MOTOGP GP Malesia: Márquez mostruoso sull'acqua, pole davanti a Zarco

La pioggia scombussola tutti ritardando la Q1 di più di un’ora. Orari modificati per le gare di domani
MotoGP | GP Malesia: Márquez mostruoso sull'acqua, pole davanti a Zarco
di 03 novembre 2018, 11:26

La pioggia che aveva risparmiato le prove di Moto2 e Moto3 si è fatta sentire a cominciare dalla FP4 della MotoGP, funestata negli ultimi minuti da un violento acquazzone che ha indotto all’errore Viñales, Abraham e soprattutto Jordi Torres, che per una frattura del primo osso del metacarpo non potrà disputare la gara di domani. Successivamente, i primi minuti della Q1 sono stati svolti dai piloti della seconda metà di classifica ma ci è voluto poco prima che il monsone malese rendesse impossibile lo svolgersi del turno.

Dopo quasi un’ora e mezza di attesa, le qualifiche sono ripartite e a prendersi la pole position è stato il fenomeno Marc Márquez, che sulla sua Honda ufficiale ha rifilato quasi sei decimi al secondo classificato Zarco e più di otto su Valentino Rossi. Una prima fila del tutto inaspettata considerando in primis le condizioni del meteo, ma anche la pista di Sepang in sé, decisamente più favorevole ad altre moto. Le Ducati sono un mancate, visto che Andrea Dovizioso è caduto nel suo ultimo giro, potenzialmente valido per una prima fila; scatterà quinto domani, tra le due Suzuki di Iannone e Rins.

LA CRONACA

Dopo la piccola “fetta” di Q1 svoltasi prima della bandiera rossa, la prima sessione riparte sul bagnato ma con condizioni molto più accettabili di prima. Il pubblico malese è tutto per l’eroe di casa Hafizh Syahrin, ma il pilota della Tech3 non riuscirà a inserirsi nella lotta per i primi due posti, riservata ad Aleix Espargaró, Álvaro Bautista e al sostituto di Jorge Lorenzo, Michele Pirro. Il pilota Aprilia rischia grosso quando l’italiano compie due ottimi intertempi nel suo ultimo giro, ma sbaglia gli ultimi due settori permettendo alla coppia spagnola di passare alla seconda manche. Quinta fila anche per Scott Redding sulla seconda Aprilia e per un ottimo Xavier Simeon, alla sua miglior prestazione in qualifica.

E’ subito Márquez a fare il marziano allo start della Q2: con due giri veloci in sequenza il “Cabroncito” svetta sulla tabella dei tempi con quasi un secondo e mezzo sulla coppia Pramac Petrucci-Miller, ma poco dopo cade in curva 4; riesce a riprendere in fretta la moto e, con l’aiuto dei commissari, a spingerla per farla ripartire. Nel frattempo i tempi si abbassano e si riavvicinano Iannone e Dovizioso, portandosi rispettivamente in seconda e terza posizione, ma le sorprese arrivano dalle Yamaha di Valentino Rossi e Johann Zarco che si portano in prima fila. Dovizioso cade invece al tornantino della curva 9, buttando via le sue ultime possibilità per un giro buono. Il vincitore dell’ultima gara, Maverick Viñales, è 11° ad addirittura 2.6 secondi di distacco.

Vista la situazione meteo molto incerta anche per domani, la direzione gara ha deciso di anticipare di un’ora le partenze delle tre gare. La gara della Moto3 scatterà quindi alle 3:00 italiane, seguita dalla Moto2 alle 4:20 e dalla MotoGP alle 6:00.

Qui i risultati della Q2 e la griglia per la gara più attesa, la MotoGP.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.