tre decimi nel T2. Il #04 va al comando e anche Rossi batte il campione del mondo per soli cinque millesimi, mentre Lorenzo passa in seconda fila. Ottimo il risultato di Danilo Petrucci che, dopo la rottura al motore nella FP4, riesce lo stesso a mettersi sesto, mentre è dodicesimo, a 1.1 di svantaggio da Dovizioso, Maverick Viñales.

Qui i risultati della Q2 qui a Brno.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.