MotoGP | GP Qatar, vittoria di Dovizioso ancora sub judice, altro ricorso presentato alla Corte d’Appello

MOTOGP
GP Qatar, vittoria di Dovizioso ancora sub judice, altro ricorso presentato alla Corte d’Appello

I commissari in pista hanno rimandato la decisione alla FIM, che comunicherà il risultato a giorni di 11 Marzo 2019, 09:30

Era inevitabile (o quasi) che in MotoGP, con il continuo aumento di appendici aerodinamiche e di migliorie apportate sulla moto, si sarebbe arrivati a un punto dove lo scontro non sarebbe stato più sulla tecnica e sul lavoro degli ingegneri, quanto più sui reclami, i giochi politici e i ricorsi durante i weekend di gara.
E’ successo e succede ancora adesso con il Gran Premio del Qatar: la vittoria di Andrea Dovizioso in volata su Marc Márquez sembrava essere al sicuro quando, poco dopo le 21:00, i giudici presenti al circuito avevano respinto il ricorso presentato da Aprilia, Honda, Suzuki e KTM su una piccola appendice sul fondo della carena, presente leggermente davanti alla ruota posteriore; secondo i rappresentanti dei quattro marchi, essa sarebbe irregolare in quanto utilizzabile solo in caso di gara bagnata.

Fallito il ricorso agli steward, i team manager dei quattro marchi non hanno mollato la presa, richiedendo un ricorso alla Corte d’Appello presente in circuito. Questa, a sua volta, ha ritenuto di non avere dati e documentazioni sufficienti per giudicare la cosa, e così i commissari della Corte hanno rinviato la decisione alla Corte d’Appello della Federazione Motociclistica Internazionale, presente a Ginevra. Si spera, a giorni, di avere un responso definitivo sui risultati del Gran Premio qatariano, ma potrebbero volerci settimane, se non di più, per risolvere questa intricata vicenda.

Fonte immagine: Twitter / MotoGP

Condividi